UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo è il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


UNA SUPER-TERRA...
02 Dec 2014 07:19 pm

Astronomia: scoperta una “Super-Terra”, orbita intorno a una stella simile al Sole [FOTO e VIDEO]

  di
?????????????????????Per la prima volta un pianeta extrasolare poco piu’ grande del nostro, una ‘superterra’, e che orbita attorno a una stella simile al Sole e’ stato osservato con un telescopio basato a Terra. Gli astronomi coordinati da Ernst de Mooij, dell’Universita’ Queen di Belfast, il cui lavoro e’ stato pubblicato su Astrophysical Journal Letters sono riusciti a riconoscerlo con un ‘piccolo’ telescopiomentre transitava contro il disco della sua stella. Si tratta di 55 Cancri-e, un pianeta roccioso grande circa due volte la Terra e 8 volte piu’ pesante che si trova a una distanza di 40 anni luce.

55 Cancri-ePer osservarlo i ricercatori hanno usato un telescopiodi 2.5 metri istallato a La Palma, in Spagna, un ‘piccoletto’ se confrontato ai grandi osservatori come il Very Large Telescope che si trova in Cile con uno specchio di oltre 8 metri. “E’ straordinario – ha spiegato de Mooijquello che possiamo fare spingendo ai limiti i telescopi e gli strumenti esistenti, nonostante le complicazioni derivanti dalle turbolenze dell’atmosfera terrestre“. Gli strumenti hanno infatti osservato il piccolissimo cambiamento della luminosita’ della stella 55 Cancri dovuto al passaggio del pianeta davanti alla sua superficie. Una riduzione dello 0,05% durante il passaggio durato circa 2 ore, delle 18 necessarie al pianeta per completare un’orbita completa. I migliori cacciatori di pianeti extrasolari continuano a rimanere i telescopi spaziali, ‘liberi’ dall’atmosfera, ma questa osservazione dimostra che anche da terra e’ possibile ottenere preziose osservazioni. La prossima sfida, spiegano i ricercatori, sara’ ora quella di riuscire a riconoscere anche la presenza di eventuali atmosfere nei pianeti extrasolari.

fonti internet, cortesia meteoweb.eu





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

80MILA VIDEO ALIENI...
01 Dec 2014 01:02 pm

YouTube: 80mila video alieni criptati



Un utente che si firma Webdriver Torso ha pubblicato decine di migliaia di filmati quasi identici e apparentemente senza senso. La Rete si interroga e sul caso indagano anche Bbc e Guardian.


Il contenuto è sempre identico e apparentemente senza alcun senso: 10 secondi di rettangoli colorati che cambiano posizione, con suoni elettronici in sottofondo e la scritta “aqua.flv – slide” in basso a sinistra. Comunicazioni in codice fra spie? Uno scherzo? Un’iniziativa di marketing? Un test di qualche azienda informatica? Messaggi dagli alieni? Da quando una pubblicazione statunitense se ne è accorta, sulla Rete le ipotesi si moltiplicano e sono iniziate le indagini per risolvere il mistero.

Secondo le nostre indagini, non si tratta nient’altro che di messaggi in codice tra spie aliene presenti nel nostro pianeta. Come ben sapete, il nostro pianeta ormai è una specie di porto spaziale dove convivono diverse specie di alieni, molti tra i quali perpetuano una guerra segreta per il dominio del nostro pianeta (basti pensare ai nordici, alleati coi pleiadiani che cercano di salvarci e metterci in guardia dai rettiliani e dai loro lacchè grigi). Questi messaggi sono cifrati in codice dai pleiadiani (il blu è il loro colore) rivolti ai nordici (bianchi) contro i rettiliani (rossi) e si preparano per qualche misteriosa missione, magari al risveglio dell’umanità rivelandoci la verità?

fonti internet, cortesia chiave orgonica.altervista.org

 




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

SU MARTE....
30 Nov 2014 03:38 pm

Su Marte c'era vita simile alla Terra

life on marslLo scienziato russo e dottore in scienze geologiche e mineralogiche Alexander Portnov ha sostenuto che su Marte c'era la vita.

life on mars
"Su Marte esisteva la vita simile a quella terrestre ed è scomparsa di recente, ci sono prove consistenti, tra cui la superficie rossa del pianeta, ottenuta grazie ad una atmosfera di ossigeno; inoltre la presenza di grosse rocce sedimentarie indica che su Marte c'erano gli oceani,"- ha affermato Portnov nella 45esima conferenza sugli Ufo "Letture Ziegel” a Mosca. Portnov è sostenitore della versione secondo cui la vita su Marte è scomparsa a seguito della perdita dell'atmosfera di ossigeno dopo la caduta di un enorme asteroide sull'emisfero meridionale del pianeta rosso. 
© Fonte di riferimento

 
  fonti internet,cortesia misteroufoblogspot.com



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

MISTERI DEL TRIANGOLO!
29 Nov 2014 09:22 am

Alcune curiosità sul Triangolo delle Bermuda

Triangolo delle Bermuda
Si ritiene che nel Triangolo delle Bermuda, una piccola area che si trova nell'Oceano Atlantico, si siano verificate delle inspiegabili sparizioni di natanti e aerei che avrebbero avuto la sfortuna di attraversare quel misterioso tratto di mare che sembra custodire misteri ancestrali.
Kraken
Navigatori e gente di tutte le epoche e classi sociali hanno sempre subito un certo fascino per il mistero che circonda questa area,per non parlare delle numerose mappe antiche che raffigurano inquietanti mostri marini e le leggende che raccontano del Kraken un leggendario mostro marino dalle dimensioni abnormi.Come se il tempo non fosse cambiato e quanto si sia evoluta la civiltà, alcuni misteri rimangono ancora irrisolti. 
Un buon esempio è il Triangolo delle Bermuda, che colpisce la paura di molti. Le menti più brillanti stanno cercando ancora delle spiegazioni alle misteriose apparizioni e scomparse che si verificano nella zona. Come e’ noto, sembra che gli scienziati non hanno avuto molto successo in questo senso.
Perché il Triangolo?
Se si avvalora la teoria corrente che circola sul Triangolo delle Bermuda, appare evidente che il territorio stesso in quanto tale non ha confini ben definiti.
Gli scienziati ritengono che i tre vertici di questo triangolo all’interno del quale si verificherebbero questi fenomeni inspiegabili corrispondono con la zona delle Bermuda, Florida e Puerto Rico mentre le statistiche riportano che la maggior parte delle anomalie si manifestano al di fuori dell'area tradizionale. 
Va notato che la fama del Triangolo delle Bermuda ha iniziato a diffondersi non molto tempo fa, negli anni '50. Solo grazie alla più recente tecnologia, gli scienziati sono stati in grado di tracciare i vari incidenti anomali che si verificano nella zona.Tuttavia, nessuna tecnica è in grado di spiegare perché gli aerei e le navi scompaiono all’improvviso da tutti i radar e monitor per il controllo del traffico aereo. Vari eventi sono accaduti in questa zona anomala.
Nel 1945 il Triangolo delle Bermuda e’ stato oggetto di notevole interesse da parte delle Autorita’ affinche’ venisse organizzato un progetto di soccorso in mare e di ricerca che doveva coinvolgere soccorritori, alcuni esperti e scienziati. E 'grazie a questa squadra che sono state salvate 140.000 vite.
All’epoca sembrava quasi che il mistero fosse stato svelato. Ma non fu così semplice.Tutto ciò che era noto agli scienziati venne messo in una situazione di stallo. Da quel momento, nella zona sono scomparsi inspiegabilmente e senza lasciare traccia più di 100 imbarcazioni e aerei nella cui area le squadre di soccorso non ebbero mai modo di rilevare macchie di olio o relitti di alcun tipo che facessero presagire a una sciagura.
Qual è lo scopo che porta gli scienziati ad interessarsi del Triangolo delle Bermuda?
Come tutti sanno, gli scienziati si sono sempre interessati a tutto cio’ che si verificava in prossimita’ del Triangolo delle Bermuda.Gli esperti non solo hanno esaminato i rilievi dei fondali sottostanti il Triangolo delle Bermuda ma le loro ricerche si sono estese anche sui minerali. 
Hanno esplorato le condizioni atmosferiche che di solito caratterizzano quella zona e l'impatto che il clima potrebbe avere sul l'acqua.Durante questo meticoloso studio, gli scienziati sono stati in grado di fare nuove scoperte che nonostante cio’ non sono riuscite a svelare il mistero che aleggia intorno al Triangolo delle Bermuda. Essi non sono stati in grado di capire il motivo per cui alcune navi e aeromobili con delle persone a bordo sono scomparse improvvisamente solo in questa zona. 
L'unica cosa che potrebbe rivelarsi agli scienziati, è il fatto di sapere che il Triangolo delle Bermuda comprende un tratto di mare unico nel suo genere le cui caratteristiche sono si trovano in altre parti del mondo. Tuttavia, non si può spiegare come tante tragedie si sono verificate esclusivamente in quel luogo.
Qual’è il mistero che si nasconde dietro alla piramide scoperta al centro del Triangolo delle Bermuda?
Per essere onesti, si deve rilevare che almeno una scoperta importante e’ stata fatta dagli sconcertati scienziati la quale non e’ stata pubblicizzata come avrebbero dovuto fare i media in generale i non hanno ritenuto opportuno prestare quell’attenzione che meritava. La scoperta ha coinvolto alcuni scienziati americani che nel 1992 dopo aver analizzato i fondali del Triangolo delle Bermuda hanno scoperto una grande piramide.

Fatto interessante sono le sue notevoli dimensioni che sono quasi tre volte la dimensione della piramide di Cheope. Al fine di esplorare pienamente quella strana struttura , i ricercatori hanno impegato più di un mese prima di riuscire a dare una spiegazione. 
La piramide non aveva solo delle dimensioni notevoli ma anche una superficie molto liscia sulla quale,stranamente,non avevano attecchito le alghe e altri microorganismi marini.Gli scienziati non sono riusciti ancora a trovare una spiegazione sul perche’ quella strana struttura si trovasse in acque cosi’ profonde. Le persone che hanno visto la piramide, sostengono che il materiale di cui è fatta e’ molto simile al vetro o alla ceramica resa lucida artificialmente una caratteristica che e’ impossibile trovare nella ripartizione dei blocchi naturali. 
Per quanto ne sappiamo, da allora non sono stati pubblicati altri rapporti ufficiali sulla piramide che si trova nella parte inferiore del Triangolo delle Bermuda .I resoconti di quella scoperta sono stati classificati? 
Non sarebbe meglio credere che quella struttura potrebbe far parte delle rovine di Atlantide? Secondo la leggenda il popolo di Atlantide, a suo tempo, aveva creato una sorta di deposito di conoscenza prima che il continente scomparisse. Questi depositi si nasconderebbero ancora sotto il tempio del Potala, in Tibet, e sotto la piramide di Cheope, in Egitto. 
Alcuni scienziati dalle idee alternative, ritengono che nel Triangolo delle Bermuda si possa nascondere il continente sommerso di Atlantide anche se questa teoria non ha ricevuto alcuna conferma.Questa teoria ha qualcosa a che fare con gli oggetti volanti non identificati avvistati occasionalmente non lontano dalle rive portoricane ? 
Vale la pena notare che in gran parte dell’area antistante il Triangolo delle Bermuda, i ricercatori hanno notato più volte degli oggetti volanti non identificati emergere direttamente dalle profondità dell'oceano e volare via a zig-zag.


fonti internet misteroufoblogspot.com



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ALIENII CAMUFFATI VIVONO TRA NOI!
28 Nov 2014 03:17 pm

Scienziati della University of California : Alieni camuffati vivono tra noi

alini nordici
Gli scienziati della University of California hanno fornito un'ipotesi insolita che suggerisce che degli alieni simili a noi avrebbero vissuto sulla Terra per un lungo periodo di tempo nascondendosi all'occhio della gente in modo da esercitare la loro attivita’di osservatori.
Naturalmente, non ci sono prove di questa presenza aliena sulla Terra, ma secondo fonti antiche, compresa la Bibbia, il nostro pianeta è stato visitato da rappresentanti di civiltà extraterrestri fin dalla sua nascita.
Nel 2000 gli scienziati della University of California, guidati dal professor Jonathan Malkisom, hanno tenuto una conferenza stampa, nel corso della quale veniva comunicata la sensazionale notizia che dei rappresentanti di civiltà extraterrestri vivono da tempo tra gli esseri umani il cui aspetto, molto simile a quello degli esseri umani, gli permette di non farsi riconoscere e condurre in incognito l’attivita’ di monitoraggio del genere umano."
E 'come una versione estrema del camuffamento che adottano alcuni insetti e animali. Inoltre, secondo i documenti storici, questi alieni hanno vissuto sulla Terra fin dal principio della creazione ", ha dichiarato Adrian Kent dell'Istituto di Fisica Teorica del Perimeter Institute in Canada un importante centro per la ricerca scientifica, la formazione e la sensibilizzazione educativa nella fisica teorica fondante. Una conferma delle parole dello scienziato canadese si trova nel libro della Genesi, nel punto in cui è descritto il confronto di Giacobbe con l'Onnipotente:
"E Giacobbe rimase solo; e un uomo lottò con lui fino al sorgere dell'alba. " Gli antichi filosofi hanno cercato da sempre una risposta alla domanda se gli esseri che arrivano dal cielo sono membri della stessa tribù, come gli angeli. 
La risposta al loro interrogativo è stata no, dal momento che gli esseri che venivano dal cielo erano mortali, mentre gli angeli vivono per sempre.La questione sulla presenza di civiltà extraterrestri e’ stata apertamente e seriamente discussa per la prima volta solo nel XX secolo, soprattutto dopo che la CIA aveva declassificato una piccola parte dell'archivio sul cosiddetto caso Roswell, quando i militari americani avevano recuperato un disco volante che veniva immediatamente trasportato presso la loro base.Alcune indiscrezioni riferiscono, che oltre ai detriti dell’oggetto spaziale sconosciuto, erano stati trovati anche i corpi di tre creature dall’aspetto umanoide che tuttora verrebbero tenuti nascosti all’interno della base militare meglio conosciuta come Area 51. Secondo alcune teorie, a provocare lo schianto dell’UFO è stato l'impatto del radar di terra sulle attrezzature di navigazione degli alieni.Secondo un'altra versione, l'UFO è stato colpito da un fulmine.
Da alcuni rapporti si viene a sapere che il presidente statunitense John F. Kennedy, pochi giorni prima della sua morte, aveva chiesto al capo della CIA di fornire tutti i materiali in suo possesso circa l'incidente, senza riuscire ad avere l’autorizzazione per accedere agli archivi più segreti gestiti dall’intelligence americana. Dal 1980, numerose persone hanno iniziato a sospettare che le Autorita’ Militari e alcuni membri dei servizi di intelligence non solo avevano visto l'UFO nel cielo, ma erano stati all'interno di questi oggetti con lo scopo di entrare in contatto con gli alieni.
Ecco cosa afferma uno dei più famosi contattisti la profeta, mistica e chiaroveggente bulgara Baba Vanga: "A volte alcuni di questi alieni mi prendono per mano. Essi comunicano solo con alcuni abitanti del nostro pianeta e osservano costantemente ogni nostra attivita’ sulla Terra", ha riferito Baba Vanga sui suoi contatti con i rappresentanti di civiltà extraterrestri. 

Che cosa vogliono gli alieni sulla Terra?
C'è solo una ipotesi, che è stata suggerita nel suo libro dallo scienziato britannico Timothy Good: 
"La Terra non è più una loro 'base intermedia.' Essi si sono stabiliti sul nostro pianeta intenzionati a rimanervi per moltro altro tempo. "
Nel mese di gennaio 2011, gli scienziati britannici avevano annunciato la necessità di prepararsi ad affrontare un incontro con una civiltà extraterrestre, suggerendo anche la creazione di un comitato speciale presso le Nazioni Unite.
© Fonte di riferimento disclose.tv/ all right reserved ©


fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.com
.



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

DEEP IMPACT...
27 Nov 2014 04:28 pm

Deep Impact;L'ONU sta sviluppando un sistema per annunciare l'apocalisse

 'Deep Impact'ONU
Un team di scienziati e ingegneri nominati dall'ONU sta sviluppando un programma in grado di rilevare e segnalare all'intero pianeta un eventuale pericolo proveniente da una cometa o asteroidi potenzialmente fatali.
'Deep Impact'Secondo il quotidiano ' El País ', l'idea della possibile fine del mondo è nata nel 2008, quando per la prima volta nella storia, gli astronomi sono stati in grado di rilevare un oggetto solido poco prima di entrare nell'atmosfera e schiantarsi a terra . Per 20 ore, gli astronomi del Minor Planet Center (MPC, acronimo in inglese) insieme con gli esperti e gli appassionati di tutto il mondo avevano osservato l'asteroide TC3 che si stava dirigendo verso il territorio del Sudan come un missile.
Tuttavia, gli scienziati non sono stati autorizzati a riferire su una eventuale minaccia che potrebbe provenire da questi bolidi perché non hanno ancora un protocollo da seguire per questi casi visto che la questione verte su come avvertire la popolazione mondiale in caso di un imminente disastro.
Tuttavia, l'aumento di meteoriti rilevati negli ultimi anni nello spazio a una distanza preoccupante per il nostro pianeta ha costretto gli astronomi a prendere seriamente in considerazione la questione dell'attuazione di un protocollo di emergenza. Così, nel mese di gennaio di quest'anno si e’ organizzata una conferenza in occasione della quale si sono riunite tutte quelle istituzioni responsabili della rilevazione e l'osservazione delle comete, asteroidi e altre minacce provenienti dallo spazio.
Il nuovo sistema di monitoraggio è destinato a coordinare il lavoro di tracciamento di minacciosi oggetti in modo che il genere umano possa avere almeno qualche possibilita’ di fuga in caso di pericolo.Nel corso della seconda riunione organizzata lo scorso settembre, e’ emerso un rapporto che elenca le priorità nell'annunciare all’umanita’ una situazione preoccupante dovuta all’approssimarsi di pericolosi oggetti provenienti dallo spazio.
Il coordinatore del mandato delle Nazioni Unite, Sergio Camacho, di Messico,spiega come il sistema di rilevamento dovra’ mettere in guardia i leader delle nazioni in caso di pericolo, che, a loro volta, dovrebbero informare le rispettive popolazioni, sempre se faranno in tempo a nascondersi in qualche bunker a stelle. 
© Fonte di riferimento:RT

fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.com

 
 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

CONTATTI CON CIVILTA'...
26 Nov 2014 03:21 pm
CONTATTI CON CIVILTA' ET: UN PIANO DEL PENTAGONO!


Agli inizi degli anni '60, il Pentagono, aveva elaborato
un piano dettagliato e in diversi punti, nel caso si
fosse scoperto un pianeta con una civilta' aliena.
Il piano prevedeva l'invio di sonde o altri mezzi ade-
guati per studiare a fondo e in segreto la civiltaì ET e
anche a distanza molto ravvicinata sul pianeta stesso.
Se tutti i sondaggi e le analisi effettuate si fossero
concluse in maniera positiva, si sarebbe poi passati
alla fase pieni contatti o contatto massimo con il
pianeta alieno. Nel caso che, si fosse invece con-
cluso che il contatto con tale civilta' ET avrebbe
potuto arrecare un danno palese a detta civilta',
il contatto sarebbe stato annullato.
Il piano è' ancora valido, e venne riportato dal
noto giornalista ufologo americano Franck Edwuars,
molto noto allora per le sue ricerche serie sul
mistero degli UFO negli USA.



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ALLA RICERCA...
26 Nov 2014 10:16 am

Alla ricerca di vita extraterrestre sui fondali del Mar dei Caraibi

© source image;rt.com
Gli scienziati della NASA stanno studiando l'ecosistema unico nel suo genere che si trova sul fondo del Mar dei Caraibi il quale potrebbe fare ipotizzare la possibilità che qualche forma di vita potrebbe vivere du altri pianeti nascosti come Europa la luna di Giove che nasconde un oceano sotto la sua superficie.
Secondo quanto riferito dal Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA il tipo di ecosistema che si trova nella fossa delle Isole Cayman potrebbe sostenere la teoria che suggerisce la presenza di vita extraterrestre su Europa,il satellite in orbita intorno a Giove . 
"Per più di due terzi della storia della Terra, la vita è esistita solo sotto forma di microbi", ha dichiarato Max Coleman, ricercatore principale del JPL. "Inizialmente nell'oceano inesplorato non c'era niente", ha detto Coleman. "E poi, all'improvviso, le condizioni idrotermali e un ecosistema di massa ha consentito che gli oceani venissero riempiti di altre forme di vita ". 
Le preoccupazioni scientifiche si concentrano su una delle più profonde sorgenti idrotermali nel mondo, nel Mar dei Caraibi, dove migliaia di piccoli gamberetti si accatastano in strati striscianti lungo le rocce nei pressi delle sorgenti di acqua calda ove si nutrono di materia organica prodotta da alcuni tipi di batteri.
I batteri sopravvivono in queste sorgenti sottomarine di acqua calda a temperature fino a 400 gradi Celsius, in quanto sono in grado di ottenere energia in assenza di luce, utilizzando solfuro di idrogeno, un prodotto chimico che abbonda negli affioramenti che sono indispensabili per produrre materia organica. 
"Che una creaura del genere possa vivere su Europa, la luna di Giove dipende tutto dalla quantità effettiva di energia che viene rilasciata in quell’oceano alieno attraverso sorgenti idrotermali ", ha concluso Emma Versteegh, borsista post-dottorato presso il JPL.

fonti internet, cortesia misteroufoblogspot,com



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

IL PIANETA CHE NON....
25 Nov 2014 07:20 pm

Il pianeta che non dovrebbe esistere: astronomo scopre misterioso corpo celeste al di là di Nettuno

image
© screenshot youtube;nemesis maturity
Le prove che il 'Pianeta X' - il misterioso e ipotetico pianeta che si dovrebbe trovare verso la parte esterna del nostro sistema solare - ha preso una nuova svolta grazie alla matematica di un celebre astronomo.
Rodney Gomes, astronomo presso l'Osservatorio Nazionale del Brasile a Rio de Janeiro, afferma che le orbite irregolari di piccoli corpi ghiacciati oltre Nettuno implicano che un pianeta quattro volte le dimensioni della Terra potrebbe orbitare intorno al nostro Sole nelle frange esterne del nostro sistema solare.Gomes che ha misurato le orbite di alcuni oggetti presenti nella fascia 92 Kuiper - piccoli corpi e pianeti nani - ha dichiarato che sei di questi oggetti sembravano essere stati deviati dalla loro rotta da qualche enorme forza di attrazione.Parlando ad una riunione della American Astronomical Society,Rodney Gomes ha presentato alcuni calcoli complessi e modelli elaborati al computer, indicando che l'esistenza di un altro pianeta potrebbe essere reale.
Rodney Gomes ha riferito agli astronomi della American Astronomical Society che il motivo più probabile per queste orbite irregolari potrebbe essere attribuito alla presenza di un’altra enorme 'massa planetaria',un corpo molto distante e abbastanza potente da deviare le orbite degli altri pianeti della fascia di Kuiper.Egli ha suggerito che il pianeta fantasma sarebbe quattro volte più grande della Terra - circa le dimensioni di Nettuno e disterebbe dal sole 140 miliardi di miglia , ovvero circa 1.500 volte oltre la distanza dalla Terra.
Lo scienziato planetario Rodney Gomes dell'Osservatorio Nazionale di Rio de Janeiro, ha suggerito che il Pianeta X potrebbe essere un altro corpo "solare" visto che molti dei fratelli del sole hanno i loro rispetivi pianeti, per cui è possibile che queste stelle abbiano potuto attrarre a se’ quei pianeti che prima erano condizionati dalla forza gravitazionale esercitata da altri corpi.
Rodney Gomes non il primo a suggerire che il Pianeta X si potrebbe nascondere dietro Nettuno .
© Fonte di riferimento:ufosightingshotspot
© Fonte Video:nemesis maturity

fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.com



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ANTICHE CIVILTA' MARZIANE...
23 Nov 2014 08:18 pm

Antiche civiltà marziane annientate da un conflitto nucleare

Secondo la strana teoria formulata da un fisico statunitense, un'antica civiltà marziana fu distrutta da alieni ostili attraverso l’uso di bombe nucleari, le quali avverte il fisico, potrebbero essere utilizzate contro laTerra.
John E. Brandenburg, fisico del plasma presso la società Orbital Technologies, dal 2011 continua ad asserire che il colore rosso di Marte è dovuto a un'esplosione di origine termonucleare. 
"La superficie di Marte è ricoperta da sostanze radioattive come l'uranio, torio e potassio. Un'esplosione nucleare avrebbe potuto lasciare residui sul pianeta", ha dichiarato il fisico a Fox News presentando la sua strana teoria.Secondo alcuni rapporti fatti pervenire al Daily Mail sembra che la scienza stia cercando di approfondire e avvalorare la sua idea, che un'antica esplosione potrebbe essere stata provocata da una razza aliena intelligente
La conclusione di un ultimo rapporto redatto dal fisico sostiene che gli isotopi nucleari presenti nell'atmosfera di Marte assomigliano a quelli presenti nella bomba a idrogeno, che, secondo la sua teoria, dimostra che si tratta di "un esempio di come una civiltà puo’ essere distrutta attraverso un attacco nucleare proveniente dallo spazio ".La sua ricerca si basa sulla concentrazione nell'atmosfera marziana di xeno-129 , oltre a dell’uranio e torio rilevato sulla superficie del veicolo spaziale Odyssey della NASA .
Secondo la sua teoria, Marte aveva due antiche civiltà di umanoidi. 
I Cydonians e Utopians, erano due razze aliene che avevano un livello tecnologico simile a quello degli antichi egiziani.Nel frattempo, gli scienziati affermano che la comparsa di questi elementi su Marte non è sorprendente, dal momento che sono elementi naturali che si trovano in tutto il mondo.Il fisico sostiene che prima dell'esplosione Marte aveva un clima simile a quello della Terra come anche la vita animale e vegetale. 
Il fisico sostiene che anche noi dovremmo temere un attacco contro il nostro pianeta, quindi suggerisce che si dovrebbe organizzare una missione con equipaggio per sapere con che cosa abbiamo a che fare su Marte .John E. Brandenburg ha concluso la sua ricerca presso l'Università della California,mettendo in gioco la sua reputazione attraverso l’esposizione della teoria della distruzione nucleare di Marte, che molti considerano solo pseudoscienza.






Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 Prossime >>

Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments