UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo è il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


CITAZIONI
30 Sep 2014 09:01 pm
Citazioni:

UFO,UMMO. LA JAVIE E
L'ALTIPIANO DI ALBION!

Gli  avvistamente di UFO, alieni e ummiti
nella zona di La Javie e nei  territori
vicini sono stati piuttosto  frequenti
fin dagli anni '50. Ma perche tanto
interesse degli ufo e alieni per queste
zone?!   La risposta e' molto semplice:
non lontano da La Javie c'e' l'altipiano
di Albion . Dagli anni '50 e in tutto
il periodo della guerra fedda, vi era-
no le basi della force de frappè
francese con i missili nucleari pronti
a partire in caso di guerra atomica!
Basi che con la fine della guerra
fredda sono state poi smantellate.
Non a caso, quindi, gli ummiti e altri
alieni erano in quelle zone e sono
stati anche visti e incontrati piu' volte.
Fin dagli anni '40, '50, gli ET hanno
sempre controllato e sorvegliato
tutte le basi nucleari e i siti dove
venivano tenuti i missili nucleari
capaci di portare il terrore
nucleare su tutto il pianeta!
 
ufoweb2012





Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

PASTORE DI 72 ANNI...
28 Sep 2014 05:25 pm

Pastore di 72 anni rompe il silenzio: “nel 1954 ho visto gli Alieni”

 

Il signor Giampieri Marziano,  dopo 60 anni rompe il silenzio e racconta la sua storia di un Incontro Ravvicinato del Terzo Tipo con tre esseri extraterrestri. Quel giorno era un semplice dodicenne, non era solo, ma era in compagnia di un suo amico nelle vicinanze di Appignano, a Colcerasa di Cingoli (Macerata).

giampieri marziano

Era il 25 ottobre del 1954 e quella che raccontano i due protagonisti sembra una storia d’altri tempi. “Io e il mio amico Pacifico Tantucci, stavamo pascolando il gregge – dice che oggi a 72 anni decide di rompere il silenzio – quando dopo esserci allontanati per qualche attimo, decidemmo di tornare e di accendere un fuoco”. Radunarono quindi il gregge e si avvicinarono al fuoco per scaldarsi. Ma ad un tratto accadde qualcosa di molto strano.

et2

Il cane inspiegabilmente si mise ad abbaiare- dice Giampieri – rivolto verso un punto davanti a noi. Decidemmo quindi di avviarci verso quel punto e una volta sul posto rimanemmo senza fiato: ci trovammo infatti di fronte tre piccoli esseri, alti circa 35 centimetri vicini da una specie di bussolotto”. Oggi la comunità scientifica li chiama Ufo e l’incontro avuto da Giampieri e Cantucci è classificato come del terzo tipo. All’epoca però simili avventure procuravano solo tanta paura.

I tre esseri portavano una tuta argentata che li fasciava completamente- continua Giampieri – avevano una testa molto granderispetto al resto del corpo. La nostra presenza li impaurì e con fare deciso salirono dentro il cilindro e se ne andarono”.

Secondo il ricordo di Giampieri il cilindro si alzò da terra con una velocità impressionate lasciandosi dietro una palla di fuoco che esplose con un fragore che richiamò l’attenzione di una donna anziana che stava svolgendo dei lavori nei campi. La donna, Maria Ruggeri si chiamava, disse di avere visto un oggetto circondato da molte luci volare e scomparire. Una volta a casa i due pastorelli raccontarono tutto ai genitori. Qualcuno raccolse qualche confidenza e la cosa divenne un caso di portata nazionale.

ufo cilindrico

 “Vennero i carabinieri che ci interrogarono per parecchi giorni per capire che cosa fosse realmente accaduto - racconta Giampieri – mentre la stampa nazionale diede parecchio risalto alla vicenda. Naturalmente – continua – la nostra giovane età e la natura dei fatti raccontati fecero sì che la nostra storia non fosse creduta ufficialmente, anche se ci furono, e continuarono per molti anni, visite di noti studiosi. Ricordo quella del professore Massimo Inardi, parapsicologo di fama mondiale e conosciuto per le vincite realizzate nella trasmissione televisiva Rischiatutto che, per oltre trent’anni, quando si trovava in zona, veniva a farci visita”.
All’epoca la vicenda ebbe vasta eco e reazioni controverse. “Minacciarono di farci il test della macchina della verità, noi nonostante, le pressioni e la paura confermammo sempre il nostro racconto e quello che avevamo visto”. Infine un particolare: si ironizzò anche sul nome di Giampieri, Marziano (dal santo omonimo e non dagli omini strani), ma quell’avventura vissuta con l’amichetto, nel 1954, appassionò tutta l’Italia.

Allìepoca dei fatti, esperti ufologi del Gruppo “Bilancia” di Ancona del Giornale dei Misteri, effettuarono delle indagini approfondite sul caso dell’Incontro Ravvicinato avvenuto a Colcerasa. Il rapporto scritto lo potete trovare su questo link, dal titolo: gli Oninidi di Colcerasa.

fonti internet,cortesia speciale segnidalcielo.it




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

SECONDO IL GENERALE...
28 Sep 2014 10:35 am

Secondo il generale Nathan Twining i dischi volanti non sono tutti di origine terrestre

 Nathan Twining
Secondo molti, questo è uno dei più importanti documenti mai pubblicati sul fenomeno Ufo. Il 23 settembre 1947, proprio all'inizio dell'era dell’Ufologia "moderna", il generale Nathan Twining, capo della US Air Material Command (AMC), scrisse una lettera classificata al Generale dell'Air Force George Schulgen spiegando il suo punto di vista sugli avvistamenti di "dischi volanti". 

Nathan Twining  Ufo

Egli scrive che gli oggetti volanti sono "un fenomeno reale e non il frutto di visioni fittizie" senza escludere a priori l’ipotesi che alcuni di loro potrebbero essere dei fenomeni naturali. 
"Le caratteristiche particolari delle loro manovre estreme e a volte apparentemente evasive quando avvistati fanno pensare alla possibilità che alcuni di questi oggetti sono controllati manualmente, automaticamente o in remoto . "
Il generale Nathan Twining ha elencato diverse descrizioni che accumunano alcuni tipi di UFO.In genere questi oggetti sono silenziosi e dall’aspetto metallico la cui superficie spesso sembra riflette la luce del sole; a volte vengono descritti con una forma circolare o ellittica e spesso piatta sul fondo. Molte descrizioni indicano anche la presenza di una cupola sulla parte superiore dell’ogetto. Altri rapporti riferivano che questi oggetti erano stati visti spesso volare in formazione. 
Nonostante cio’ gli scettici hanno dichiarato che le affermazioni del generale Twining non possono essere avvalorate da alcuna prova visto che nessun relitto di disco volante e’ stato recuperato.Nessuno mette in dubbio che il generale avrebbe potuto venire in possesso di informazioni particolarmente sensibili. Quello che non sappiamo è se Twining avrebbe effettivamente raccontato a Schulgen di un crash UFO e se una cosa del genere sarebbe davvero accaduta. D'altra parte, Twining ha affermato che gli UFO non erano un segreto da parte dell’opinione pubblica americana. 
Forse il Generale Twining nascondeva il fatto che gli UFO sono stati classificati come frutto di una tecnologia Top Secret? 
E 'una domanda che molti di noi si pongono spesso.Dopo più di cinquant'anni, la risposta sembra essere NO per il semplice fatto che non c'è alcuna prova credibile sul fatto che gli Stati Uniti avrebbero costruito nel 1947 un qualche tipo di velivolo sperimentale capace di effettuare le manovre tipiche degli autentici dischi volanti. In ogni caso, perché mai il Generale Twining aveva consigliato a Schulgen di continuare a studiare i dischi volanti se erano semplicemente classificati dei velivoli sperimentali? 

1949- il Memo dell’FBI . 

Questo documento di tre pagine è altrettanto straordinario come il Memo del Generale Twining. Il 31 gennaio 1949, l'FBI ha emesso una nota sugli UFO, dal titolo "Tutela delle installazioni vitali."Il documento classificato è stato inviato al direttore dell'FBI J. Edgar Hoover, G-2 dell'esercito, l'Office of Naval Intelligence, e l'Air Forza Ufficio affinche’ venissero condotte delle indagini speciali. Si parla anche di un incontro avvenuto tra questi gruppi che avevano discusso del fenomeno UFO. 

Ecco una dichiarazione chiave del documento: 

"L'intelligence dell'esercito ha recentemente comunicato che la questione dell'aereo non identificato o 'Unidentified Aerial Phenomena,' altrimenti noto come 'disco volante' o 'Balls of Fire,' è considerato top secret dagli ufficiali dell'intelligence ,dall'esercito e dalle forze aeree. "
Per tutto il tempo, fonti governative avevano comunicato al pubblico che questo fenomeno era solo frutto di una combinazione di falsi allarmi, allucinazioni, aerei convenzionali e la errata identificazione dei fenomeni naturali.Allora, erché discuterne se il soggetto era considerato top secret? La risposta è contenuta all'interno della nota stessa. Si parla, per esempio, del rischio di una collisione che aveva coinvolto un aereo di linea commerciale con un grande "razzo" artificiale che viaggiava ad una velocità stimata intorno ai 2.700 miglia all'ora. La sconvertante nota spiega che il sensibile spazio aereo nelle vicinanze dell'installazione della Commissione per l'energia atomica a Los Alamos, Nuovo Messico era stato sorvolato da oggetti sconosciuti .Queste intrusioni sarebbero avvenute durante tutto il mese di dicembre del 1948 (il 5, 6, 7, 8, 11, 13, 14, 20, e 28).I testimoni di questi "fenomeni inspiegabili" erano questa volta degli "agenti speciali dell'Ufficio Special Investigation, piloti di aerei, ispettori di sicurezza di Los Alamos e privati ​​cittadini" .Gli avvistamenti continuarono per tutto il 1949 e un oggetto simile era stato visto nella zona il 6 gennaio dello stesso anno.La nota prosegue spiegando che "le recenti osservazioni hanno indicato che i fenomeni non identificati viaggiano a una velocità stimata pari ad un minimo di tre miglia al secondo e un massimo di dodici miglia al secondo, raggiungendo cosi’ le 27 mila miglia all'ora ". 
Inoltre, "in due diverse occasioni è stato indicato un cambiamento verticale del loro percorso." In altre parole, l’Ufo era in grado di manovrare a velocità molto elevata e sembrava concentrare il suo interesse su Los Alamos. La nota precisa che i rapporti della comparsa dell'oggetto riferiscono che esso era tipicamente rotondo e a volte a forma di diamante , con una zona luminosa ben definita . Vi è una certa speculazione all'interno del documento sul fatto che gli oggetti avrebbero potuto essere di origine sovietica, anche se nessuna prova e’ mai emersa a sostegno di questa teoria.Le uniche conclusioni raggiunte dallo studio sono che quegli oggetti potrebbero essere dei fenomeni naturali o opera dell'uomo anche se essun esperimento scientifico conosciuto potrebbe dar luogo a tali fenomeni.Nella terza pagina del documento è stata proposta l'idea dei "raggi cosmici" senza che alcuna teoria o prova venisse a sostegno di essa.Anche se la nota non indica l'ipotesi extraterrestre (ETH), il tentativo di spiegare il fenomeno di Los Alamos sia come fenomeni naturali o artificiali non fornisce alcuna prova concreta . 


fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.it



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

IL PIANETA X...
24 Sep 2014 01:37 pm

La ricerca del potenziale pianeta X tutt'altro che finita

The Man From Planet X
The Man From Planet X." 1951 (United Artists)
La caccia all'ipotetico "Pianeta X" è stata infruttuosa finora. 
Una nuova analisi dei dati raccolti dal Wide-Field Infrared Survey Explorer (WISE) della NASA non ha rivelato alcun segno del misterioso Pianeta X la cui presenza dovrebbe essere cercata nel sistema solare esterno. Nonostante cio’ gli scienziati non hanno rinunciato alle ricerche di questo misterioso pianeta o una debole stella lontana dal sole.
"Credo che gli astronomi continueranno a cercare un compagno lontano al sole attraverso una più profonda indagine," ha dichiarato Kevin Luhman della University of Pennsylvania. Luhman, che studia le stelle di piccole dimensioni e le "stelle mancanti" note come nane brune, ha recentemente pubblicato i risultati della sua ricerca del Pianeta X utilizzando WISE. (Guarda le Immagini del WISE Space Telescope della NASA). 
"Abbiamo un naturale desiderio di determinare meglio il contenuto del nostro sistema solare", ha affermato Luhman. "C'è un grande volume di spazio nel sistema solare esterno e vorremmo sapere cosa c'è veramente là fuori." 
Una recente scoperta potrebbe dare una nuova spinta alla caccia del Pianeta X.Il 26 marzo 2014 i ricercatori hanno annunciato di aver scoperto un pianeta nano che orbita intorno a un sole lontano,in una regione in gran parte inesplorata conosciuta come la Nube interna di Oort. Inoltre, le orbite dell’oggetto transnettuniano che orbita attorno al Sole su di un'orbita particolarmente eccentrica (dalle 81 UA del perielio alle 446 UA dell'afelio) conosciuto come VP113, e alcuni dei suoi vicini, sono coerenti con l'esistenza di un pianeta- "perturbatore" molto distante dal sole - forse così lontano che non puo’ essere rilevato con gli strumenti attuali. 
Un compagno invisibile 
Per più di un secolo, gli astronomi hanno considerato la possibilità che un altro corpo massiccio potrebbe esistere nel sistema solare esterno.Percival Lowell ha coniato il termine "Pianeta X" a cavallo del 20 ° secolo per riferirsi a un grande pianeta sconosciuto che potrebbe essere il responsabile delle alterazioni delle orbite di Urano e Nettuno. 
Più di recente, l'idea crebbe fino a includere una possibile stella, una compagna nana del sole, soprannominata "Nemesis".Nel 1980, gli scienziati hanno suggerito che un compagno del sole potrebbe essere responsabile delle estinzioni di massa sulla Terra che avverrebbero ogni 26 milioni di anni.
Essi hanno teorizzato che una piccola e debole stella o un grande corpo,una nana bruna più grande di un pianeta, troppo piccola per innescare le reazioni di fusione che le stelle subiscono periodicamente attraverso la Nube di Oort, potrebbe nascondersi nel sistema solare esterno. Per via degli effetti gravitazionali,questo corpo potrebbe inviare una pioggia di comete verso il sistema solare interno, dove alcune di queste potrebbero entrare in collisione con la Terra e minacciare qualsiasi forma di vita presente sulla Terra. 
L’ Infrared Astronomical Satellite (IRAS), il primo telescopio spaziale per la scansione dell'intero cielo attraverso l'infrarosso, ha raccolto una grande quantità di dati nei primi anni 1980, senza trovare alcun segno della presenza di questo misterioso e distante oggetto .Dati più dettagliati sono stati forniti con lo stesso risultato da Two Micron All-Sky Survey della NASA (2MASS) un decennio e mezzo più tardi. Nonostante I risultati la ricerca del corpo misterioso non termino’ affatto. Uno studio del 1999, per esempio, ha accertato delle anomalie sottili nelle orbite delle comete come una possibile evidenza degli effetti provocati da un lontano compagno del Sole .Uno studio condotto nel 2011 giunse alla stessa conclusione. Il team di astronomi aveva suggerito che queste anomalie potrebbero essere il risultato degli effetti di un gigantesco pianeta gassoso soprannominato " Tyche ". 

Ancora scansione dei cieli 
La maggior parte degli astronomi di oggi non danno molto credito alle affermazioni e alle testimonianze storiche sulla presenza di una stella compagna o un pianeta lontano. Eppure la caccia continua, perché la possibilità che un tale organismo potrebbe esistere è molto reale. 
Un oggetto simile probabilmente non sarebbe rilevabile con gli strumenti attuali, qualora si trovasse a una distanza 250 volte in piu’ rispetto a quella che separa la Terra dal Sole via, secondo quanto riferito dai ricercatori.I recenti risultati di WISE offrono uno sguardo ancora più dettagliato sui corpi freddi presenti all'interno del sistema solare. Il lavoro di Luhman, pubblicato su The Astrophysical Journal, non ha rilevato alcun segno di corpi dalle dimensioni di Saturno a una distanza 10.000 volte superiore alla distanza che separa la Terra dal Sole. 
(La distanza della Terra dal Sole, conosciuta come una unità astronomica o AU, è di circa 93 milioni di miglia, o 150 milioni km).La ricerca del Pianeta X non ha permesso di individuare pianeti grandi come Giove o di maggiori dimensioni, senza escludere le nane brune e le stelle di piccola massa, distanti 26.000 AU.Se gli scienziati non hanno mai suggerito che una stella o un pianeta invisibile potrebbe compromettere la vita sulla Terra, perche’ mai gli astronomi continuano comunque a cercare il Pianeta X? 
"Anche se nessuno ha mai dichiarato di aver scoperto le prove della presenza di un grande corpo nel sistema solare, si potrebbe cercare un oggetto di questo tipo con un nuovo all-sky survey che è in grado di vedere oggetti più deboli rispetto alla precedente rilevazione," ha dichiarato Luhman.Migliorare la tecnologia potrebbe fare la differenza quando si tratta di cercare un compagno del Sole.Secondo Luhman, c'è una piccola possibilità che un lontano compagno del Sole avrebbe potuto perdersi dopo essersi allineato vicino ad una stella luminosa. 




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

TELETRASPORTO
24 Sep 2014 11:23 am

Teletrasporto da record Una particella inviata a 25 chilometri di distanza

 Non è ancora un risultato da Star Trek, ma una particella di luce è stata teletrasportata in un cristallo distante 25 chilometri. L’esperimento, descritto sulla rivista Nature Photonics, batte di gran lunga il record dei 6 chilometri raggiunto ormai dieci anni fa dallo stesso gruppo di ricerca dell’Università di Ginevra e rende sempre più vicina l’era delle comunicazioni e della crittografia quantistiche.
“Non si tratta realmente del teletrasporto dei film di fantascienza, ma è qualcosa di simile”, ha spiegato Fabio Sciarrino, esperto di ottica quantistica all’Università Sapienza di Roma. Il lavoro realizzato dai ricercatori svizzeri è più precisamente un teletrasporto quantistico, ossia il trasferimento dello ‘stato quantico’ di una particella di luce, cioè un fotone. “La differenza è che nel teletrasporto quantistico – ha spiegato Sciarrino – non avviene il ‘trasferimento’ della particella, quindi di materia, ma della sua informazione. Otteniamo una particella uguale alla prima, quindi una sua copia quantica perfetta”. Un trasferimento di dati, quindi, apparentemente banale, ma che ha una straordinaria particolarità: la copia della particella viene realizzata senza in nessun modo ‘guardare’ la prima. “Nel mondo ‘classico’ – ha proseguito il ricercatore – se voglio trasferire un’informazione e trascriverla da un’altra parte devo in qualche modo leggerne il contenuto, altrimenti non è possibile copiarlo. In questo caso, nel mondo quantistico, non c’è bisogno di ‘leggere’ nulla”. La chiave di questa trasmissione è nel cosiddetto entanglement dei fotoni, ossia un particolarissimo ‘abbraccio’ tra le due particelle. I fotoni entangled sono una sorta di gemelli siamesi che nascono insieme e che ‘sentono’ istantaneamente qualsiasi cambiamento che avviene nell’altro, anche se si trovano a distanza. Un fenomeno paradossale nel nostro mondo classico, ma tipico del bizzarro mondo delle particelle. Una volta creata una coppia di fotoni entangled è possibile separarli, una copia viene ‘rinchiusa’ all’interno di un cristallo, mentre l’altra viene inviata come ‘facsimile’. “Il miglioramento della tecnica da parte dei ricercatori svizzeri, rappresenta un passo importante per la reale diffusione di sistemi di comunicazione quantistica”, ha precisato Scarrino. “Si tratta – ha proseguito – di una comunicazione assolutamente impossibile da decifrare, a differenza di quanto avviene oggi. Esistono già i primi kit per questa crittografia e a breve si diffonderanno sempre di più”. Fonte: http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/fisica/2014/09/22/teletrasporto-da-record_ee2c3332-9b93-4895-a59c-21fedf8f8068.html 

 http://ununiverso.altervista.org

fonti internet, cortesia terrarealtineblogspotit



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

MEGALITI SU MARTE...
22 Sep 2014 10:39 am

Osservati anomali megaliti circolari su Marte

Interessanti formazioni circolari sono state recentemente osservate su Marte. Probabilmente si tratta di bizzarre fattezze naturali ma comunque interessanti. Notare, nel link della fotografia originale, come il “pianeta rosso” non sia per niente “rosso” bensì un caleidoscopio di colori. http://hirise-pds.lpl.arizona.edu/PDS/EXTRAS/RDR/ESP/ORB_028800_028899/ESP_028891_2085/ESP_028891_2085_RGB.NOMAP.browse.jpg;

  fonti internet, cortesia terrarealtimeblospot.it




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

STRANE STRUTTIRE...
19 Sep 2014 09:19 am

Strane strutture su Giapeto, una luna di Saturno

Giapeto
Giapeto la diciassettesima di 33 lune e’ la terza più grande di Saturno . È stata chiamata cosi’ dopo che Titano, il figlio di Urano e padre di Prometeo e Atlante aveva confessato a quest’ultimi di essere I "padri del genere umano".
Giapeto..
Così, nel mito greco, Giapeto era anche considerato un antenato,un progenitore dell’ "Homo Sapiens Sapiens". Giapeto è una strana luna con formazioni rocciose alte12 miglia-alto che tagliano in due l'emisfero per oltre 800 miglia di lunghezza. Sulla superficie di Giapeto si puo’ notare l'esistenza per migliaia di chilometri quadrati di rovine rettilinee , ampie pareti rocciose e una innaturale "struttura" simile a una torre che si erge per oltre un miglio sopra il terreno circostante . Cio’ suggerisce che Giapeto potrebbe essere un manufatto prodotto da qualche civilta’ avanzata.
Donald Goldsmith e Tobias Owen hanno scritto molto sulla luna di Giapeto in 'The Search for Life in the Universe' (1980).Questa luna insolita è l'unico oggetto del Sistema Solare che potremmo seriamente considerare come una struttura aliena,un oggetto naturale deliberatamente modificato da una civiltà avanzata per attirare la nostra attenzione.
 Fonte di riferimento

fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.it



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

CITAZIONI
17 Sep 2014 03:32 pm

CITAZIONI:

"IL LIBRO DI PETIT SU UMMO  CHE
STAVA MONTANDO TROPPO!"


Il libro che scrisse l'astrofisico francese Jean-Pierre  Petit :
INCHIESTA SU DEGLI EXTRATERRESTRI CHE SONO GIA' FRA NOI- 
IL MISTERO DEGLI UMMITI. Stava ingigantendo a dismisura la
credibilita' sul mistero di Ummo, in Francia e altrove.
 Anche su Mixer, Rai 2, in Italia ,se ne' parlo! Articoli su giornali
e riviste uscivano  a iosa anche in Italia.
Se questo libro fosse stato scritto da un ufologo scrittore qualsiasi, 
come Ribera, che gia' aveva  scritto libri su Ummo, il  tutto,
non avrebbe avuto seguito. Questi libri ,li comprano solo
i patiti degli ufo e di misteri! Ma Jean- Pierre Petit, e' un
astrofisico  ben  conosciuto e facente parte de CNS di Tolosa
(Il Centro Nazionale Studi Spaziali) che e' un organismo
dello stato francese. Petit, veniva chiamato di
continuo da giornali , riviste  e tv private che volevano sapere
tutto su questo mistero di Ummo. La cosa stava montando al di la'
di ogni aspettativa! Ecco allora che scatta il piano di
auto-discredito che i signori di Ummo tengono sempre pronti
e lo hanno reiterato chiaramente diverse volte nei loro
messaggi scritti!  Salta allora fuori il ben noto Jordan Pena, 
chiaramente manipolato, il quale, va a dire pubblicamente
che e' lui l'autore di tutto quanto e dei messaggi
ummiti ricevuti in ogni dove per oltre 30 anni!
Il discredito su Ummo, si innesca rapidamente, portando una cappa 
di ironia e scetticismo su tutto l'affare Ummo. Era quello che
volevano i signori di Ummo nei loro disegni e cosi' fu!
Ma, adesso,  Jordan Pena e' morto,  e molto
presto questo   mistero di Ummo verra' di nuovo
alla ribalta...ed era ora!
UFOWEB2012
 




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

LA NASA OCCULTA....
17 Sep 2014 10:18 am

La storia occulta della NASA

NASA
fonte immagine ufosightingshotspot
Fin dalla sua istituzione nel 1958, la verità sulle origini occulte della NASA è sempre stata nascosta dalla consapevolezza del pubblico. Le sue origini sarebbero legate al più "malvagio" di tutti i praticanti occulti della storia moderna, il satanista, Aleister Crowley.
Per non dimenticare, Jack Parson, un ingegnere americano, farmacista e occultista Thelemita . Jack Parson è stato uno dei principali fondatori del Jet Propulsion Laboratory (JPL) - "Jack Parson Laboratorio" dell’ Aerojet Engineering Corporation.  Come pure, le più alte sfere dell'amministrazione della NASA sono state dominate da società segrete tra cui i massoni e alcuni membri del personale delle SS, in modo particolare, da Wernher Von Braun.Queste societe’ occulte high-tech avrebbero segretamente utilizzato le missioni Apollo, non per far avanzare la scienza, ma per servire la loro devozione a favore degli Dei e a tutela dei misteri dell'antico Egitto! 

 fonti internet, cortesia misteroufoblogspot.it



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

LUIS JORDAN PENA E UMMO!
15 Sep 2014 10:37 am
LUIS JORDAN PENA E UMMO!

Adesso ch Jordan Pena è morto, possiamo anche parlare  quasi alla luce del sole!
Jordan Pena, e' stato usato dagli stessi signori di Ummo  per le loro operazioni di auto-discredito. Piu' volte gli stessi ummiti, hanno indicato nei loro scritti e messaggi che hanno sempre pronti i loro
piani di auto-discredito, nel caso che la verosimiglianza della loro esistenza dovesse arrivare a
dei limiti che essi potrebbero  stimare come intollerabili.  Questo limite intollerabile, fu raggiunto allorche Jean-Pierre Petit scrisse il primo libro sugli ummiti dal titolo: Inchiesta su degli extraterrestri che sono gia' tra noi- Il mistero degli ummiti.
Dopo la pubblicazione del libro, Petit, veniva intervistato da  giornali, riviste e tv privater che volevano sapere e la credibilita' su Ummo stava dunque montando troppo  Ecco allora  che scatta il
piano  di auto-discredito sempre pronti dei signori di Ummo. E Jordan Pena fa proprio al caso loro, perche va a dire pubblicamente che e' lui l'autore di tutti i messggi ummiti inviati per piu' di 30 anni!
Ma perche' proprio Jordan Pena?!  Adesso ve lo spieghiamo per benino.    Poco tempo prima che Petit
pubblicasse il suo libro sugli ummiti, il presidente del Centro ###########, incontro' di persona a Milano un parente di Enrique Villagrasa Novoa, uno di primi che riceveva i messaggi  ummiti per posta.
Questa persona, si presento'  come parente di Villagrasa, ma poteve essere benissimo un emissario o collaboratore degli  stessi ummiti. Questi, consegno' delle carte e dei messagi ummiti inediti al presidente del Centro############,
Costui, disse al presidente del Centro########### che gli ummiti avevano salvato
uno dei loro contattati e corrispondenti   da un grave accidente. Questo persona , non poteva essere altro
che Jordan Pena, il quale, ebbe una grave trombosi celebrale nei 1988. Gli ummiti, hanno
fatto pagare poi a Pena  il prezzo del loro  intervento , usandolo
per la loro operazione di auto-discredito. E con questo il cerchio si chiude!
Si', sono proprio io l'autore dii tutti i messagi ummiti, disse Jordan Pena pubblicamente e cosi'
il discredito si compie alla grande portando  tutto il
mistero di Ummo nell'oblio.  Jorda Pena ora e' morto e passato a miglior vita, ma gli ummiti
sono ancora su questo pianeta e sono alieni! E ricordate bene quello che abbiamo esposto anche di recente: tutte le intelligenze aliene che sono venute finora si sono dimostrate elusive
ad ogni contatto e incontro alla luce del sole...ummiti compresi! Gli ET fanno le loro apparizioni ovunque
con i loro veicoli l(UFO),  fanno i crop  circles a altro, ma restano sistematicamente elusivi, Questa e' la loro prassi ed e' la prassi anche dei signori di Ummo. Il contatto alla luce del sole non e'
neanche certo che ci sara' in futuro E no  di certo   con gl alieni elusivii che sono venuti finora!
  Ufoweb2012



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 Prossime >>

Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments