UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo è il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


UN UFO VERDE...
09 Oct 2014 08:47 am

Un altro UFO di colore verde avvistato questa volta in Perù

osni Peru'
Il 5 ottobre 2014, una donna si e’ resa testimone dell’avvistamento di un incredibile oggetto luminoso apparso nel cielo di Lima, capitale del Perù.
L'UFO di colore verde aveva una forma discoidale e a volte sembrava cambiare forma assumendo l’aspetto di un "boomerang".La testimone inizialmente era convinta di osservare il volo di un drone controllato da remoto, nonostante fosse sprovvisto delle luci lampeggianti che per legge anche gli aerei senza pilota devono essere dotati .
Questo avvistamento ricorda quello del 3 Ottobre 2014, quando durante un bolllettino meteo trasmesso in diretta su TVA News, una rete canadese, un misterioso oggetto di colore verdastro faceva la sua comparsa dietro le spalle della conduttrice Colette Provencher.Forse è lo stesso oggetto?

 Fonte di riferimento
 
fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.it



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ALLARME PER MARTE...
07 Oct 2014 07:14 pm

Allarme per l’impatto della cometa C/2013 A1 su Marte! Per gli scienziati Russi potrebbero esserci conseguenze disastrose per la Terra

 

Come pubblicato dall’ANSA, il telescopio spaziale Hubble ha catturato nuove preziosissime immagini della cometa Siding Spring che il prossimo 19 ottobre sfiorerà Marte: nel momento di massimo avvicinamento si troverà a meno di 140.000 chilometri dal Pianeta Rosso, neanche la metà della distanza che separa la Terra dalla Luna.

cometa-marte-2

Al momento sembra escluso il rischio di impatto, ma preoccupano gli effetti che potrebbero avere le polveri della cometa sui rover e sulle sonde delle missioni di Nasa e Agenzia spaziale europea (Esa). Proprio le immagini catturate da Hubble potrebbero rivelarsi molto utili per valutare tutti i rischi di questo passaggio ravvicinato da brivido. La più recente risale allo scorso 11 marzo, quando la cometa Siding Spring (il cui vero nome è C/2013 A1) si trovava a circa 588 milioni di chilometri dalla Terra.

cometa-marte-colisao

Gli astronomi russi avvertono: “Cometa prossima ad impatto su Marte”

L’allerta proviene dagli astronomi dell’Agenzia Spaziale Federale della Russia (ROSCOSMOS) ed è stato già allertato anche il presidente, Vladimir Putin. Gli esperti russi, ritengono molto probabile la possibilità di una collisione tra la cometa Siding Spring e Marte, tanto da consigliare l’attivazione delle difese spaziali della federazione e rendere operativi i 5 mila rifugi destinati alla popolazione civile.

Marte-e-cometa

The comet of 2014 makes a close approach to Mars and puts on a spectacular show for the Opportunity Mars Exploration Rover.

L’allerta degli astronomi russi, è motivata dal fatto che l’impatto della cometa con Marte, genererebbe una detonazione pari a 20 miliardi di megatoni di tritolo, con un cratere dal diametro di 500 chilometri e la possibilità quindi di scaraventare nello spazio un enorme cumulo di detriti, i quali comincerebbero a precipitare verso il Sole, attraversando l’orbita della Terra, con frammenti che potrebbero essere piccoli come un’automobile, ma anche grandi quanto un campo di calcio.

 fonti internet, cortesia speciale sgnidalcielo.it

———————————-





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

MOLECOLE ORGANICHE...
06 Oct 2014 11:12 am

Molecole organiche nelle nubi interstellari

All'interno di una nube di gas interstellari è stata individuata per la prima volta una molecola organica con una struttura ramificata. Poiché questa struttura è una caratteristica fondamentale degli amminoacidi - i "mattoni" della vita, già osservati nelle meteoriti - la scoperta che nella regione osservata le molecole con strutture ramificate sono molto abbondanti fa sperare di rilevare nel mezzo interstellare anche la presenza di amminoacidi.
Una molecola organica ramificata è stata identificata per la prima volta in una nube di gas dello spazio interstellare. La scoperta, realizza da astronomi del Max Planck Institut per la radioastronomia a Bonn e descritta in un articolo su Science, è particolarmente importante perché “la rilevazione di questa molecola ci dice che nel mezzo interstellare potrebbero esserci amminoacidi: la struttura rappresentata dalla catena laterale è una caratteristica fondamentale di queste molecole”, ha detto dice Karl M. Menten, che ha diretto la ricerca. L’individuazione di amminoacidi – i “mattoni” della vita – nelle meteoriti aveva già fatto ipotizzare che essi o i loro precursori si potessero formare nel mezzo interstellare, ma finora le molecole organiche scoperte nelle nubi di gas erano composte da uno scheletro di atomi di carbonio disposti in un’unica catena lineare più o meno lunga, ma senza alcuna ramificazione. La scoperta è avvenuta quando i ricercatori, ispezionando con il radiotelescopio IRAM di Grenoble una ragione di intensa formazione stellare – la nube gigante di gas prossima al centro della Via Lattea chiamata Sagittarius B2 – hanno rilevato la presenza di butirronitrile (n-C3H7CN), la più grande molecola organica a catena lineare già identificata nelle nubi interstellari. La successiva osservazione della stessa regione con il radiotelescopio più sensibile dell’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA), in Cile, ha permesso di rilevare anche le righe spettrali tipiche dell’isopropile di cianuro (i-C3H7CN), la cui formula bruta è identica a quella del butirronitrile, ma che ha una struttura ramificata. Con grande sorpresa degli astronomi, è anche risultato che l’isopropile di cianuro era quattro volte più abbondante della sua controparte lineare. “L’enorme abbondanza di isopropile di cianuro suggerisce che le molecole ramificate possano essere la regola, e non l’eccezione, nel mezzo interstellare”, ha detto Robin Garrod, coautore dello studio. Grazie al recente potenziamento della sensibilità di ALMA, i ricercatori intendono ora condurre un sondaggio spettrale sistematico di Sgr B2 per cercare le “impronte digitali” di nuove, ancor più complesse molecole interstellari.

Lin


Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ECCO COME...
05 Oct 2014 12:29 pm

Ecco come veniamo manipolati ogni giorno dai media di potere


controllo-mentale-manipolazione
Ecco come veniamo manipolati,e come i poteri forti ci inducono a pensare ciò che vogliono

manipolati controllo mentale manipolazione mass media

I poteri forti vogliono ad ogni costo controllare le masse,utilizzano tv,media,agenti chimici ecc per la manipolazione mentale.Ecco come veniamo manipolati.

I mezzi di comunicazione di massa sono i più potenti strumenti utilizzati dalla classe dirigente per manipolare la collettività. Essi formano e plasmano le opinioni e gli atteggiamenti, e definiscono ciò che è normale e accettabile.

Non è una novità che un piccolo gruppo di “élite” abbia come obbiettivo quello di controllare le masse. Il controllo di massa è sempre stato uno strumento utilizzato sotto forma di propaganda, usato per alterare la percezione e quindi influenzare grandi masse.
I metodi moderni di controllo mentale sono per molti aspetti mere estensioni, ad un livello tecnologico più elevato, di ciò che, in maniera prevedibile, è sempre risultato vincente: religione, sport, politica, istruzione, ecc.

Con l’avvento della televisione, si è aperto un nuovo mondo per coloro che aspiravano a diventare controllori. Infatti, i mezzi d’informazione sono stati facilmente riuniti in corporazioni e resi abbastanza uniformi gli uni con gli altri, da poter tradurre i messaggi fondamentali, mentre incoraggiano la passività, e presentano, pure, l’illusione della scelta. Allo stesso tempo, la scelta è stata ridotta in settori fondamentali come la finanza, l’istruzione e la salute, con pagine e pagine di legislazione e di “incentivi” per garantire la conformità.

Oggi, però, siamo entrati in una fase pericolosa, in cui il controllo mentale ha assunto una dimensione scientifica e fisica che include un sofisticato assalto, a spettro completo, sulla mente sotto forma di sostanze chimiche nel cibo, nell’aria (scie chimiche) e nell’acqua, così come tramite le interferenze elettromagnetiche e l’onnipresente cocktail della Big Pharma che inquina non solo il diretto utilizzatore, ma trabocca, anche, nel resto della popolazione inconsapevole. In combinazione con il controllo su istruzione e mezzi di comunicazione, non c’è da meravigliarsi sul perché la vera ribellione fatichi a prendere piede.

Purtroppo, la verità è che quasi tutti noi siamo immersi in un colossale sistema mediatico nel quale radio, televisione e stampa plasmano continuamente e subdolamente le opinioni e le credenze delle persone, dicendole cosa e come pensare.
Se si vuole continuare a stare nella beata ignoranza, allora conviene smettere di leggere questo articolo e andare subito a piazzarsi davanti alla televisione; ma se si vuole prendere la pillola rossa, allora continuate a leggere, perché più a fondo si va nella tana del bianconiglio, più si scoprono fatti strani e curiosi.

Solo in Italia, secondo uno studio promosso da Sipra, Rai e Starcom Mediavest Group, un cittadino medio passa circa 4 ore e mezza al giorno davanti alla TV, rubando spazio alla socialità e al confronto con le altre persone. Il 45% degli italiani è monomediatico, si affida cioè ad un solo mezzo d’informazione; di questi, la quasi totalità, il 93%, sceglie la Tv.

La radio è al secondo posto tra i medium preferiti. Al terzo posto si trova Internet, per i giovani dai 15 ai 24 anni e gli adulti dai 25 ai 44, mentre tra i 45enni e oltre è preferita la lettura dei quotidiani, scelti peraltro più dagli uomini, mentre le donne prediligono i periodici.

Molti di noi sono così assuefatti a questo continuo bombardamento informativo che se venissero sconnessi dal sistema, comincerebbero ad avere crisi di astinenza, avvertendo una sorta di malessere fisico se nelle nostre case dovesse all’improvviso regnare il silenzio.
Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Il dato più sconcertante è che il 90% delle informazioni pompate nelle nostre teste è prodotta da un’oligarchia di operatori:

1) RCS MediaGroup: gruppo con una forte proiezione internazionale che in Italia edita, tra gli altri, il Corriere della Sera, la Gazzetta dello Sport, City (quotidiano gratuito), Novella 2000, Max, El Mundo, e tanti altri… Interessante notare che tra gli azionisti risulta anche la Rothschild Bank AG Zurigo con un pacchetto azionario del 7,65%.

2) Gruppo Editoriale L’espresso: diverse attività, come carta stampata, televisione e radio. Queste alcune delle edizioni: la Repubblica, L’Espresso, Le Scienze, MicroMega, Radio Capital, Radio DJ, Deejay TV, ecc…

3) Silvio Berlusconi: grande concentrazione mediatica, tra televisioni, carta stampata, editoria: Mediaset, Mondadori, Einaudi, Medusa Film, Il Giornale, Panorama, TV Sorrisi e Canzoni, ecc…

4) Caltagirone Editore: l’azionista di maggioranza è Francesco Gaetano Caltagirone. Tra le pubblicazioni: Il Mattino, Il Messaggero, Leggo, Il Corriere Adriatico, Telefriuli, ecc…

5) Rai TV: la TV di Stato italiana con i suoi molteplici canali a disposizione della lottizzazione politica di turno… Comunque, la situazione Italiana è specchio di quella mondiale, dove c’è la stessa concentrazione nelle mani di pochi operatori. Al ché, sorge una domanda: le migliaia di ore di “notizie e intrattenimento” che queste aziende ogni anno sparano nell’etere e poi nelle nostre teste ogni anno, che effetto stanno avendo su tutti noi? E’ possibile che questi ticoon mediatici abbiano più effetto su di noi di quanto riteniamo possibile?

La potenza dei Media

La vera forza dei mezzi di comunicazione sta nella loro presunta autorevolezza: chi mai si permetterebbe di mettere in dubbio l’autenticità di una notizia data da un telegiornale o da un quotidiano? Il sistema dell’informazione, grazie al tacito consento della popolazione, definisce letteralmente ciò che per noi è importante e ciò che non lo è. Se i media non parlano di qualcosa, allora semplicemente si tratta di qualcosa che non è importante. Quante volte avete sentito una frase del tipo: Se questo che dici fosse vero, ne avremmo sentito parlare in televisione? La cosa stupefacente è che la gente non vuole neanche sentir parlare di cose non dette dalla TV. L’enorme potenza della TV si manifesta anche nei discorsi quotidiani delle persone, le quali, nella maggior parte delle loro conversazioni, non fanno altro che commentare ciò che hanno visto nei notiziari o nelle trasmissioni di intrattenimento. Ci troviamo in un’epoca nella quale le interazioni limitate tra le persone sono definite dalla connessione al sistema mediatico. La gente, piuttosto che occuparsi della loro vita reale, preferisce dedicarsi a ragionamenti su ciò che vomita la televisione nei loro salotti, cioè una vita tutt’altro che reale e che non le appartiene. Perchè mai uno dovrebbe preoccuparsi della gravidanza di tale attrice, quando poi non conosce nemmeno il nome della sua vicina di casa? Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook
C’è qualche speranza?

Fintanto che i grandi gruppi editoriali dominano e controllano le conversazioni delle persone, c’è qualche speranza di un risveglio di massa tra il popolo mondiale? Purtroppo il mondo giovanile sembra quello più esposto al bombardamento mediatico, essendo costantemente connesso alla matrix mediatica che stanno costruendo intorno a noi.

Secondo un rapporto pubblicato dal Los Angeles Times, i giovani occidentali trascorrono in media 53 ore alla settimana a guardare la TV, usare i Social Network e giocare ai videogames. Qual è il risultato ad un’esposizione così prolungata ad una propaganda continua di antivalori?

Gli adulti di oggi, quando erano ragazzini giocavano tra loro incontrandosi all’area aperta. I giovani contemporanei, invece, passano la maggior parte del loro tempo libero stando seduti davanti al monitor di un computer, fissando passivamente uno schermo. E’ segno di una società sana?

Ai sociologi e agli antropologi piace affermare che l’uomo è una creatura sociale, che siamo stati concepiti per amare ed essere amati. Ma nell’epoca attuale, la gente sembra “amare” più le loro squadre di calcio preferite, o i loro programmi televisivi, sacrificando molto tempo prezioso che potrebbe essere utilizzato per avere rapporti “reali” con altre persone.

Una condizione sociale pilotata?

Nel frattempo, l’elite globale che detiene il controllo dei mezzi di informazione, favorisce e sfrutta la nuova condizione della società digitale, distraendo la popolazione e controllando il flusso dell’opinione pubblica.

Il più delle volte, i media si concentrano sul gossip che riguarda l’ultima celebrità comparsa sulla scena, o i duelli “interpretati” dai politici dei due schieramenti, ignorando, puntualmente, le cosa importanti che intanto succedono nel mondo.

Un esempio su tutti è il totale blackout sulle notizie che riguardano le riunioni annuali del gruppo Bilderberg. Pare che numerosi direttori di giornali e telegiornali vi partecipino senza che nessuno ne venga a conoscenza. Oppure, il silenzio colpevole sul meccanismo del debito pubblico che stringe un cappio alla gola degli stati sovrani nazionali.

Se qualcuno si permette di sollevare la questione su uno di questi temi, semplicemente gli verrà risposto di essere un “cospirazionista” e che queste cose non esistono. Negare, negare perfino l’evidenza: questa è la strategia adottata.

I potenti nell’ombra. Gli “occulti” che scrivono la storia dietro le quinte
Ma chi governa realmente il mondo? C’è un gruppo ristretto che tira le fila
Ma perché la gente continua a credere alle sciocchezze pubblicate dai mass media? La verità è che siamo talmente assuefatti al sistema, da non riuscire ad immaginare una società diversa: ci è stata rubata perfino la possibilità della fantasia che ci permetterebbe di progettare un mondo diverso, fondato sulla verità e l’autorevolezza.

Perfino i politici sembrano molto più stupidi di quelli del passato: mancano di competenza, di fiuto politico e, cosa più avvilente, mancano del senso della vergogna. Ma forse lo stesso sistema politico è un enorme carrozzone messo davanti ai nostri occhi per celare i veri governanti occulti del mondo.

Naturalmente, lo stato attuale della società rappresenta un successo per l’elite illuminata, dato che più il pubblico è stupido, più è facile da dominare. La gente non riflette più per concetti, ma per luoghi comuni immessi nell’opinione pubblica dai mass media. L’unica speranza è la crescita sempre più significativa delle fonti alternative di informazione. Forse, c’è speranza, dopo tutto!

Fonti: comedonchisciotte

 

 
  1.   NOTA DI COMMENTO:

    Ecco il perche’ i media evitano di trattare la questione degli ufo e altre intelligenze aliene. Gli ufo e alieni, mettono in forse tutto lo status quo’ attualmente vigente e che deve durare costi quel che costi! Una presenza diretta degli alieni alla luce del sole, farebbero crollare di schianto come un castello di carte tutto il sitema che hanno imbastito e propinato da secoli a questa parte. Finira’ tutto un giorno?! Con gli alieni, quelli veri, si’ che potra’ finire sul serio!





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

LE FORESTE DI MARTE...
02 Oct 2014 04:31 pm

Le foreste di Marte, come mai il silenzio continua a regnare su questa incredibile scoperta?

 

Le Foreste di Marte: Come mai il silenzio continua a regnare su questa incredibile scoperta?

Posted on Redazione S.a.r.de.

Forse non tutti sanno dell’esistenza di alcune sconvolgenti fotografie trasmesse a terra dalla MOC (Mars Orbiting Camera) a bordo della sonda MGS (Mars Global Surveyor) prima che smettesse di funzionare “morendo” il 2 novembre 2006.
Oltre alle fotografie di strutture rassomiglianti a tunnel trasparenti all’interno di canyon, osserviamo la presenza di “cose” che sembrano alberi riuniti in gruppi sparsi o intere foreste.
m39
La possibilità dell’esistenza di vita extraterrestre ha sempre affascinato l’umanità. Per altro, tra gli scienziati si è fatta strada l’idea che se la vita esiste su Marte, questa debba essere allo stadio di batterio.
Nondimeno, ci sono delle immagini riprese dalla MOC che rimangono inesplicabili.

3-115-68deg-150-closer
E’ il caso della foto scattata a latitudine -82.02°, longitudine 284.38° (vicino al polo Sud marziano) che ha mostrato qualcosa di incredibile ma tutt’ora trascurato: una qualche forma di vegetazione su Marte.
(immagine n° M08-04688, link ufficiale:
http://ida.wr.usgs.gov/html/m08046/m0804688.html )

Queste formazioni assomigliano decisamente a macchie di vegetazione terrestri, compresi i sistemi di ramificazioni, fotografate dall’alto.
Ecco un lembo di suolo marziano ripreso dalla MOC che mostra alberi. La più semplice spiegazione per tali immagini, seguendo il dettame detto del rasoio di Occam, è che si tratti di organismi vegetali di un qualche genere.
Raffrontando la scala questi “organismi” possono essere enormi, alti fino a un chilometro.

m27
Tuttavia, ragioniamo sulle condizioni ecologiche del pianeta rosso. Ora su Marte c’è un clima rigidissimo ma anche in Siberia nella cui taiga esistono numerose specie arboree.
La condizione sine qua non per la crescita delle piante (sulla Terra), specie gimnosperme molto resistenti non sono la tenue pressione atmosferica e la minore gravità che, anzi, unite all’abbondanza di anidride carbonica gassosa, costituiscono un vantaggio per le piante, ma la presenza di acqua liquida nel suolo. C’è acqua allo stato liquido nel sottosuolo di Marte? Le piante che vivono nel permafrost potrebbero adattarsi a Marte? Buona domanda o no?

Gli organismi vegetali (terrestri) per vivere, crescere e riprodursi hanno fondamentalmente bisogno di tre cose:

Acqua (allo stato liquido)
Luce (inteso anche come un intervallo di temperatura)
Nutrienti minerali e anidride carbonica (da organicare attraverso la fotosintesi clorofilliana)
Ora, su Marte la quantità di luce che arriva al suolo è simile a quella che raggiunge la superficie terrestre (la maggior distanza dal Sole è compensata da un atmosfera più rarefatta). Data l’enorme effetto serra prodotto dalla CO2 in atmosfera anche la temperatura al suolo, specie ai tropici, non deve essere troppo bassa. Inoltre sul pianeta rosso esiste la disgregazione meteorica eolica e termica delle rocce per cui esiste la possibilità della disseminazione tramite il vento (anemocora) e il substrato per l’attività radicale delle piante. Le Conifere (pini, abeti, larici, sequoie) sono piante antichissime che una volta dominavano le terre emerse in particolare durante il periodo Carbonifero (350-300 milioni di anni orsono), così chiamto perché i tronchi di questi esseri vegetali con il tempo fossilizzarono diventando l’attuale carbone fossile.

Se ben guardiamo, non ci sono controindicazioni biologiche alla crescita regolare di alcune specie di piante arboree simili alle conifere terrestri su Marte.

Atmosfera più rarefatta che sulla Terra quindi maggior necessità di superfici per l’interscambio gassoso compensata dalla maggiore quantità di anidride carbonica
Gravità un terzo di quella terrestre che favorisce la crescita geotropica
Probabile mancanza di parassiti e infestanti specifici
Durata del giorno (ritmo circadiano) simile alla Terra e alternanza delle stagioni sebbene di durata doppia
Sotto tali condizioni l’ipotesi dell’esistenza di esseri vegetali giganteschi diventa più accettabile. Sovente questi “boschetti” si allargano attorno ad apparenti bacini contenenti del liquido, presumibilmente acqua. Del resto perchè non ci dovrebbe essere? L’ossigeno è abbondantissimo su Marte sia nelle rocce perlopiù ossidi (composti dell’ossigeno) sia nel’aria ricchissima di anidride carbonica. L’idrogeno che serve per formare l’H2O è l’elemento più comune nell’universo.
La necessità di celare l’esistenza di esseri vegetali viventi su Marte giustifica anche i sospetti che il colore del cielo marziano venga alterato onde celare il colore azzurrognolo causa la presenza di ossigeno di origine biologica.
Veri colori di Marte

2-115-68deg-100-lower
Nessuno scienziato sta attualmente studiando questa documentazione. Perché? A quale scopo mantenere questo incommensurabile segreto?
La questione è probabilmente di ordine religioso.
Il sistema economico globale si regge grazie ai conflitti di religione. Religione in senso metafisico e metaforico di superiorità di un sistema economico sull’altro, di una razza sull’altra, di un ordine sociale su di un altro, lo scontro di civiltà.
Se si scoprisse che antichissime civilizzazioni hanno costriìuito immense strutture su Marte, già visibili nel 1800 da Schiaparelli, il nostro mondo eretto su dogmi scolpiti nella sabbia crollerebbe.

Alla Nasa a mezza bocca ammettono di tenere nascosto tutto perché “non sappiamo gestire la verità “ (“We can’t handle the truth”).
Infatti, riflettete, quale sarebbe la conseguenza filosofica del non conoscere quale Dio ha creato la vita su Marte. Una umanità tremante e sgomenta alzerebbe gli occhi al Cielo domandandosi:
Il mio Dio o il tuo Dio?
Quale Entità più equanime, più salvifica, più misericordiosa ha piantato alberi sul suolo di un altro pianeta?
Di fronte al dilemma angosciante le guerre si fermerebbero, così il commercio di armi, i consumi si arresterebbero, con la produzione industriale che collasserebbe.
Tutti i giorni vengono commessi crimini efferati in nome di un Dio trascendente o soggettivo che è causa di orrore anzichè pace.

01a-101-e0700860-spouts
Ai leader religiosi sfuggirebbe il controllo delle masse alla stegua dei politici. Si ritornerebbe al caos primordiale, ossia prima che la morale delle religioni e l’etica delle istituzioni laiche mettessero ordine tramite i loro dettami.
Per questo, nonostante la NASA abbia fornito immagini eloquentissime, di condotti artificiali, di intere foreste, di costruzioni erette per ingraziare qualche divinità su Marte, non ne sentiamo parlare. Forse.

vegetationrver-earthvsmars
A confermare la volontà di mantenere lontano dalle “masse” queste argomentazioni subentra oggi anche il totale silenzio della missione “Curiosity” sull’argomento. Come mai ci sono arrivate solo immagini provenienti da altopiani rocciosi e non si è mostrato nulla ne’ parlato , anche come smentita, delle straordinarie foreste di Marte?

Redazione Sarde

fonte:http://pianetax.wordpress.com/foreste-marziane/

fonti internet, cortesia blohdiununiverso.altervista.orf




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

CITAZIONI
30 Sep 2014 07:01 pm
Citazioni:

UFO,UMMO. LA JAVIE E
L'ALTIPIANO DI ALBION!

Gli  avvistamente di UFO, alieni e ummiti
nella zona di La Javie e nei  territori
vicini sono stati piuttosto  frequenti
fin dagli anni '50. Ma perche tanto
interesse degli ufo e alieni per queste
zone?!   La risposta e' molto semplice:
non lontano da La Javie c'e' l'altipiano
di Albion . Dagli anni '50 e in tutto
il periodo della guerra fedda, vi era-
no le basi della force de frappè
francese con i missili nucleari pronti
a partire in caso di guerra atomica!
Basi che con la fine della guerra
fredda sono state poi smantellate.
Non a caso, quindi, gli ummiti e altri
alieni erano in quelle zone e sono
stati anche visti e incontrati piu' volte.
Fin dagli anni '40, '50, gli ET hanno
sempre controllato e sorvegliato
tutte le basi nucleari e i siti dove
venivano tenuti i missili nucleari
capaci di portare il terrore
nucleare su tutto il pianeta!
 
ufoweb2012





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

PASTORE DI 72 ANNI...
28 Sep 2014 03:25 pm

Pastore di 72 anni rompe il silenzio: “nel 1954 ho visto gli Alieni”

 

Il signor Giampieri Marziano,  dopo 60 anni rompe il silenzio e racconta la sua storia di un Incontro Ravvicinato del Terzo Tipo con tre esseri extraterrestri. Quel giorno era un semplice dodicenne, non era solo, ma era in compagnia di un suo amico nelle vicinanze di Appignano, a Colcerasa di Cingoli (Macerata).

giampieri marziano

Era il 25 ottobre del 1954 e quella che raccontano i due protagonisti sembra una storia d’altri tempi. “Io e il mio amico Pacifico Tantucci, stavamo pascolando il gregge – dice che oggi a 72 anni decide di rompere il silenzio – quando dopo esserci allontanati per qualche attimo, decidemmo di tornare e di accendere un fuoco”. Radunarono quindi il gregge e si avvicinarono al fuoco per scaldarsi. Ma ad un tratto accadde qualcosa di molto strano.

et2

Il cane inspiegabilmente si mise ad abbaiare- dice Giampieri – rivolto verso un punto davanti a noi. Decidemmo quindi di avviarci verso quel punto e una volta sul posto rimanemmo senza fiato: ci trovammo infatti di fronte tre piccoli esseri, alti circa 35 centimetri vicini da una specie di bussolotto”. Oggi la comunità scientifica li chiama Ufo e l’incontro avuto da Giampieri e Cantucci è classificato come del terzo tipo. All’epoca però simili avventure procuravano solo tanta paura.

I tre esseri portavano una tuta argentata che li fasciava completamente- continua Giampieri – avevano una testa molto granderispetto al resto del corpo. La nostra presenza li impaurì e con fare deciso salirono dentro il cilindro e se ne andarono”.

Secondo il ricordo di Giampieri il cilindro si alzò da terra con una velocità impressionate lasciandosi dietro una palla di fuoco che esplose con un fragore che richiamò l’attenzione di una donna anziana che stava svolgendo dei lavori nei campi. La donna, Maria Ruggeri si chiamava, disse di avere visto un oggetto circondato da molte luci volare e scomparire. Una volta a casa i due pastorelli raccontarono tutto ai genitori. Qualcuno raccolse qualche confidenza e la cosa divenne un caso di portata nazionale.

ufo cilindrico

 “Vennero i carabinieri che ci interrogarono per parecchi giorni per capire che cosa fosse realmente accaduto - racconta Giampieri – mentre la stampa nazionale diede parecchio risalto alla vicenda. Naturalmente – continua – la nostra giovane età e la natura dei fatti raccontati fecero sì che la nostra storia non fosse creduta ufficialmente, anche se ci furono, e continuarono per molti anni, visite di noti studiosi. Ricordo quella del professore Massimo Inardi, parapsicologo di fama mondiale e conosciuto per le vincite realizzate nella trasmissione televisiva Rischiatutto che, per oltre trent’anni, quando si trovava in zona, veniva a farci visita”.
All’epoca la vicenda ebbe vasta eco e reazioni controverse. “Minacciarono di farci il test della macchina della verità, noi nonostante, le pressioni e la paura confermammo sempre il nostro racconto e quello che avevamo visto”. Infine un particolare: si ironizzò anche sul nome di Giampieri, Marziano (dal santo omonimo e non dagli omini strani), ma quell’avventura vissuta con l’amichetto, nel 1954, appassionò tutta l’Italia.

Allìepoca dei fatti, esperti ufologi del Gruppo “Bilancia” di Ancona del Giornale dei Misteri, effettuarono delle indagini approfondite sul caso dell’Incontro Ravvicinato avvenuto a Colcerasa. Il rapporto scritto lo potete trovare su questo link, dal titolo: gli Oninidi di Colcerasa.

fonti internet,cortesia speciale segnidalcielo.it




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

SECONDO IL GENERALE...
28 Sep 2014 08:35 am

Secondo il generale Nathan Twining i dischi volanti non sono tutti di origine terrestre

 Nathan Twining
Secondo molti, questo è uno dei più importanti documenti mai pubblicati sul fenomeno Ufo. Il 23 settembre 1947, proprio all'inizio dell'era dell’Ufologia "moderna", il generale Nathan Twining, capo della US Air Material Command (AMC), scrisse una lettera classificata al Generale dell'Air Force George Schulgen spiegando il suo punto di vista sugli avvistamenti di "dischi volanti". 

Nathan Twining  Ufo

Egli scrive che gli oggetti volanti sono "un fenomeno reale e non il frutto di visioni fittizie" senza escludere a priori l’ipotesi che alcuni di loro potrebbero essere dei fenomeni naturali. 
"Le caratteristiche particolari delle loro manovre estreme e a volte apparentemente evasive quando avvistati fanno pensare alla possibilità che alcuni di questi oggetti sono controllati manualmente, automaticamente o in remoto . "
Il generale Nathan Twining ha elencato diverse descrizioni che accumunano alcuni tipi di UFO.In genere questi oggetti sono silenziosi e dall’aspetto metallico la cui superficie spesso sembra riflette la luce del sole; a volte vengono descritti con una forma circolare o ellittica e spesso piatta sul fondo. Molte descrizioni indicano anche la presenza di una cupola sulla parte superiore dell’ogetto. Altri rapporti riferivano che questi oggetti erano stati visti spesso volare in formazione. 
Nonostante cio’ gli scettici hanno dichiarato che le affermazioni del generale Twining non possono essere avvalorate da alcuna prova visto che nessun relitto di disco volante e’ stato recuperato.Nessuno mette in dubbio che il generale avrebbe potuto venire in possesso di informazioni particolarmente sensibili. Quello che non sappiamo è se Twining avrebbe effettivamente raccontato a Schulgen di un crash UFO e se una cosa del genere sarebbe davvero accaduta. D'altra parte, Twining ha affermato che gli UFO non erano un segreto da parte dell’opinione pubblica americana. 
Forse il Generale Twining nascondeva il fatto che gli UFO sono stati classificati come frutto di una tecnologia Top Secret? 
E 'una domanda che molti di noi si pongono spesso.Dopo più di cinquant'anni, la risposta sembra essere NO per il semplice fatto che non c'è alcuna prova credibile sul fatto che gli Stati Uniti avrebbero costruito nel 1947 un qualche tipo di velivolo sperimentale capace di effettuare le manovre tipiche degli autentici dischi volanti. In ogni caso, perché mai il Generale Twining aveva consigliato a Schulgen di continuare a studiare i dischi volanti se erano semplicemente classificati dei velivoli sperimentali? 

1949- il Memo dell’FBI . 

Questo documento di tre pagine è altrettanto straordinario come il Memo del Generale Twining. Il 31 gennaio 1949, l'FBI ha emesso una nota sugli UFO, dal titolo "Tutela delle installazioni vitali."Il documento classificato è stato inviato al direttore dell'FBI J. Edgar Hoover, G-2 dell'esercito, l'Office of Naval Intelligence, e l'Air Forza Ufficio affinche’ venissero condotte delle indagini speciali. Si parla anche di un incontro avvenuto tra questi gruppi che avevano discusso del fenomeno UFO. 

Ecco una dichiarazione chiave del documento: 

"L'intelligence dell'esercito ha recentemente comunicato che la questione dell'aereo non identificato o 'Unidentified Aerial Phenomena,' altrimenti noto come 'disco volante' o 'Balls of Fire,' è considerato top secret dagli ufficiali dell'intelligence ,dall'esercito e dalle forze aeree. "
Per tutto il tempo, fonti governative avevano comunicato al pubblico che questo fenomeno era solo frutto di una combinazione di falsi allarmi, allucinazioni, aerei convenzionali e la errata identificazione dei fenomeni naturali.Allora, erché discuterne se il soggetto era considerato top secret? La risposta è contenuta all'interno della nota stessa. Si parla, per esempio, del rischio di una collisione che aveva coinvolto un aereo di linea commerciale con un grande "razzo" artificiale che viaggiava ad una velocità stimata intorno ai 2.700 miglia all'ora. La sconvertante nota spiega che il sensibile spazio aereo nelle vicinanze dell'installazione della Commissione per l'energia atomica a Los Alamos, Nuovo Messico era stato sorvolato da oggetti sconosciuti .Queste intrusioni sarebbero avvenute durante tutto il mese di dicembre del 1948 (il 5, 6, 7, 8, 11, 13, 14, 20, e 28).I testimoni di questi "fenomeni inspiegabili" erano questa volta degli "agenti speciali dell'Ufficio Special Investigation, piloti di aerei, ispettori di sicurezza di Los Alamos e privati ​​cittadini" .Gli avvistamenti continuarono per tutto il 1949 e un oggetto simile era stato visto nella zona il 6 gennaio dello stesso anno.La nota prosegue spiegando che "le recenti osservazioni hanno indicato che i fenomeni non identificati viaggiano a una velocità stimata pari ad un minimo di tre miglia al secondo e un massimo di dodici miglia al secondo, raggiungendo cosi’ le 27 mila miglia all'ora ". 
Inoltre, "in due diverse occasioni è stato indicato un cambiamento verticale del loro percorso." In altre parole, l’Ufo era in grado di manovrare a velocità molto elevata e sembrava concentrare il suo interesse su Los Alamos. La nota precisa che i rapporti della comparsa dell'oggetto riferiscono che esso era tipicamente rotondo e a volte a forma di diamante , con una zona luminosa ben definita . Vi è una certa speculazione all'interno del documento sul fatto che gli oggetti avrebbero potuto essere di origine sovietica, anche se nessuna prova e’ mai emersa a sostegno di questa teoria.Le uniche conclusioni raggiunte dallo studio sono che quegli oggetti potrebbero essere dei fenomeni naturali o opera dell'uomo anche se essun esperimento scientifico conosciuto potrebbe dar luogo a tali fenomeni.Nella terza pagina del documento è stata proposta l'idea dei "raggi cosmici" senza che alcuna teoria o prova venisse a sostegno di essa.Anche se la nota non indica l'ipotesi extraterrestre (ETH), il tentativo di spiegare il fenomeno di Los Alamos sia come fenomeni naturali o artificiali non fornisce alcuna prova concreta . 


fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.it



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

IL PIANETA X...
24 Sep 2014 11:37 am

La ricerca del potenziale pianeta X tutt'altro che finita

The Man From Planet X
The Man From Planet X." 1951 (United Artists)
La caccia all'ipotetico "Pianeta X" è stata infruttuosa finora. 
Una nuova analisi dei dati raccolti dal Wide-Field Infrared Survey Explorer (WISE) della NASA non ha rivelato alcun segno del misterioso Pianeta X la cui presenza dovrebbe essere cercata nel sistema solare esterno. Nonostante cio’ gli scienziati non hanno rinunciato alle ricerche di questo misterioso pianeta o una debole stella lontana dal sole.
"Credo che gli astronomi continueranno a cercare un compagno lontano al sole attraverso una più profonda indagine," ha dichiarato Kevin Luhman della University of Pennsylvania. Luhman, che studia le stelle di piccole dimensioni e le "stelle mancanti" note come nane brune, ha recentemente pubblicato i risultati della sua ricerca del Pianeta X utilizzando WISE. (Guarda le Immagini del WISE Space Telescope della NASA). 
"Abbiamo un naturale desiderio di determinare meglio il contenuto del nostro sistema solare", ha affermato Luhman. "C'è un grande volume di spazio nel sistema solare esterno e vorremmo sapere cosa c'è veramente là fuori." 
Una recente scoperta potrebbe dare una nuova spinta alla caccia del Pianeta X.Il 26 marzo 2014 i ricercatori hanno annunciato di aver scoperto un pianeta nano che orbita intorno a un sole lontano,in una regione in gran parte inesplorata conosciuta come la Nube interna di Oort. Inoltre, le orbite dell’oggetto transnettuniano che orbita attorno al Sole su di un'orbita particolarmente eccentrica (dalle 81 UA del perielio alle 446 UA dell'afelio) conosciuto come VP113, e alcuni dei suoi vicini, sono coerenti con l'esistenza di un pianeta- "perturbatore" molto distante dal sole - forse così lontano che non puo’ essere rilevato con gli strumenti attuali. 
Un compagno invisibile 
Per più di un secolo, gli astronomi hanno considerato la possibilità che un altro corpo massiccio potrebbe esistere nel sistema solare esterno.Percival Lowell ha coniato il termine "Pianeta X" a cavallo del 20 ° secolo per riferirsi a un grande pianeta sconosciuto che potrebbe essere il responsabile delle alterazioni delle orbite di Urano e Nettuno. 
Più di recente, l'idea crebbe fino a includere una possibile stella, una compagna nana del sole, soprannominata "Nemesis".Nel 1980, gli scienziati hanno suggerito che un compagno del sole potrebbe essere responsabile delle estinzioni di massa sulla Terra che avverrebbero ogni 26 milioni di anni.
Essi hanno teorizzato che una piccola e debole stella o un grande corpo,una nana bruna più grande di un pianeta, troppo piccola per innescare le reazioni di fusione che le stelle subiscono periodicamente attraverso la Nube di Oort, potrebbe nascondersi nel sistema solare esterno. Per via degli effetti gravitazionali,questo corpo potrebbe inviare una pioggia di comete verso il sistema solare interno, dove alcune di queste potrebbero entrare in collisione con la Terra e minacciare qualsiasi forma di vita presente sulla Terra. 
L’ Infrared Astronomical Satellite (IRAS), il primo telescopio spaziale per la scansione dell'intero cielo attraverso l'infrarosso, ha raccolto una grande quantità di dati nei primi anni 1980, senza trovare alcun segno della presenza di questo misterioso e distante oggetto .Dati più dettagliati sono stati forniti con lo stesso risultato da Two Micron All-Sky Survey della NASA (2MASS) un decennio e mezzo più tardi. Nonostante I risultati la ricerca del corpo misterioso non termino’ affatto. Uno studio del 1999, per esempio, ha accertato delle anomalie sottili nelle orbite delle comete come una possibile evidenza degli effetti provocati da un lontano compagno del Sole .Uno studio condotto nel 2011 giunse alla stessa conclusione. Il team di astronomi aveva suggerito che queste anomalie potrebbero essere il risultato degli effetti di un gigantesco pianeta gassoso soprannominato " Tyche ". 

Ancora scansione dei cieli 
La maggior parte degli astronomi di oggi non danno molto credito alle affermazioni e alle testimonianze storiche sulla presenza di una stella compagna o un pianeta lontano. Eppure la caccia continua, perché la possibilità che un tale organismo potrebbe esistere è molto reale. 
Un oggetto simile probabilmente non sarebbe rilevabile con gli strumenti attuali, qualora si trovasse a una distanza 250 volte in piu’ rispetto a quella che separa la Terra dal Sole via, secondo quanto riferito dai ricercatori.I recenti risultati di WISE offrono uno sguardo ancora più dettagliato sui corpi freddi presenti all'interno del sistema solare. Il lavoro di Luhman, pubblicato su The Astrophysical Journal, non ha rilevato alcun segno di corpi dalle dimensioni di Saturno a una distanza 10.000 volte superiore alla distanza che separa la Terra dal Sole. 
(La distanza della Terra dal Sole, conosciuta come una unità astronomica o AU, è di circa 93 milioni di miglia, o 150 milioni km).La ricerca del Pianeta X non ha permesso di individuare pianeti grandi come Giove o di maggiori dimensioni, senza escludere le nane brune e le stelle di piccola massa, distanti 26.000 AU.Se gli scienziati non hanno mai suggerito che una stella o un pianeta invisibile potrebbe compromettere la vita sulla Terra, perche’ mai gli astronomi continuano comunque a cercare il Pianeta X? 
"Anche se nessuno ha mai dichiarato di aver scoperto le prove della presenza di un grande corpo nel sistema solare, si potrebbe cercare un oggetto di questo tipo con un nuovo all-sky survey che è in grado di vedere oggetti più deboli rispetto alla precedente rilevazione," ha dichiarato Luhman.Migliorare la tecnologia potrebbe fare la differenza quando si tratta di cercare un compagno del Sole.Secondo Luhman, c'è una piccola possibilità che un lontano compagno del Sole avrebbe potuto perdersi dopo essersi allineato vicino ad una stella luminosa. 




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

TELETRASPORTO
24 Sep 2014 09:23 am

Teletrasporto da record Una particella inviata a 25 chilometri di distanza

 Non è ancora un risultato da Star Trek, ma una particella di luce è stata teletrasportata in un cristallo distante 25 chilometri. L’esperimento, descritto sulla rivista Nature Photonics, batte di gran lunga il record dei 6 chilometri raggiunto ormai dieci anni fa dallo stesso gruppo di ricerca dell’Università di Ginevra e rende sempre più vicina l’era delle comunicazioni e della crittografia quantistiche.
“Non si tratta realmente del teletrasporto dei film di fantascienza, ma è qualcosa di simile”, ha spiegato Fabio Sciarrino, esperto di ottica quantistica all’Università Sapienza di Roma. Il lavoro realizzato dai ricercatori svizzeri è più precisamente un teletrasporto quantistico, ossia il trasferimento dello ‘stato quantico’ di una particella di luce, cioè un fotone. “La differenza è che nel teletrasporto quantistico – ha spiegato Sciarrino – non avviene il ‘trasferimento’ della particella, quindi di materia, ma della sua informazione. Otteniamo una particella uguale alla prima, quindi una sua copia quantica perfetta”. Un trasferimento di dati, quindi, apparentemente banale, ma che ha una straordinaria particolarità: la copia della particella viene realizzata senza in nessun modo ‘guardare’ la prima. “Nel mondo ‘classico’ – ha proseguito il ricercatore – se voglio trasferire un’informazione e trascriverla da un’altra parte devo in qualche modo leggerne il contenuto, altrimenti non è possibile copiarlo. In questo caso, nel mondo quantistico, non c’è bisogno di ‘leggere’ nulla”. La chiave di questa trasmissione è nel cosiddetto entanglement dei fotoni, ossia un particolarissimo ‘abbraccio’ tra le due particelle. I fotoni entangled sono una sorta di gemelli siamesi che nascono insieme e che ‘sentono’ istantaneamente qualsiasi cambiamento che avviene nell’altro, anche se si trovano a distanza. Un fenomeno paradossale nel nostro mondo classico, ma tipico del bizzarro mondo delle particelle. Una volta creata una coppia di fotoni entangled è possibile separarli, una copia viene ‘rinchiusa’ all’interno di un cristallo, mentre l’altra viene inviata come ‘facsimile’. “Il miglioramento della tecnica da parte dei ricercatori svizzeri, rappresenta un passo importante per la reale diffusione di sistemi di comunicazione quantistica”, ha precisato Scarrino. “Si tratta – ha proseguito – di una comunicazione assolutamente impossibile da decifrare, a differenza di quanto avviene oggi. Esistono già i primi kit per questa crittografia e a breve si diffonderanno sempre di più”. Fonte: http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/fisica/2014/09/22/teletrasporto-da-record_ee2c3332-9b93-4895-a59c-21fedf8f8068.html 

 http://ununiverso.altervista.org

fonti internet, cortesia terrarealtineblogspotit



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 Prossime >>

Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments