UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo è il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


CHI ERA NIKOLA TESLA?
17 Nov 2014 12:15 pm

Los unnitas provienen del planeta UMMO, un planeta en órbita alrededor de la estrella enana roja Wolf 424 (situada en la constelación Virgo) y se autodenominaban OEMII (hombres de ummo) en su propia lengua.

Sus actividades consisten en compartir información técnica, transformar los paradigmas científicos y reformular la educación global.

Uno de los unnitas más conocidos es Nikola Tesla, nacido en el Imperio austrohúngaro, actual Croacia), el 10-07-1856 – muerto en Nueva York, el 7-01-1943).
 
fonte:  http://quienessomosquienesson.blogspot.it/2011/04/ummitas-ummo.html

traduzione:_
Ummitas (Ummo) 
Gli unnitas proviene dal pianeta UMMO, un pianeta in orbita attorno alla stella nano rosso Wolf 424, situata nella costellazione Vergine, e Chianata  IUMA  nella loro lingua.
 
Le  loro attività consistono in condividere informazione tecnicche, trasformare i paradigmi scientifici e riformulare l'educazione globale. 
 
Uno degli unnitas più conosciuti è Nikola Tesla, nato nell'Impero austro-ungarica, attuale la Croazia, il 10-07-1856-morto a New York, il 7-01-1943. 
 
NOTA DI COMMENTO:  chi era in realta' Nikola Tesla?
un extraterrestre proveniente da un' altro pianeta? un ummita? un terrestre istruito dagli alieni?




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

UNA COMETA ALIENA
16 Nov 2014 10:06 am

Missione Rosetta: secondo il quotidiano “The Guardian” la Cometa 67P è un oggetto alieno

 

Mercoledì pomeriggio l’Agenzia Spaziale Europea ha riscritto la storia, quando la missione Rosetta è atterrata con successo sulla cometa 67P. L’atterraggio e le prime immagini inviate dalla sonda Philae hanno però immediatamente aperto alcuni dibattiti su cosa realmente sia questa cometa e su cosa sembra nascondere. Potrebbe trattarsi di un oggetto alieno, quindi tenuto segreto dalla Nasa e dall’ESA?

philae2

 

La sonda Philae è dunque arrivata con successo sulla cometa, atterrando con eccesso di velocità. L’Agenzia Spaziale inizialmente ha perso il contatto e secondo la CNN ed il Washington Post la sonda si sarebbe posata per un totale di 3 volte, prima di arrivare in un luogo oscuro. Al momento è stabile, gli strumenti sono al lavoro compresi quelli relativi all’acquisizione delle immagini.

 sonda Philae_Rosetta

Secondo però quanto diffuso nelle ultime ore il lander Philae (come mostra la foto sopra) si troverebbe in una zona da cui è difficile accedere alla quantità di energia luminosa necessaria per alimentare le batterie solari una volta terminate quelle che stanno permettendo alla sonda di portare avanti la missione.

Secondo il  “The Guardian”  una e-mail, pubblicata sul sito “Ufo Sightings Daily”, svelerebbe la reale missione di Rosetta, ovvero si tratterebbe di una cometa aliena, più che altro un vecchio avamposto alieno.

email

Secondo il “The Guardian” una e-mail, pubblicata sul sito “Ufo Sightings Daily”, svelerebbe la reale missione di Rosetta, ovvero si tratterebbe di una cometa aliena, più che altro un vecchio avamposto alieno.

sonda Philae_Rosetta1

rosetta-ufo2

L’e-mail (nella foto sopra) accusa la Nasa e l’ESA di cover-up e le prime immagini potrebbero confermare questa ipotesi. Vi proponiamo un estratto di questa e-mail:

 Perché un’agenzia spaziale improvvisamente decide di spendere miliardi di dollari per costruire ed inviare una sonda spaziale, in un viaggio di 12 anni, per prendere solamente alcune immagini ravvicinate dalla cometa? Da almeno 20 anni la Nasa riceve suoni misteriosi dallo spazio. Dalle prime immagini alcune parti della superficie della cometa sembrerebbero essere innaturali.

Nel mese di settembre alcune immagini scattate dalla sonda Rosetta mostravano due Ufo in volo sopra la cometa ed una struttura a torre che sembrava costruita sulla superficie, emettendo misteriosi segnali radio raccolti dall’ESA.

sonda Philae_Rosetta3

sonda Philae_Rosetta4

sonda Philae_Rosetta5

La conferma dell’ESA di alcuni suoni misteriosi, denominati “canzone mistero”, hanno alimentato queste teorie. Potrebbe dunque trattarsi di una cometa aliena che sta cercando di comunicare con gli umani? Alcune immagini inviate dal lander Philae ci mostrano ulteriori anomalie riportate anche sulla famosa e-mail di cui vi parlavamo in precedenza.

sonda Philae_Rosetta5

Le foto mostrano alcuni segni e svelano alcune irregolarità nel terreno. Inoltre in una delle immagini,  si può notare una sorta di  cavo che sembra uscire dalla superficie rocciosa della cometa, alimentando cosi ancor di più la curiosità ed i dubbi. L’ESA ha giustificato lo strano fenomeno nell’immagine con un’inquadratura di uno dei 3 piedi del Lander.  Le anomalie sono diverse ed al momento i dubbi sulla reale natura della missione aumentano. Cosa c’è realmente sulla cometa 67P? Quali sono gli obiettivi dell’ESA?

di Stefano Sorce

  fonti internet, cortesia speciale segnidalcielo.it







Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

DOPO AVER VISTO....
15 Nov 2014 07:38 pm

Dopo aver visto questo video”riscriverete” la storia!La storia nascosta della razza umana


storia-razza-umana
Ecco delle testimonianze documentate riguardanti ritrovamenti incredibili che costringerebbero la riscrittura della storia ,quindi dei libri di scuola, saggi e testi universitari.

Ecco un documentario in inglese doppiato in italiano, molto interessante.
Una serie di testimonianze documentate riguardanti oggetti incredibili, veri rompicapo per geologi, archeologi e studiosi in genere della storia della razza umana denominati OOPART, acronimo di “Out Of Place Artifact” (Trad. letterale: Artefatti fuori posto) intendendo ritrovamenti archeologici palesemente antichi, ma decisamente fuori dal contesto storico coosciuto (almeno per come ci vogliono far intendere la storia) che costringerebbero la riscrittura dei libri di scuola, dei saggi, dei testi universitari…

Tratto da: jedasupport

  •  
  • fonti internet,cortesia blogdiununiverso.altervista.org



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

UNA SFERA LUMINOSA...
13 Nov 2014 07:03 pm

Una sfera luminosa sorvola la superficie di Marte


image
© screenshot youtube;Paranormal Crucible
Una serie di otto immagini riprese dal Rover Curiosity mostrano una sfera luminosa in movimento sulla superficie di Marte . Le foto sono state caricate in un video di Youtube pubblicato il 9 novembre scorso.
Le foto sono state scattate il 29 gennaio 2014 da due telecamere (Hazcams) montate sulla parte anteriore del Rover e sono disponibili per la pubblica visione presso il sito web della NASA JPL . La posizione della sfera di luce è differente in ciascuna delle otto foto che sono state immortalate per un periodo di 15 minuti dalla stessa posizione anche se la prospettiva appare leggermente diversa . 
Le foto sono la prova evidente che la palla di luce è controllata in modo intelligente.Le otto immagini scattate dalle telecamere anteriori Hazcams del Rover mostrano la sfera di luce in quattro posizioni diverse e da due prospettive leggermente diverse.Le otto immagini sono disponibili sul sito Mars Science Laboratory (MSL) che è ospitato dalla NASA / JPL (vedere le immagini MSL nella sequenza 3-10). Il fatto che le telecamere Hazcams poste a sinistra del rover che quelle di destra hanno catturato lo stesso oggetto da prospettive leggermente differenti suggerisce che il fenomeno non era dovuto ad un'anomalia di una delle lenti delle telecamere. Inoltre, come indicato nel video, la spiegazione dei pixel morti non spiegherebbe come la sfera di luce possa muovrsi in quattro posizioni diverse per ciascuna delle due Hazcams. 
Che cosa è quella sfera luminosa in movimento? Una spiegazione naturale potrebbe essere quella del fulmine globulare che è associato con i temporali sulla Terra. Il fulmine globulare non ha ancora una chiara spiegazione scientifica, ed è un evento etremamente raro e breve.
Nonostante cio’ su Marte sono stati rilevati alcuni lampi durante le violente tempeste di polvere. Le immagini fornite dal Rover mostrano la stessa sfera di luce per un periodo di 15 minuti in quello che sembra essere un chiaro e tranquillo giorno marziano senza alcun segno di tempeste di polvere. 
Se non è un fenomeno naturale né un'anomalia della fotocamera come discusso in precedenza, allora la spiegazione piu’ verosimile è che la sfera di luce potrebbe essere di origine artificiale. Una possibilità potrebbe essere che la sfera di luce e’ un drone senza pilota intelligentemente guidato appartenente ad una società tecnologicamente avanzata nascosta da qualche parte su Marte.
Le sfere di luce sono state filmate sulla Terra durante la formazione di alcuni cerchi nel grano per cui è possibile che questi fenomeni luminosi possono avere altri scopi oltre a quello di sorvegliare l’attivita’ Umana. Un'altra possibile spiegazione è che la sfera luminosa potrebbe essere una sorta di intelligenza indigena che si manifesta sulla superficie di Marte. 
È interessante notare, quello che scritto sul suo libro la ricercatrice Paola Harris, dal titolo, UFO: come si fa a parlare con una sfera di luce attraverso il quale affronta la possibilità che le sfere di luce sono una complessa forma di coscienza universale in grado di comunicare. 
Le immagini del rover Curiosity forniscono le prove convincenti della presunta scoperta di una forma di tecnologia aliena o coscienza presente sulla superficie di Marte.Entrambe le spiegazioni sono puramente indicative per quanto riguarda la presenza di altre forme di vita su Marte.  Se è così, perché la NASA non annuncia una scoperta così importante al grande pubblico? Ciò solleva la conclusione inquietante che la NASA non ha intenzione di trovare la vita su Marte, ma di nasconderla.
© Fonte Video: Paranormal Crucible



  fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.com


Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

L'ENIGMA DEL MURO DI....
12 Nov 2014 08:04 pm

L’ENIGMA DEL “MURO DI VUOTO” NELLO SPAZIO: ACCESSO AD UN ALTRO UNIVERSO?


Enormi regioni vuote nello spazio cosmico, ampie fino a 3,5 miliardi di anni luce. Secondo la teoria classica, questi immensi spazi vuoti sono incompatibili con la struttura e l’evoluzione dell’Universo. Dunque, cosa sono?
vuoto-cosmico

[Epoch Times] Immaginate di poter lasciare la Terra e di viaggiare dai sei ai dieci miliardi di anni luce verso la costellazione di Eridano.

Ebbene, durante il tragitto, incontrerete un gigantesco muro cosmico di nulla, a cui la scienza non è in grado di dare una spiegazione plausibile.

Il primo spazio di nulla nel cosmo è stato scoperto nel 2007: con il suo miliardo di anni luce di estensione aveva lasciato gli scienziati perplessi. Poi, nel 2009 è stato scoperto un altro vuoto che copre 3,5 miliardi di anni luce.

Il problema fondamentale è che questi vuoti non possono essere spiegati con l’attuale comprensione della struttura ed evoluzione dell’universo.

Si pensa che le regioni di vuoto più piccole siano state generate dall’attrazione gravitazionale in seguito al Big Bang. Ma vuoti di queste dimensioni non avrebbero potuto formarsi nel periodo di tempo successivo al Big Bang, in quanto richiederebbero molto più tempo per formarsi.

Allora cosa sono?
Quest regioni di nulla non contengono né galassie né ammassi stellari, secondo quanto riporta un articolo del New Scientist, e la mappatura infrasonica ha mostrato che il vuoto di Eridano è freddo, suggerendo, quindi, che manca anche la materia oscura.

“La cosmologia standard non può spiegare un buco cosmico così gigantesco”, spiega Laura Mersini-Houghton, ricercatrice presso l’University of North Carolina. “È l’inconfondibile impronta di un altro universo oltre il bordo del nostro”.

Naturalmente, quella di Laura Mersini-Houghton è una delle tante ipotesi che i cosmologi hanno avanzato. Al momento, il fenomeno del “muro di vuoto” rimane un mistero.

Proporzioni
La lunghezza dell’universo conosciuto è stimata a circa 93,5 miliardi di anni luce, quindi il vuoto che copre 3,5 miliardi di anni luce riveste circa il tre per cento dell’universo.

Un anno luce è pari a circa 9.461 mila miliardi di chilometri. PageTutor.com fornisce una rappresentazione visiva del numero 1 trilione (1.000 miliardi).

Fonte: ilnavigatorecurioso





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

Un enorme oggetto....
11 Nov 2014 07:09 pm

Un enorme oggetto invisibile sembra assorbire l'energia del sole

image
© screenshot youtube;myunhauzen74
Nel corso di un periodo di quattro giorni fino al 9 novembre, il 'Solar and Heliospheric Observatory (SOHO) ha rilevato una strana zona vicino al sole dove l'attività solare sembra essere deviata o assorbita da un enorme oggetto sferico.
Questo e’ quanto viene riportato in un video pubblicato su Youtube lo scorso 9 novembre 2014 da due ricercatori indipendenti.L'area interessata sembra mostrare una sorta di scudo protettivo come se qualche oggetto artificiale di enormi proporzioni si volesse nascondere dietro di esso in modo da proteggersi dall'energia del sole.Una spiegazione alternativa è che l'immensa area circolare a forma di lente potrebbe far parte di una tecnologia avanzata basata sul principio della "Sfera di Dyson." 
Le immagini di SOHO sembrano essere la prova che l’ energia del sole viene assorbita da una lente gigantesca a forma di collettore solare la cui dimensione approssimativa è sconcertante visto che misura cinque volte il diametro del sole! Le immagini solari utilizzate per identificare il presunto "scudo artificiale" o collettore solare possono essere scaricate pubblicamente dal sito della NASA ove sono conservate le immagini spettrometriche di SOHO (LASCO). I dati video registrati dal LASCO C2 (arancione) e C3 (blu) rivela che dal 6 al 9 novembre, una zona individuata nella parte bassa e a destra del sole sembra non avere alcuna attività solare, mentre le aree circostanti appaiono cosi’ come le vediamo tutti i giorni. In entrambi i casi l'energia solare viene deviata dalla regione circolare e assorbita da una sorta di lente le cui enormi dimensioni sono molto piu’ grandi eispetto a quelle del sole.
Le dimensioni della zona interessata, suggerisce che l'oggetto emisferico è stato progettato per assorbire l'energia solare verso un punto preciso, piuttosto che deviare lontano il flusso di energia .Un attento esame delle immagini di repertorio del LASCO C2 (arancione) , in particolare, suggerisce che l'attività del sole viene effettivamente assorbita, piuttosto che deviata da una enorme lente emisferica di qualche tipo.L'idea di un invisibile collettore solare dalla forma emisferica è coerente con lo sviluppo di una nuova generazione di collettori e pannelli solari progettati per essere rivestiti di vetro e avere una forma sferica .Uno di questi pannelli solari si chiama "Rawlemon Generator Solar Energy", che è descritto come segue : 
Il disegno Rawlemon utilizza una lente sferica per concentrare la luce solare su un piccolo pannello fotovoltaico e combina con un perno a doppio asse che segue il movimento del sole. Secondo il progettista la sfera trasparente può raccogliere,concentrare e diffondere l’energia cosa che i dispositivi tradizionali non possono fare,Oltre a fornire una spinta efficace, possono essere utilizzati in più posizioni rispetto ai loro omologhi dalla struttura fissa e piatta. Si ritiene che concentrando la luce del sole in una zona specifica, il sistema Rawlemon e’ in grado di ridurre la superficie delle celle solari necessari ad appena l'1 % di quello richiesto da un pannello tradizionale.
Potrebbe qualcosa di simile al "Rawlemon Generator" essere stato progettato su una scala molto più grande per la raccolta di energia solare da parte di una civiltà extraterrestre avanzata? Secondo Freeman Dyson, un celebre astrofisico , una civiltà extraterrestre avrebbe la tecnologia avanzata per sfruttare l'attività solare su grande scala. 
Una Sfera di Dyson , per esempio, potrebbe essere costruita attorno ad un sole per raccogliere la sua energia in modo simile a come l'umanità sfrutta l'energia idroelettrica, attraverso canali d'acqua e dighe. Mentre una Sfera di Dyson è teorizzata per essere abbastanza grande da circondare un sole, principi analoghi potrebbero essere utilizzati per un gigantesco collettore solare di tipo "Rawlemon Generator" , dove una lente di vetro sferica potrebbe essere puntata verso la stella. Questa e’ meglio conosciuta come la lente "Dyson."

© Fonte Video:myunhauzen74

fonti internet, cortesia nisteroufoblogspot.com

NOTA COMMENTO:
Una potenza aliena sta preparando il collasso del pianeta Terra togliendo l'energia del sole!



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

STATI UNITI....
10 Nov 2014 08:15 pm

Stati Uniti: militari e politici pronti a testimoniare sulla presenza extraterrestre!


Come riporta il quotidiano PRWeb, più della metà della popolazione americana è convinta della presenza di forme di vita extraterrestre. Gli avvistamenti ormai sono sotto gli occhi di tutti e chiudere gli occhi non ha più senso, è giusto prepararci all’idea che non siamo soli.

ufo-congress1039-Nov.-07

Paradigm Research Group, il gruppo che promuove il programma di divulgazione e sensibilizzazione sulla presenza extraterrestre, il 5 novembre 2014 ha organizzato un congresso al fine di ottenere importanti audizioni e testimonianza sulla vita extraterrestre.

Paradigm Research Group, dal 29 aprile al 3 maggio 2013, ha prodotto alcune audizioni presso il National Press Club; 42 persone ( militari, attivisti, politici e ricercatori ) hanno testimoniato per circa 30 ore, nell’arco di 5 giorni, sulla presenza di forme di vita aliena.

Il 5 novembre scorso ha ottenuto le prime audizioni dal Congresso sui fenomeni extraterrestri dal 1968 ad oggi. L’obiettivo è quello di raggiungere entro febbraio 2015 più testimonianze possibili da consegnare direttamente al governo affinché le balle che ci raccontano possano crollare.
Steve-Bassett-05

Steve Bassett – 05
Stephen Bassett, famoso ufologo e direttore di Paradigm Research Group
Stephen Bassett, famoso ufologo e direttore di Paradigm Research Group, ha dichiarato che decine di testimoni di alto rango si sono fatti avanti dal 1992 attraverso alcune prove che confermerebbero la presenza aliena. Bassett inoltre ha dichiarato che è arrivato il momento di dire la verità alla popolazione mondiale, al fine di prepararla all’idea che ci sono altre forme di vita sul nostro pianeta.

Stefano Sorce

Redazione Segnidalcielo

 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

L'ESPERIMENTO...
05 Nov 2014 12:43 pm

L'esperimento di Philadelphia: retroscena di un insabbiamento riuscito a metà

Potrebbe essere il più grande segreto militare di tutti i tempi: il teletrasporto di un intero cacciatorpediniere! La storia del "Philadelphia experiment".

L’esercito americano ha speso cifre incalcolabili per sviluppare armamenti di guerra: armi laser, motori nucleari, aerei ipersonici, macchine talmente incredibili da sembrare fantascienza.

Per questo, quando si parla di eventi apparentemente impossibili, avvenuti in basi militari, ci si assicura che non sia vero? Una storia in particolare ha stuzzicato la nostra fantasia, una storia che da oltre settant’anni rifiuta di cadere nel dimenticatoio



La vicenda nasce nel 1955 in Michigan, da un uomo che rifiutava di sprofondare in un mondo di intrighi e mezze verità. Ma quanti di noi riescono sempre nei propri intenti?

Morris K. Jessup, un uomo di scienza con una laurea in astronomia e una fiducia incrollabile nelle tecnologie non ancora scoperte e sperimentate, era convinto che gli alieni fossero in grado di deformare lo spazio tempo per attraversare immense distanze interstellari, ma per sua sfortuna, in quel periodo gli ufo attirano più l’attenzione di Hollywood che della comunità scientifica, e quindi è difficile essere presi sul serio.

C’è qualcuno però che lo ascolta. Il 13 gennaio del 1956, Jessup riceve un messaggio che gli cambierà la vita. Ha inizio una delle leggende scientifiche più durature di tutti i tempi.

In quella lettera c’è scritto che dodici anni prima, in piena seconda guerra mondiale, la marina militare ha condotto degli esperimenti estremamente sofisticati su un cacciatorpediniere, la USS Eldridge, facendolo letteralmente dissolvere nell’aria. Pare che durante uno dei test, la nave si sia rimaterializzata a trecentoventi chilometri di distanza, prima di scomparire di nuovo e ricomparire a Philadelphia.

Nella lettera, la tecnologia che ha permesso di rendere invisibile la nave, viene attribuita ad Albert Einstein. Il grande genio avrebbe sviluppato in segreto una teoria unificata per legare tutte le leggi della fisica.

“Sicuramente era qualcosa che si cercava di ottenere da tanti anni”, spiega James S. Ottaviani, ingegnere nucleare e storico della scienza, “era l’obiettivo di Eistein. Una teoria del campo unificato combina le equazioni che governano l’interazione della materia, tra questa e la luce, ed entrambe con la gravità.

Se possiamo ottenere questa raffinata serie di equazioni che ci spiega come funzione l’Universo, forse possiamo fare qualcosa con questi dati: deformare il flusso della luce, alterare il rapporto spazio-tempo, il teletrasporto o rendere le cose invisibili”.


Einstein confermò di lavorare a questa teoria che, però, non aveva mai testato. Ma l’autore della lettera indirizzata a Jessap sostiene che l’abbia fatto in segreto e che nel cuore della seconda guerra mondiale, la Marina Militare abbia usato le sue idee sulla deformazione del flusso della luce per far scomparire il cacciatorpediniere.
“Vediamo un oggetto perchè la luce lo illumina”, racconta David Maiullo, fisico all’Università di Rutgers. “Applicando la teoria del campo unificato si potrebbe deviare la luce, in modo che non colpisca più l’oggetto ma lo circondi”.

Per Jessup questa scienza non è una sconosciuta, in quanto ne aveva scritto anche in un suo libro. Ma nella lettera si parla anche dei problemi di quella tecnologia.

I potenti campi elettromagnetici utilizzati per deformare lo spazio-tempo hanno ucciso dei marinai, mentre altri sono impazziti. Potrebbe esserci un fondo di verità scientifica in simili affermazioni?

“Il cervello funziona praticamente ad elettricità”, chiarisce il dott. Sean Montgomery, neuroscienziato, “gli impulsi elettrici stabiliscono una comunicazione tra i neuroni celebrali e, quindi, i campi elettromagnetici possono realmente alterarne il funzionamento. Per esempio, esiste il cosiddetto “Casco di Dio” che tramite onde elettromagnetiche può produrre allucinazioni”.

Secondo l’autore della lettera, i sopravvissuti sono stati costretti a firmare delle clausole di riservatezza. Di coloro che non hanno firmato si sono perse le tracce. L’autore sostiene di essere un testimone oculare, un marinaio di una nave vicina che rischia le ire della Marina Militare rivelando dei segreti nazionali e si firma come Carlos Miguel Allende.

Jessup non è sicuro: o si tratta del più grande e scandaloso insabbiamento di tutti i tempi, oppure dei deliri di un folle. Alla Marina Militare non risulta nessun Carlos Miguel Allende e nessun elemento del suo bizzarro racconto coincide con i documenti ufficiali della USS Eldridge.

“Non ci sono prove che l’esperiemento di Philadelphia sia relamente avvenuto, nè prove che quella nave si trovasse a Philadelphia”, sottolinea Jason Stroming, fondatore della New York Paranormal Society. “Secondo i diari di bordo si trovava alle Bahamas, ma se si vuole coprire un esperimento così controverso forse non lo si annota nei diari di bordo”.

Ma c’è un evento curioso che avvalora il contenuto della lettera: nel 1943, proprio all’epoca della presunta sparizione della USS Eldridge, la Marina Militare degli Stati Uniti sta lavorando realemente con Albert Einstein ad un progetto incentrato sulla Teoria del Campo Unificato, proprio ciò di cui parla Allende nella sua lettera. Per mesi e mesi, Jessup scava tra gli archivi militari, seguendo ogni minima traccia e indagando su ogni singolo contatto, ma senza risultati, o così crede.

Nella primavera del 1957, Jessup viene convocato immediatamente a Washington nell’ufficio delle ricerche navali della Marina. Jessup non ha richiesto di ricevere quella lettera, nè ha scoperto lui la storia dell’esperimento di Philadelphia, eppure adesso si ritrova ad essere un indagato. Il capo d’accusa verte su un libro scritto da Jessup sugli ufo, nel quale scrive che gli alieni sono in grado di deformare lo spazio-tempo.

A Jessup viene mostrata una copia del libro piena di note a margine scritte a mano e i militari vogliono sapere chi le ha scritte. A quanto pare, Jessup riconobbe la calligrafia di Carlos Miguel Allende. “La marina prese la cosa molto sul serio, cercando di rintracciare Allende”, racconta Stroming. “Non riuscirono a trovarlo e pensarono che potesse sapere qualcosa che loro non sapevano”.

Allende è a conoscenza di fatti ignoti alla Marina Militare, o c’è qualche segreto che non deve essere svelato? Recentemente, un ricercatore di nome Jack Voleite, ha suggerito una possibile spiegazione: una tecnologia segreta chiamata “demagnetizzazione”. Nella seconda guerra mondiale, la marina militare americana sosteneva che rendesse le navi invisibili, ma non in un modo comprensibile a tutti.

“Le navi sono fatte di acciaio, con delle caratteristiche magnetiche”, spiega Maiullo. “Durante la seconda guerra mondiale c’era una nuova arma segreta, le mine magnetiche, che attratte dall’acciaio, avrebbero fatto esplodere la nave.

Serviva una soluzione, e così fu inventato un sistema chiamato “demagnetizzazione”, grosse bobine di filo poste sulla nave che avevano un campo magnetico, così quando una nave attraversava una zona minata, queste non esplodevano perchè la nave era magneticamente invisibile”.



Ma Jessup non sa niente della demagnetizzazione e continua a trovare un modo grazie al quale gli ufo e la marina militare riescano a superare le barriere dello spazio-tempo. Nel frattempo, racconta ad un amico che sta ricevendo delle strane telefonate e che qualcuno lo segue.

L’ex moglie di Jessup racconta che Allende andò a trovarlo e che aveva fatto delle copie dei suoi libri con relative note a margine. Nessuna di queste affermazioni può essere verificata, ma supporta la teoria che forse c’era qualche complotto attorno a Jessup e ad Allende. Ma Jessup, ha davvero qualcosa di importante tra le mani, o sta diventando sempre più paranoico?

Jessup prende appuntamento con un collega scienziato, un oceanografo, il dott. Manson Valentine, per condividere quella che considera una scoperta significativa nella storia dellìesperimento di Philadelphia. Ma il collega non si presenta. Quel giorno stesso, Morris Jessup viene trovato morto nella sua auto. Tutto fa pensare ad un suicidio.

“Molti ritengono improbabile che Jessup si sia suicidato prima di un incontro così importante. Pare che a dichiararlo morto fu un medico di passaggio di nome Reed, ma mai nessuno è riuscito a rintracciarlo, nè è mai stata eseguita un’autopsia sul corpo di Jessup”, conclude Stroming.

Jessup aveva scoperto qualcosa che lo ha spinto a togliersi la vita? E l’inafferrabile Carlos Allende? Dopo la morte di Jessup, alcuni ricercatori dichiararono di aver scoperto la vera identità di Allende. Si trattava di Carl Allen, originario della Pensilvenia. Aveva sofferto di problemi e deliri mentali, ma durante la seconda guerra mondiale era stato in marina, come era scritto nelle lettere.

Una persona razionale può considerare l’esperimento di Philadelphia come un’interpretazione sbagliata, da parte di un delirante, di una tecnologia Top-Secret, ma ormai nota. E Morris Jessup? E’ semplice: Jessup si è suicidato! E’ il triste finale di una storia inverosimile, eppure qualcuno continua a chiedersi: quante volte la vita vera abbia finali così prevedibili?

fonte: ilnavigatorecurioso.it
http://ilquieora.blogspot.it

fonti internet, terrarealtimeblospot



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

GLI USA....
03 Nov 2014 12:22 pm

Gli USA ammettono di utilizzare la tecnologia aliena

ufo cilindrico
Con il recente rilascio di documenti e foto che mostrano un nuovo dispositivo segreto americano a forma di sigaro chiamato Sky Dreadnought si e’ scoperto che questi oggetti sono stati visti e fotografati gia’ dal 1960 (vedi video qui sotto), per cui è ragionevole chiedersi se gli americani non prendono in giro il mondo intero cercando di farci credere che in ​​meno di 20 anni sono riusciti a inventare l'anti-gravità applicandola su questi dispositivi .
Questi insoliti oggetti volanti sono stati visti nei cieli dell’ Ucraina e in altre zone di guerra per cui non e’ da escludere che possano trattarsi di velivoli sperimentali americani tenuti nascosti all’opinione pubblica attraverso l’attivita’ di disinformazione nel tentativo di manipolare le menti e nascondere l’evidenza che gli alieni sono tra noi e che ci osservano costantemente. 
In ogni caso,per quanto riguarda il reverse engineering, i fatti sembrano confermare sempre di più che gli UFO avvistati in Ucraina destando scalpore in tutto il mondo, sono strettamente collegati con l’attuale proliferazione di avvistamenti costringendo i vertici militari ad adottare la tattica della disinformazione attraverso la quale si vuol far credere che quegli oggetti artificiali non sono di origine terrestre.
© Fonte Video: THOR Odyssey

fonti  misteroufoblogspot.it



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

I 1O PIANETI...
03 Nov 2014 09:23 am

I 10 pianeti dell'universo conosciuto più simili alla terra

La NASA ha divulgato un piccolo catalogo contenente la lista dei pianeti extrasolari potenzialmente adatti ad ospitare la vita: questi “esopianeti” o pianeti extrastellari sono così denominati perché situati al di fuori del nostro sistema solare ed orbitanti intorno ad una stella diversa dal nostro Sole.

Ad oggi, il numero degli “esopianeti” conosciuti e confermati ha raggiunto quota 1821 mentre 1135 sono i sistemi solari individuati, molti dei quali multipli.


Tra questi pianeti potenzialmente adatti ve ne sono una “decina” che hanno, rispetto a tutti gli altri, maggiori potenzialità e quindi probabilità di ospitare la vita.

Vediamo, nel dettaglio, quali sono:




KEPLER-186F









E’ l’esopianeta più simile alla Terra trovato nella cosiddetta “fascia abitabile” della sua stella ospite. Situato a circa 490 anni luce da noi è poco più grande del nostro pianeta e probabilmente formato da rocce.




GLIESE-581G









Scoperto nel 2010 non ne è stata del tutto confermata l’esistenza ma gli scienziati dell’Università di Puerto Rico lo considerano il primo candidato per la vita aliena. Di superficie rocciosa, è situato a circa 20 anni luce dal nostro Sole ed è quasi tre volte più massiccio della Terra.




GLIESE-667C









Questa super terra è molto vicina a noi: circa 22 anni luce. Situato nella costellazione dello Scorpione è grande almeno 4,5 volte la Terra ed impiega circa 28 giorni per compiere un’intera orbita intorno alla sua stella di riferimento.




KEPLER-22B









Più grande del nostro pianeta (circa 2,4 volte) possiede un effetto serra uguale al nostro ed ha una temperatura stimata sulla superficie di 22° gradi Celsius. Il suo sistema solare è posto a circa 600 anni luce dal Sole, nella costellazione del Cigno.




HD-40307G









Questa super terra orbita tranquillamente nella zona abitabile del suo sistema stellare (Pictor). Si trova a circa 43 anni luce dalla Terra. E’ talmente vicina che i telescopi di ultima generazione potrebbero scrutarne tranquillamente la superficie ed orbita a circa 90.000 km di distanza dalla sua stella di riferimento.




HD-85512B









Scoperto nel 2011 grazie alle apparecchiature di alta precisione, denominate Planet Searcher, del Cile. Di grandezza 3,6 volte più grande della Terra è posto a circa 35 anni luce dal Sole nella costellazione della Vela. Si sospetta che ci sia acqua sulla sua superficie.




TAU CETI E









Scoperto nel dicembre 2012 è vicinissimo al nostro pianeta (circa 11,9 anni luce). Più grande di almeno 4,3 volte rispetto alla Terra, è caratterizzata da un’atmosfera che muta dal leggermente caldo ad alte temperature (come Venere). Potenzialmente adatto a forme di vita molto semplici.




GLIESE-163C









Sette volte più massiccio della Terra potrebbe essere interamente roccioso o gassoso. E’ situato a circa 50 anni luce dal nostro pianeta ed impiega 26 giorni per compiere un’intera orbita intorno alla sua stella (costellazione del Dorado).




GLIESE-581D









Si suppone sia caratterizzato da una spessa atmosfera di anidride carbonica. Orbita intorno ad una nana rossa ed è considerato il pianeta gemello di GLIESE581G. E’ situato a circa 20 anni luce dal Sole, quindi relativamente vicino alla Terra.




TAU CETI F









Candidato ad essere considerato una super terra come il gemello TAU CETI E, orbita nella parte più esterna della zona abitabile del suo sistema ed è considerato adatto alla vita.


Fonte: danilo1966.iobloggo.com
 
 http://informatitalia.blogspot.it




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 Prossime >>

Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments