UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo è il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


LA TEMPESTA SOLARE CHE...
06 Aug 2014 04:20 pm

La maxi-tempesta solare che potrebbe distruggere la Terra. Gli esperti: “come 10 miliardi di bombe atomiche”

Cataclysmic-Solar-Flares-For-2012.jpgUna maxi tempesta solare potrebbe distruggere la Terra. L’allarme lo lancia un gruppo di icercatori dell’Università di Bristol secondo cui un evento apocalittico di questa ntura ha buone probabilità di scatenarsi con conseguenze serissime per tutto il sistema di comunicazione e infrastrutture del nostro pianeta. A scatenare la ridda di dubbi e allarmi -riporta il sito greenstyke . sono state alcune appunto dichiarazioni arrivate dalla task force internazionale SolarMAX che ha il compito di calcolare i rischi di una tempesta solare. Secondo la portavoce del gruppo, Ashley Dale dell`Università di Bristol, c`è infatti una buona probabilità che un simile evento si scateni in tempi più o meno brevi.

image92Una super tempesta solare di grandi proporzioni produrrebbe una quantità di energia pari a quella scatenata da 10 miliardi di bombe nucleari come quella di Hiroshima che esplodono allo stesso tempo. Questo porterebbe al completo crollo del sistema satellitare GPS e delle telecomunicazioni in generale, con il blocco dei trasporti, l`interruzione delle linee elettriche e il mancato funzionamento di qualunque dispositivo elettronico su cui si reggono le società sviluppate. Uno scenario del genere porterebbe inoltre buona parte dell`umanità indietro di parecchi secoli, causando epidemie e vuoti di potere con disordini e forti instabilità sociali. Stando alle indicazioni fornite dalla NASA, una tempesta solare avviene in genere ogni 150 anni e considerando che l`ultima è stata registrata nel 1859, le possibilità che se ne verifichi un`altra nell`immediato sono molto alte. Questa posizione trova d`accordo molti studiosi, ma c`è chi avanza dei dubbi sull`attendibilità di questi calcoli.

solar-stormTra quanti non si fidano di questi modelli c`è Massimo Messerotti dell`osservatorio di Trieste dell`Istituto Nazionale di Astrofisica e membro del consiglio direttivo della SWIC (Space Weather Italian Community), un gruppo che mira a creare un coordinamento europeo per l`osservazione di questo genere di fenomeni. Lo studioso italiano ha dichiarato: Non ci sono elementi per dire se arriverà a breve o fra 100 anni. Sappiamo che si verificherà, ma non siamo in grado di dire quando. L`importante è essere preparati ad affrontare questi eventi estremi. Messerotti afferma che la statistica evidenziata dalla NASA è troppo rudimentale e approssimativa, perché l`evento del 1859, conosciuto anche come evento Carrington (dal nome dell`astronomo britannico che rilevò l`attività solare), non è l`unico avvenimento significativo di questo tipo.

star_flareA sostegno di tale tesi c`è il fatto che dal 1859 ad oggi ci sono state diverse tempeste di grande intensità, come quella del 1921, che potrebbe essere stata addirittura superiore all`evento di Carrington, ma eventi rilevanti si sono avuti anche nel 1989 e nel 2003, quando tra ottobre e novembre la cosiddetta “tempesta di Halloween” causò non pochi problemi al mondo delle telecomunicazioni. È chiaro comunque che non bisogna chiedersi “se” avverrà una super tempesta solare, ma “quando” avverrà. Se le osservazioni della NASA fossero corrette vorrebbe dire che sono passati 155 anni dal precedente evento, per cui l`arrivo di un nuovo fenomeno può considerarsi imminente o, comunque, fortemente probabile entro i prossimi 10 anni. Su una cosa gli scienziati sono però concordi ed è l`assoluta necessità di convincere i governi e a coordinarsi e a mettere in atto misure adeguate atte a limitare i danni, preservando l`integrità delle infrastrutture e dei servizi di base per garantire continuità alla civiltà attuale.

Foto 1 di 4
 
fonti intenet,cortesia meteoweb.eu



 




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

RECENSIONI TV:
05 Aug 2014 07:45 am

QUESTA SERA, 5 LUGLIO , SU FOCUS CANALE 56
DALLE 21,15 ALLE 23:


21:15 - ALIENI: NUOVE RIVELAZIONI
21:40 - ALIENI: NUOVE RIVELAZIONI
22:05 - ALIENI: INCONTRI RAVVICINATI
22:30 - ALIENI: INCONTRI RAVVICINATI


 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

BOLIDI ILLUMINANO...
02 Aug 2014 07:32 pm

Bolidi illuminano il cielo del Nord Italia: spettacolo memorabile e boom di segnalazioni

bolideBoom di segnalazioni per avvistamenti di bolidi nel cielo del Nord Italia ieri sera. Le prime segnalazioni sono giunte da Vercelli, Ivrea, Ciriè, Torino, Busto Arsizio, Milano, Novara, Varese, Como e Casale Monferrato, con direttrice da Sud/Est a Nord/Ovest verso il Monte Rosa e di magnitudine molto brillante. Le testimonianze parlano di una scia di luce molto intensa durata qualche secondo prima di disintegrarsi a contatto con l’atmosfera terrestre.

A queste si aggiunge la segnalazione di Daniela Fresc che testimonia l’avvistamento intorno alle 22:30 dalla collina di Valdengo in provincia di Biella, e la descrive come “una palla bianca molto molto luminosa e vicina alla terra, con contorni bianchi, tipo raggi o fasci di luce, con una bella e definita coda sempre di colore bianco. Il suo colore bianco era veramente molto, molto intenso tanto che sembrava essere irreale.” Altra segnalazione arriva da Forte dei Marmi, Lucca, di Michela Luchetti che indica come orario le 21:40 circa: “Ho visto come una palla di colore bianco giallo, non rossa, non molto grande, ha lasciato come una scia e poi è come esplosa e si è disintegrata. Non ha generato nessun boato.”

Bolide SiciliaUn bolide, definito scientificamente meteoroide o meteora, è un frammento di roccia delle dimensioni di un piccolo sasso, che entra nella nostra atmosfera a velocità molto elevata, che in talune circostanze può arrivare a superare i 260.000 Km/h. La visione di questi corpi è caratterizzata da una palla di fuoco che cade velocemente dal cielo, lasciando dietro di sè una scia di luce della durata di qualche secondo, e che solo in rarissimi casi assume una pericolosità tale da creare danni. Possono assumere varie colorazioni: dal bianco al rosso, dal verde all’arancione. In alcune circostanze possono addirittura esplodere, dando vita a lampi di luce spettacolari (denominati flare) e/o cambiare colorazione, originando uno spettacolo memorabile per i fortunati osservatori. Questi fenomeni infatti non possono essere previsti, ed essendo imprevedibili hanno spesso osservatori del tutto occasionali. Ci sono inoltre circostanze molto rare dove i bolidi producono anche un boato dovuto all’esplosione, simile ad un tuono lontano.


FONTI INTERNET, CORTESIA meteoweb.eu

NOTA DI COMMENTO: ma saranno poi tutte meteore?! dubitamo.. forse ci sono di mezzo anche Ufo! ufoweb2012



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ECCEZIONALE! UFO DI UMMO SULL'AREA51!
31 Jul 2014 07:11 pm
L'UFO DI UMMO SULL'AREA 51 DEL NEVADA!


Nevada (USA): una turista ha filmato un Ufo nei pressi dell’Area 51
 
Nevada (USA): una turista ha filmato un Ufo nei pressi dell’Area 51

Una turista di nome Sandra è stata testimone di un avvistamento UFO nel Nevada, vicino la zona Top Secret del sito S4 dell’Area 51.  Sandra  ha “catturato” un misterioso oggetto volante mentre  si trovava sul bus turistico che attraversa appunto  il Nevada, fino ad arrivare alla nota Area 51. L’avvistamento è stato registrato sempre nel mese di Luglio 2014 ed è  un documento eccezionale.

Ghost Entity attacks338 Jul. 31

Ghost Entity attacks337 Jul. 31

ufo area 51

Sandra D. ha raccontato che stava filmando fuori dal finestrino del bus quando un “qualcosa” è schizzato velocemente davanti ad i suoi occhi.  “ Inizialmente ho pensato si trattasse di un volatile o di alcuni detriti,  ma riguardando poi il filmato mi sono accorta di aver involontariamente “catturato” un Ufo”.

L’oggetto andava così velocemente che non ha lasciato a Sandra nemmeno il tempo di reazione. La testimone ha cercato di zoomare in direzione della cima della montagna, ma l’Ufo era gia sparito improvvisamente. Quando Sandra ha rivisto il filmato ha capito subito che si trattava di qualcosa di eccezionale. Si è trattato di un Ufo oppure Sandra ha ripreso un velivolo militare americano di ritorno nell’Area 51? In attesa di approfondimenti vi invitiamo ad osservare l’eccezionale filmato.

A cura di Stefano S.

fonti internet, cortesai specialissima segnidalcielo.it





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ECCEZIONALE!
31 Jul 2014 06:54 pm
ECCEZ IONALE!
UN UFO DI UMMO RIPRESO SULL'AREA51
DEL NEVADA!


Un UFO  dalla tipica e inconfondibile sagoma
ummita e' stato ripreso nella zona dove sorge la
mitica area51 del Nevada! Qualcuno si chedera:
che cosa  ci faceva un Ufo di Ummo in questa zona?
Evidentemente era li' per sorveglare la sitazione,
come del resto hanno sempre fatto gli ummiti.
osservare e sorvegliare! In tutti i casi,
questo ci conferma che sono sempre su
questo pianeta. Non hanno piu' mandato
messaggi, ma ci sono sempre e d'altra parte,
perche' avrebbero dovuto continuare ad
inviare informazioni scritte?! Le hanno
mandate per oltre 30 anni e non possono
certo continuare a inviarle all'infinito!
Ma vedete poi l'artico con le foto che
riportiamo. Ufoweb2012
 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

RECENSIONI TV:
28 Jul 2014 11:32 am

DOMANI SERA 29 LUGLIO SU FOCUS CANALE 56,  DALLE 21,15 ALLE 23:

iNFORMARSI SUGLI Ufo E ALIENI PER SAPERE!

21:15ALIENI: NUOVE RIVELAZIONI 
21:40ALIENI: NUOVE RIVELAZIONI 
22:05ALIENI: INCONTRI RAVVICINATI 
22:30ALIENI: INCONTRI RAVVICINATI
 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ANNICIO SHOCK DELLA NASA...
28 Jul 2014 07:29 am

L’annuncio shock della NASA: “Terra sfiorata da una tempesta solare che ci avrebbe rispedito nell’800″



 tempesta-solareLa terra e’ stata sfiorata da una tempesta solare che avrebbe potuto rispedirci nel XVIII secolo. La notizia viene fuori solo adesso, ma il fatto risale al 23 luglio di due anni fa, quando il sole ha generato due enormi nubi di plasma che avrebbero potuto avere un impatto catastrofico con la nostra atmosfera. Per fortuna in quel momento la Terra non si trovava nella direzione del materiale espulso dal Sole. Il fenomeno, noto come ‘espulsione di massa coronale’, e’ stato il piu’ potente almeno degli ultimi 150 anni. Lo scrive il sito della NASA nelle sue pagine dedicate alla scienza. “Se in nostro pianeta fosse stato colpito- avverte il fisico Daniel Baker dell’Universita’ del Colorado- staremmo ancora cercando di rimediare ai danni. Si sarebbero potuti interrompere tutti i circuiti elettrici facendo tornare la civilta’ contemporanea al 18esimo secolo”. Le tempeste solari estreme rappresentano infatti una minaccia per l’alta tecnologia: possono provocare blackout radio e gli errori di navigazione gps. Elettroni e protoni accelerati dall’esplosione, inoltre, sono letali per l’elettronica dei satelliti. Una espulsione di massa coronale come quella del luglio 2012 poteva causare ovunque interruzioni di corrente, disabilitando tutto cio’ che si inserisce in una presa a muro. Secondo uno studio della National Academy of Sciences, l’impatto economico di una tempesta solare potente potrebbe superare i 2.000 miliardi dollari, una cifra 20 volte superiore ai danni provocati dall’uragano Katrina.


fonti internet. coresia meteoweb.eu

 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

LA MISURA PRECISA DI UN PIANETA ALIENO!
28 Jul 2014 07:26 am

Astrofisica: ottenuta la misura più precisa di un mondo alieno



PianetaSi chiama Kepler-93b, ha un diametro di 18.800 chilometri e orbita attorno a una stella a circa 300 anni luce da noi: e’ il pianeta extrasolare che conosciamo con maggior precisione. La misura del suo diametro, realizzata da ricercatori dell’Universita’ di Washington a Seattle e pubblicata su Astrophysical Journal, e’ la piu’ precisa di sempre. Averla ottenuta e’ un successo che avvicina sempre piu’ la scoperta di eventuali pianeti abitati, un obiettivo che secondo molti ricercatori e’ possibile raggiungere entro pochi anni. “Una misura cosi’ precisa – ha spiegato Sarah Ballard, responsabile dello studio – che e’ come essere capaci di misurare l’altezza di una persona che si trova su Giove sbagliando di appena 2 centimetri”. Il successo e’ stato possibile confrontando le immagini ottenute da due telescopi spaziali, Spitzer e Kepler, e usando anche dati raccolti da strumenti di terra. Kepler-93b e’ un pianeta roccioso simile al nostro pianeta ma piu’ grande e con una superficie ‘infuocata’ a 760 gradi. Si tratta quindi di un pianeta che non potrebbe ospitare la vita ma il successo di questa misura e’ una dimostrazioni dei grandi passi in avanti fatti per lo studio dei pianeti extrasolari e che rendono sempre piu’ vicina la scoperta di vita aliena.


fonti  internet, cortesi meteoweb.eu




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

UN SISTEMA MIGLIORE DI INTERNET!
24 Jul 2014 11:01 am
Un sistema migliore di internet!

Esiste un sistema informativo migliore di
Internet e che non e' stato ancora attuato:
si tratta del sistema informativo Stellar:



Il Sistema Stellar

L'evoluzione dei sistemi di telematica e di trasmissione è oggi assai superiore alla capacità di utilizzo di questi sistemi.
Si può affermare che oggi l'hardware è più potente del software.
Lo scibile umano ha accumulato sulla Terra e fuori di essa una massa di informazioni che, se convenientemente portate alla conoscenza di tutti, potrebbe veramente modificare la stessa immagine che l'essere umano, e segnatamente l'individuo in quanto tale, ha di se stesso.
E' possibile selezionare ed immagazzinare queste informazioni in una colossale memoria e metterle a disposizione di chi le chiede alla velocità della luce.
Stellar è il primo sistema informativo su richiesta individuale via etere.
Con Stellar, tramite un semplice terminale collegato ad un satellite geostazionario, chiunque può chiedere qualunque tipo di informazione ed ottenerla immediatamente.
Stellar è costituito da un complesso di apparecchiature meccaniche, elettroniche e spaziali e da un software in grado di utilizzarle mediante equipe di uomini e donne in ogni parte della Terra e fuori di essa.

L'apparato tecnico è composto da:

AKASHA - Memoria centrale
MAYAN - Satellite madre
DEYAN - Satellite gemellato
ASHAT - Unità periferica
YANT - Unità di collegamento utente



Akasha - Memoria centrale

Akasha è una memoria centrale installata sotto il suolo di un Paese che garantisce l'autonomia e l'indipendenza del sistema da qualsiasi tentativo teso a condizionare il funzionamento del sistema stesso e le informazioni raccolte e divulgate.

Akasha ha le seguenti caratteristiche:

- è collegato ininterrottamente via etere al satellite Mayan con un sistema di ricetrasmissione in codice;
- è dotato di una memoria nella quale vengono immagazzinate ed organizzate le informazioni (dati ed immagini);
- è assistito da sistemi di autodifesa che ne garantiscono la completa inviolabilità.



Mayan - Satellite madre

Mayan è un satellite geostazionario collegato ad Akasha, l'unità centrale del sistema, nonché a cinque Deyan, satelliti gemellati e, tramite questi ultimi, a tutti gli altri satelliti gemellati.
Mayan è dotato di sistemi di autodifesa, di apparecchi telescopici e di microfoni amplificati in grado di ricevere e trasmettere via etere.



Deyan - Satelliti gemellati

Oltre al satellite madre il sistema Stellar è costituito da 23 satelliti geostazionari, tra di essi intercomunicanti, denominati Deyan.
I satelliti gemellati sono direttamente accessibili da utente e comunicano con il satellite madre direttamente o tramite ponte con gli altri satelliti gemellati.
Anche i Deyan sono dotati di sistemi di autodifesa, di apparati telescopici e di microfoni amplificati in grado di ricevere e trasmettere da terra e dallo spazio.



Ashat - Unità periferiche

Le Ashat sono unità di ricetrasmissione a terra che aggiornano continuamente l'unità centrale tramite collegamento via satellite.
Sono previste 98 unità periferiche collocate in altrettanti diversi Stati della Terra.



Yant - Terminali utenti

Gli utenti sono dotati di apparati che, mediante i satelliti geostazionari, comunicano con l'unità centrale: sono gli Yant.
L'apparecchiatura è costituita da microprocessore, monitor, tastiera e microfono, traduttore acustico e visivo ed altri accessori mediante i quali chiedere e ricevere le informazioni.
E' altrsì possibile, ed anzi auspicabile, trasmettere informazioni via Yant: l'utente abilitato potrà così concorrere all'aggiornamento ed all'accrescimento della memoria centrale.
Sono disponibili diversi tipi di terminali utenti, a seconda dell'utilizzatore: dalla piccola unità personale a quella per le aziende e gli stati.



Il funzionamento

Le unità periferiche Ashat trasmettono le informazioni all'unità centrale Akasha via satellite Mayan e Deyan.
L'unità centrale Akasha elabora le procedure d'immissione ed acquisisce le informazioni sia per inserimento diretto che per ricezione dalle unità periferiche Ashat via satellite.
Akasha seleziona le informazioni e le rende disponibili agli utenti, nella lingua con la quale viene richiesta l'informazione stessa.
Gli utenti, con i terminali Yant, si collegano via satellite all'unità centrale Akasha per chiedere, ottenere e fornire informazioni.

fonti internet,cortesia speciale wgov.org





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

LUNA, 21 LUGLIO 1969...
21 Jul 2014 08:46 am

Luna, 21 Luglio 1969: “un piccolo passo per un uomo, ma un grande balzo per l’umanità”

l E’ il 20 luglio del 1969, 45 anni fa Neil Armstrong scende la scaletta del modulo spaziale e lascia la sua impronta sul nostro satellite. L’emozione attraversa ogni angolo della Terra. L’Apollo 11 porta a termine la sua straodinaria missione, il traguardo è raggiunto. E ancora oggi quel giorno d’estate è ricordato e celebrato in tutto il mondo. Sono le 4,56 minuti e 15 secondi del 21 luglio 1969 in Italia, le 22,56 minuti e 15 secondi (east time) del 20 luglio negli Stati Uniti, quando il comandante della missione Apollo 11 imprime la sua orma sul nostro satellite. “Ora scendo. Sarà un piccolo passo per un uomo, ma un gigantesco passo per l’umanità” dice Neil Armstrong titubante sull’ultimo gradino della scaletta del Lem ‘Aquila’. Poi, finalmente, allunga la gamba e poggia il suo piede sinistro sulla gessosa superficie della Luna. Un passo, solo un passo. Ma che segna lo sbarco del primo uomo al mondo su un corpo extraterrestre. Con Armstrong, poco dopo, scende sulla Luna anche il suo compagno di ‘viaggio’ Edwin Aldrin, detto ‘Buzz’, mentre in orbita intorno alla Luna, a bordo della capsula madre ‘Columbia’, resta ad aspettarli il terzo astronauta della Missione Apollo 11, Michael Collins, Mike per gli amici. collinsParadossalmente è l’unico così vicino, ma anche l’unico che non può vedere in diretta l’evento. Sulla Terra milioni e milioni di persone sono incollati ai monitor delle Tv, nessuno vuole perdere l’appuntamento con il progresso. Da allora a oggi sono passati 45 anni, ma l’impronta impressa da Armstrong è ancora indelebile nella storia dell’umanità. Il viaggio verso la Luna è cominciato quattro giorni prima, il 16 luglio 1969, dalla base di lancio di Cape Canaveral, in Florida, quando il razzo Saturno V, alto 110 metri e pesante oltre 2.000 tonnellate, lascia la rampa 39A del Kennedy Space Center. E inizia la straordinaria avventura. Dopo Armstrong, dal Lem ‘Aquila’ anche Aldrin scende sulla Luna. Si guarda intorno e con la base Nasa commenta: “E’ una magnifica desolazione”. Ora i due astronauti devono raccogliere campioni di roccia e scattare foto del nostro satellite. Per circa 2 ore e 30 non fanno altro. A Terra riportano più di 21 chili di pietre lunari. Raccontano che muoversi sulla Luna è più facile di quanto avevano immaginato. Sulla Luna lasciano una targa: “Qui, uomini dal pianeta Terra posero piede sulla Luna per la prima volta, luglio 1969 d.C. Siamo venuti in pace, a nome di tutta l’umanità”. Per il resto dei loro giorni i tre astronauti americani sono degli eroi, non solo negli Stati Uniti e non solo per le insegne della Nasa. Il 26 agosto 2012 Neil Armstrong muore a 82 anni, a piangerlo, a ricordarlo è ogni media e ogni cittadino di ogni Paese.

neil_armstrongNEIL ARMSTRONG – Armstrong, comandante della missione Apollo 11, apre di fatto una nuova pagina della storia. Quel giorno il mondo intero e’ col fiato sospeso. Il modulo lunare ‘Eagle’ con a bordo il comandante Neil Armstrong e il pilota Edwin Aldrin si separa dal ‘Columbia’ dove resta il pilota Michael Collins, per scendere sulla superficie del nostro satellite. Una missione fino a poco tempo prima da pura fantascienza. Sono le 20:17:40 Utc, il comandante Armstrong prende il controllo manuale del modulo e lo adagia sulla superficie della Luna. L’approdo, mai sperato fino a quel momento, e’ nella parte meridionale del Mare della Tranquillita’, circa 20 km a sud-ovest del cratere Sabine D. E’ un approdo scelto dalla Nasa perche’ ritenuto abbastanza piano e liscio in base ai rilevamenti realizzati dai lander Ranger 8 e Surveyor 5, cosi’ come dalle mappe tracciate dal Lunar Orbiter. Alle 2:56 Utc, mentre in Italia gli orologi segnano le 4,56 minuti e 15 secondi del 21 luglio 1969, sei ore e mezza dopo aver toccato il suolo con la sonda, Neil Armstrong e’ sull’ultimo gradino della scaletta del Lem ‘Eagle’. Allunga la gamba. Esita un attimo. “Ora scendo” assicura pero’ l’astronauta al centro a terra di Houston. Poi dice la frase che segna la storia del XXesimo Secolo: “Sara’ un piccolo passo per l’uomo ma un gigantesco passo per l’umanita’”. E finalmente poggia il suo piede sinistro sulla polverosa, superficie della Luna. E’ il primo uomo a sbarcare su un corpo celeste fuori dalla Terra. Poco dopo scende anche l’astronauta Aldrin. La prima permanenza sulla Luna dura due ore, quindici minuti e dodici secondi. Venuto a mancare all’età di 82 anni, Armstrong è ricordato nella storia come il primo uomo a mettere piede sulla superficie della Luna, in qualità di comandante della missione Apollo 11. Aviatore della marina militare statunitense, pilota collaudatore e astronauta, Neil cominciò nello stato natale dell’Ohio, dove ha prestato servizio presso la NACA Lewis Research Center, divenuto poi Glenn Research Center della NASA, a Cleveland. Ha prestato servizio come pilota di ricerca, ingegnere e astronauta per la NASA, collaudando oltre 200 modelli tra aerei, razzi, elicotteri e alianti. Partecipò inoltre alla missione Gemini 8 del 1966, prima di prendere parte a quella che sarebbe stata la sua missione più importante. Dopo quel magico 21 Luglio 1969, l’astronauta ha prestato servizio come amministratore associato della NASA, prima di ritirarsi dall’agenzia spaziale. Tra il 1971 e il 1979, tra le altre cose, ha insegnato come professore universitario presso l’Università di Cincinnati, oltre ad essere stato nominato presidente della società Computing Technologies for Aviation, Inc., a Charlottesville, in Virginia. Neil era un grande sostenitore dei voli spaziali suborbitali commerciali, ma era scettico riguardo al piano della NASA di fare affidamento su nuove astronavi private. Armstrong ha lasciato la moglie Carol e due figli il 25 Agosto 2012.

  corrluna



Fonti internet,cortesi meteoweb.eu

 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 Prossime >>

Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments