UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo è il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


INTELLIGENZE ARTIFICIALI...
12 Mar 2014 02:16 pm
l’Intelligenza Artificiale potrebbe essere uno dei fattori più determinanti per l’estinzione della razza umana

Secondo alcuni esperti dell’Università di Cambridge, l’Intelligenza Artificiale potrebbe essere uno dei fattori più determinanti per l’estinzione della razza umana.
E’ possibile che uno scenario del genere sia plausibile? L’uomo può difendersi dalla sua stessa creatura?

Esiste un meccanismo tipo le tre Leggi della Robotica immaginate da Isaac Asimov, che possa difenderci da un’eventuale ammutinamento degli elettrodomestici intelligenti?
I ricercatori di Cambridge propongono l’istituzione di un Centro Studi sul Rischio Esistenziale (CSER), con l’obiettivo specifico di analizzare i possibili rischi per la sopravvivenza della specie umana legati agli sviluppi nel campo della tecnologia.
Le tecnologie robotiche infatti potrebbero compromettere la nostra posizione di esseri più intelligenti sul pianeta: le macchine potrebbero scalzarci dal nostro primato e non tener conto dei nostri interessi così come li intendiamo noi, mettendo addirittura a rischio la nostra esistenza.
L’inusuale centro di ricerca in questione metterà assieme uno scienziato, un filosofo e un ingegnere di software. “Ad un certo punto, in questo secolo o successivo, potremmo essere di fronte a uno dei grandi cambiamenti della storia umana, quando l’intelligenza sfuggirà ai vincoli della biologia”, ha spiegato Huw Price, professore di filosofia. “Non voglio dire che siamo in grado di prevederlo con certezza, nessuno è attualmente in grado di farlo, ma questo è il punto. Con così tanto in gioco, abbiamo bisogno di fare un lavoro migliore per comprendere i rischi potenzialmente catastrofici delle tecnologie”.
Gli scenari più apocalittici rimandano a opere come “Matrix”, “Terminator” o “2001, Odissea nello Spazio”, ma non è necessario evocare improbabili guerre tra uomini e macchine. Cosa succederebbe se, per esempio, le macchine senzienti decidessero di progredire ignorando le questioni ambientali, e riempissero l’atmosfera di veleni mortali?
I protocolli del Pentagono
Intanto, anche al Pentagono si ragiona sull’Apocalisse delle Macchine. L’esercito americano si pone la questione dei robo-soldati intelligenti mettendo in chiaro che i futuri sistemi d’arma robotici avranno sempre bisogno dell’autorizzazione di un umano prima di poter aprire il fuoco su un altro umano.
Il Dipartimento della Difesa promette (forse più a se stessa che al mondo) che le armi computerizzate saranno progettate in modo tale da avere sempre bisogno dell’autorizzazione umana per far fuoco sugli esseri umani.
La promessa arriva dopo un rapporto della Human Rights Watch nel quale si chiede un divieto internazionale per l’uso dei “robot killer”, che secondo l’organizzazione umanitaria, potrebbero essere messi in azione entro i prossimo 20 anni.
Nella direttiva 3000.09 si dice: “I sistemi d’arma semiautomatici devono essere progettati in modo tale che, in caso di comunicazione radio difficile o impossibile, il sistema non selezioni in autonomia i bersagli da colpire ma restino in attesa di istruzioni da parte di un operatore umano autorizzato”.
In verità, sistemi d’arma che siano in grado di decidere da soli il loro bersaglio già esistono. Il Sistema Gun Raytheon Phalanx, già in dotazione alle navi della marina militare statunitense, è in grado di individuare il fuoco nemico e distruggere autonomamente i proiettili in arrivo.
Oppure il famigerato X-37B, un aereo drone in grado di decollare e atterrare sulle portaerei, effettuare combattimenti in volo e rifornimento senza pilota.
Infine, in Corea del Sud, la Samsung ha realizzato un robot sentinella automatico munito di pistola che è in grado di individuare attività insolite, inseguire gli intrusi e, se autorizzato da un essere umano, ad aprire il fuoco.
Di fronte a questi sviluppo preoccupanti, la Human Rights Watch ha chiesto un patto internazionale che vieti assolutamente lo sviluppo, la produzione e l’uso di armi completamente automatiche. Il timore potrebbe essere che in un futuro non troppo lontano, un sistema d’arma automatizzato possa riconoscere come “nemico” il proprio creatore e cominciare una guerra senza quartiere nei confronti degli esseri umani. Quindi è meglio correre ai ripari!
Fonte

Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su Pinterest

 fonti internet,cortesia terrarealtine
 
nota di commento:

    CERTO , CREARE DEGLI ANDROIDI E ROBOT CON INTELLIGENZA FREDDA E SENZA ANIMA, POTREBBE INDURLI POI A RIBELLARSI CONTRO QUELLI CHE LI HANNO CREATI!  Vediamo i  cosiddetti grigi, pseudo- alieni che
non sono  altro che degli androidi biologici; e' probabile che questi
si siano ribellati a chi li aveva creati, chiunque siano!!!
Ufoweb2012

 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

GLI UNICI ALIENI...
10 Mar 2014 08:40 pm
GLI UNICI ALIENI AFFIDABILI!


Gli unici ET che riteniamo sicuri e affidabili,sono
gli ummiti e gli alieni  con cui avevano cotatti i Maya
nel loro antico passato! Questi, non hanno  mai
fatto inciucci con i governanti e poteri
costituiti dietro le quinte di questo
disastrato pianeta! Bisogna pertanto
diffidare a priori di alieni o pseudo-alieni che
si mettano a   collaborare con i poteri
di questo  pianeta. Sarebbe un  riconoscimento
illegittimo e negativo nei confronti dei detentori
del pianeta e che di riflesso impedirrebbero
di fatto di innnescare un  cambiamento evoutivo
globale della razza umana dopo migliaia di
anni di travagli innominabili! Come dicevamo,
 solo gli ET di Ummo e quelli dei Maya risultano
affidabili e sui quali e' possibile contare su
 una intesa futura per un cambiamento vero
e planetario a tutti i livelli possibili.
Altri ET similari, per ora non se ne' vedono,
se mai esistono!!!
UFOWEB2012







Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

FALSA INVASIONE UFO...
09 Mar 2014 01:59 pm

Una falsa invasione UFO il 5 aprile 2014?

I piani sono stati redatti con cura – in una sera di aprile di quest’anno, sciami di astronavi incandescenti inizieranno un volo attraverso la nostra atmosfera – e librarsi sopra località in tutto il mondo.

L’obiettivo è quello di creare il massimo panico – e causare una ‘apocalisse’ sui media. Ma i piloti dei misteriosi velivoli non saranno piccoli uomini grigi provenienti da Alpha Centauri – ma appassionati di UFO che utilizzeranno velivoli droni.

Decine di volontari di tutto il mondo hanno firmato per quello che potrebbe essere il più grande scherzo della storia – utilizzando perfettamente decenni di conoscenza di ‘avvistamenti UFO’ al momento del lancio.

Gli “alieni” saranno raggi di luci a LED, su velivoli droni telecomandati multi-rotore – lanciati alle ore 20:00 (ora locale del luogo), con la conseguenza che ci sarà, visto l’orario, un sacco di gente che avvisterà gli “invasori“, velivoli che si terranno a debita distanza per cui sarà difficile vedere cosa ci sia dietro quelle luci incandescenti.

Nigel Watson, autore del manuale Haynes UFO Investigation, ha scoperto su forum frequentati da appassionati di droni dei piani per “provocare una ondata di avvistamenti UFO in tutto il mondo e una opinione da apocalisse sui media.”

Watson afferma: “il ‘The Big Project UFO’ è stato originariamente programmato per essere eseguito il giorno del pesce d’aprile, ma hanno cambiato per il giorno 5 Aprile 2014 in modo che non sembri un chiaro scherzo. Chiunque abbia un drone multi-rotore o tutto ciò che possa essere portatore di una striscia di luci a LED e volteggiare è invitato a partecipare a questo evento. Il piano è quello di lanciare il velivolo alle 20:00 ora locale per ottenere il massimo impatto. L’ora programmata è ritenuta essere quella in cui la maggior parte delle persone sarà in grado  nel vedere qualcosa nel cielo notturno, e facendo rimanere il velivolo a lunga distanza porterà la gente a non essere in grado di vedere ciò che stia portando quelle luci “.

Watson afferma che i velivoli sono già programmati per il lancio negli Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Sud Africa e nei Paesi Bassi, ma che, “sempre più persone, ufficialmente o meno, saranno tenute, dalla data di lancio, a partecipare a questo progetto.”

Watson dice che le luci a LED montate su aerei, come droni multi-rotore, potranno in modo efficace ingannare le persone. “Dato che sarà molto difficile giudicare l’altezza e la velocità di tali oggetti, i testimoni potranno pensare che essi stiano passando relativamente vicino ad essi e poter immaginare di vedere le finestre e il corpo di un velivolo più grande dietro la luce o le luci. Risulta sorprendente quanto sia facile ingannare la gente nel pensare di aver visto un UFO, soprattutto se si tratta di una luce nel cielo. I rientri dei satelliti e le meteore possono essere molto suggestive e indurre la gente a pensare di aver visto un raggio di un UFO in rapido movimento attraverso il cielo. Per esempio, la notte del 30 marzo e al primo mattino del 31 marzo 1993 furono effettuati numerosi avvistamenti in tutta la Gran Bretagna di ciò che fu variamente descritto come delle luci in rapido movimento di un grande velivolo che assomigliava a due Concorde che volavano fianco a fianco. Gli scettici sostennero che ciò fu una combinazione tra un razzo russo che rientrava nell’atmosfera e di altri fenomeni banali, ma gli ufologi affermarono che ciò era dovuto ad una vera e propria attività UFO.”

La tecnologia dei droni è sempre conveniente e facilmente disponibile per le persone che vogliono riportare bufale come questa. Sebbene molto economiche, anche delle semplici lanterne cinesi possono essere utilizzate per innescare avvistamenti di UFO. Questa è una operazione relativamente semplice e non sofisticata, ma potrebbe avere un grande impatto sui media. Quando si verificano tali incidenti, le persone tendono a cercare gli UFO nel cielo e quindi potrebbero innescare ulteriori avvistamenti.”

La diffusione virale di video UFO su YouTube potrebbe contribuire, pensa Watson, alla frenesia. Egli dice: “Solo di recente, nel settembre 2013, un drone simile ad un UFO fu fatto volare su uno stadio di baseball in Canada per promuovere l’apertura di un nuovo planetario. I video di questo avvenimento sono stati ampiamente distribuiti su internet prima che la bufala fosse rivelata.”

Per gli appassionati di UFO più incalliti, però, Watson sospetta che la burla possa essere una fonte di irritazione – una cortina fumogena per una vera astronave aliena che circonda il nostro pianeta.

Altri potrebbero essere infastiditi sul fatto che ciò possa contaminare la differenza tra avvistamenti genuini di UFO ed errori di identificazione“, dice Watson. “Anche se la bufala fosse rivelata, alcuni ufologi dichiareranno che ciò sia da circoscrivere ad insabbiamento dei reali avvistamenti di UFO e/o un progetto per farci abituati all’idea di una preparazione di invasione UFO attraverso una totale divulgazione della loro realtà da parte dei nostri governi mondiali .”

Nota a margine di Antonio De Comite: e se gli autori di questa presunta bufala cambiassero data e decidessero di smentire lo stesso Watson, facendo volare questi droni UFO successivamente e, a sorpresa? Oppure non fare un bel nulla?

Traduzione, sintesi e adattamento tramite Google Translation.

Fonte articolo (link)

fonti internet, cortesia speciale ufoedintorniwordpress.com



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

UN STEROIDE...
09 Mar 2014 01:37 pm

 

NASA: un Asteroide si disintegra misteriosamente nello spazio


Per la prima volta gli astronomi hanno potuto assistere alla disintegrazione di un asteroide. E ’stato il telescopio spaziale “Hubble” ha documentare questo evento eccezionale e misterioso con la sorprendente sequenza fotografica riprodotta qui accanto. La frammentazione è avvenuta nel corso di alcuni mesi alla fine del 2013. I frammenti principali sono una decina, il più grande misura circa 180 metri. Probabilmente sono state rilasciate anche molte polveri e un grande numero di detriti minori. L’asteroide, appartenente alla fascia principale,
era identificato come P/2013 R3 ed era già stato rilevato il 15 settembre 2013 dalla Catalina and Pan STARSS Sky Survey. L’oggetto era poi stato rintracciato anche con i telescopi Keck delle isole Hawaii. Si trattava probabilmente di un corpo con caratteristiche intermedie tra le comete e gli asteroidi rocciosi: un fragile aggregato di polveri, pietre e ghiacci che aveva in origine un diametro di 350-400 metri. La causa della catastrofe non è stata una collisione perché in questo caso la disgregazione sarebbe stata istantanea. Invece è avvenuta per gradi: in tre, cinque, dieci pezzi a distanza di settimane. Una ipotesi è che la rotazione dell’oggetto, diventata più veloce a causa dell’effetto razzo e della pressione della radiazione solare, abbia portato a un aumento critico della forza centrifuga rispetto all’autogravità. Ovviamente la gravità di un oggetto così piccolo non può costituire una “colla” tenace.  I detriti rimasti hanno una massa stimata in 200 mila tonnellate: in futuro saranno una ricca sorgente di meteoroidi.


fonti internet, cortesia teerrarealtimeblogspoot



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

NEWS
08 Mar 2014 09:02 am
                              1/2 
     Rai          SNOWDEN: NSA GUIDA    
 SPIONAGGIO PAESI UE   

 La Nsa "non solo permette e guida ma   
 condivide alcuni sistemi di sorveglian-
 za di massa" con i Paesi Ue.           

 Lo dice Edward Snowden, la talpa del   
 Datagate, in un rapporto all'Europarla-
 mento.                                 

 "Tutte le operazioni - ha continuato   
 Snowden - sospettate contro Belgacom,  
 Swift, le istituzioni Ue, l'Onu, l'Uni-
 cef e altri basate su documenti che ho 
 fornito sono realmente accadute" e "mi 
 aspetto che operazioni simili saranno  
 rivelate in futuro". Snowden ha assicu-
 rato di poter "confermare che tutti i  
 documenti sono autentici e non modifi- 
 cate".                                 

2/2 Rai SNOWDEN: PRESSIONI USA SU UE PER NEGARE ASILO Snowden afferma di aver chiesto asilo a Paesi dell'Unione europea e di essere ancora in attesa di una risposta posi- tiva, che sarebbe ostacolata, secondo quanto gli sarebbe stato riferito da "deputati in governi nazionali", dagli Stati Uniti. Gli Usa avrebbero infatti esercitato pressione sui Paesi membri dell'Ue per non concedere l'asilo a Snowden. Alcuni deputati gli hanno infatti riferito che gli Stati Uniti "non permetteranno" ai partner europei di offrirgli asilo.

DA TELEVIDEO RAI

Nota di commento: e come al solito
il popolo bue tace e acconsente! Sveglarsi
e protestare!!! Ufoweb2012
 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

I BUCHI NERI.....
07 Mar 2014 05:33 pm

I buchi neri sono fonte di energia per le galassie

I buchi neri non sono soltanto dei voraci divoratori di materia, rilasciano anche energia nelle galassie che li ospitano, sotto forma di vento e getti luminosi. Lo dimostra lo studio pubblicato sulla rivista Science e coordinato dall'italiano Roberto Soria, che lavora nel Centro Internazionale di Radioastronomia (Icrar) che si trova in Australia. La scoperta contribuirà a comprendere meglio i segreti dei buchi neri, della loro evoluzione e degli effetti che esercitano sulle galassie che li ospitano.


I ricercatori hanno osservato per oltre un anno un buco nero che 'pesa' 100 volte meno del Sole, situato a 15 milioni di anni luce da noi, nella galassia chiamata M83. Questo oggetto ha una luminosità che supera il cosiddetto limite di Eddington, secondo il quale se la luminosità di un buco nero è molto alta le particelle della luce dovrebbero spingere il gas circostante a cadere sul buco nero, soffocandolo fino a morire. Ma nella galassia M83 il buco nero non viene affatto spento e ciò vuol dire, spiega all'ANSA Soria, che vi è una enorme quantità di gas (proveniente da una stella vicina) che è divorata dal buco nero.

Come conseguenza di questo pasto luculliano, l'oggetto, prosegue Soria, rilascia tantissima energia sotto forma di vento e getti luminosi. In quella regione, inoltre, il getto prodotto dal buco nero sta gonfiando una bolla di gas caldo, inibendo in questo la formazione di nuove stelle. Questo fenomeno richiede infatti nubi di gas freddo.

''Quando vediamo buchi neri molto luminosi, generalmente - sottolinea l'esperto - le ipotesi sono due: o che si tratta di buchi neri di dimensioni normali che stanno andando oltre il limite di Eddington (come in questo caso) oppure di buchi neri molto grandi''. La scoperta può chiarire proprio come i buchi neri giganteschi, che dimorano al centro delle antiche galassie, sono cresciuti a partire da buchi neri normali. È come avere a disposizione, conclude Soria, un modellino che ci aiuta a vedere come si comportavano 12 miliardi di anni fa questi oggetti oggi mostruosi, la cui massa cominciava ad aumentare in quel periodo.

fonti internet, cortesia terrarealtimeblogspoot



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

UFO IN PARLAMENTO...
07 Mar 2014 05:31 pm

Deputato di Fratelli d’Italia, Gaetano Nastri porta gli ufo in Parlamento

Gaetano Nastri

Gli ufo tornano in Parlamento e a portarli è un deputato di Fratelli d’Italia, Gaetano Nastri. Il deputato ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro della Difesa Roberta Pinotti sugli oggetti volanti non identificati. Interrogazione che in passato fu presentata da altri parlamentari, come Francesco Barbato e Giuseppe Vatinno dell’Idv.
Nel testo depositato il 4 marzo a Montecitorio, Giornalettismo spiega che il deputato porta all’attenzione del Parlamento la questione ufo:

“L’Aeronautica Militare rappresenta l’«organismo istituzionale deputato a raccogliere, varificare e monitorizzare le segnalazioni inerenti gli oggetti volanti non identificati» e «l’attività di controllo e di osservazione costante» è attualmente svolta dal reparto generale sicurezza dello Stato Maggiore, con l’obiettivo di garantire adeguati livelli di sicurezza del volo nazionale. Ma – ha spiegato Nastri – andrebbero comunicate ai cittadini anche le segnalazioni pervenute da piloti civili e militari dell’Esercito, dai controllori di volo e da altre fonti attendibili.

«Occorre rendere noto all’opinione pubblica – ha scritto il deputato di Fratelli d’Italia nella sua interrogazione al ministro Pinotti – eventuali ulteriori informazioni oltre a quelle di recente divulgate, al fine di far conoscere in modo completo e definito, anche attraverso il coinvolgimento della società della ricerca scientifica e accademica, la natura di un fenomeno, il cui mistero dura da decenni e che alla base pone la domanda dell’esistenza di altre civiltà extraterrestri»”.

Secondo Nastri a verificare l’esistenza degli alieni dovrebbe essere l’aeronautica:

“«L’attività di verifica e di indagine tecnica da parte dell’Aeronautica militare è finalizzata all’accertamento dell’esistenza di una correlazione con eventi umani e/o fenomeni naturali in grado, se necessario, di coinvolgere anche altri organi competenti presenti sul territorio nazionale; il compito di ricerca non intende stabilire se vi siano altre forme di vita intelligente provenienti da altri pianeti, ma si limita a individuare se è stata possibile, oppure no, una giustificazione tecnica o naturale ad un determinato avvistamento nello spazio aereo»”.

Per il deputato è importante sapere qual è l’interesse del neo governo in materia:

“«rendere noti ulteriori documenti relativi a segnalazioni, pervenute da parte di piloti militari o civili, di avvistamenti di OVNI, all’interno dello spazio aereo italiano, che stando a quanto pubblicato dagli organi di stampa nel corso del recente passato, hanno addirittura citato avvenimenti di mancata collisione»”.

  fonti internet, cortesia speciale gek60.altervistaorg


Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

LE NAVI DI UMMO...
05 Mar 2014 10:03 am

LE NAVI DI UMMO:

LE OAWOOLEA UEWA OEMM
Questo è il nome che gli Ummiti attribuiscono alle loro astronavi lenticolari, la cui struttura è ad un tempo abbastanza elementare e pure complessa nei dettagli. I resoconti in merito sono assai numerosi. Iniziamo con uno spaccato:


Circa i riferimenti di questo disegno, questa è la lista presentata:
1-ENNOI: Protuberancia, torreta o cúpola situada en hemisferio superior de la UEWA OEMM (su  MEMBRANA es transparente)                                                                                                      2-ENNAEOI: Cuerpo central de la superestrutura de la nave.                                                           3-DUII: Anillo o corona ecuatorial que circunda la UEWA.
4 – AAXOO XAIUU AYII: Toroide generador de campo magnético.
5 – NUUYAA: Depósitos toroidales de agua oxigenada y litio fun-
6 _ dIDidU°U. WII AYII: Equipo propulsor distribuido en un recinto de morfologia anular embutido en la DUII.
7 – Generador de energia. Transforma la masa de litio y del bismuto en energia, previa su transformación en plasma.
8 – IBOZOOAIDAA: Equipo central del control para la inversión de IBOZOO UU.
9 – XANMOO: Calculadores autónomos periféricos (el XANMOO central se encuentra situado en el centro geométrico de 12 AYIYAA OAYUU (esfera central).
10 – Censurado.
11 – TAXEE: Jalea o masa gelatinosa (con frecuencia ocupando el interior de la AYIYAA OAYUU).
12 – AAYIYAA OAYUU: Cabina flotante.
13 – YAAXAIIU : Puede traducirse por "CAVIDAD MAGNETICA".
14 – En esta estructura toroidal se encuentran englobados varios equipoes de la UEWA. Parte del generador del campo magnético, órganos de control para la XOODINAA, depósitos de alimentos y equipo móvil transportado, equipos para la fabricación de accesorios, etcétera.
15 – IMMAA : Algunas de las compuertas o escotillas de acceso.
16 – YAA OOXEE (DEPÓSITO DE MERCURIO).
17 – Recinto anular complejo que ubica entre otros elementos, pies sustentadores emergentes, transmutadores de elementos, etcétera.
18 – XOODINAA : Membrana, corteza, pared exterior o coraza protectora de la UEWA. Es opaca y de gran complejidad estructural excepto ENNOI, que es transparente y homogénea.
19 (m
20 – YUUXII0 : Equipo toroidal para el control del entorno gaseoso.
21 – UAX00 AAX00: Centro de emisión y detección blindado.
22 – ENNOI AGIOA: Cúpula o cono de ensamblaje. Puede disolverse y regenerarse bajo cotrol de la XANMOO central.

Molte altre notizie scientifiche e di curiosità le troverete sul testo qui presentato


fonti internet. cortesia spaziovita.com



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

UN METEORITE...
05 Mar 2014 09:20 am

Occhio al meteorite! Stasera sfiorera' la Terra

Mercoledì 5 marzo tutti con il naso all’insù. Passerà infatti nello spazio tra Luna e Terra un asteroide dal diametro di circa 30 metri. Il meteorite appena scoperto e ribattezzato 2014DX 110 rappresenta un record assoluto. Rientra infatti tra i 200 passaggi più ravvicinati avvenuti dall’inizio del ‘900, transitando a una distanza di appena 350mila Km da noi. “Il nostro pianeta non corre alcun pericolo”, ha rassicurato l’astrofisico Luca Masi,
curatore scientifico del Planetario di Roma. Tuttavia nel passato, sono stati tanti i casi in cui la caduta di un asteroide ha creato non pochi problemi. Ultimo in ordine di tempo il bolide infuocato caduto in Russia il 15 febbraio 2013, che ha provocato circa 1700 feriti. Questa volta per fortuna il passaggio dovrebbe essere indolore. Il meteorite non toccherà la Terra, ma sarà comunque ben visibile dall’Italia. Cannocchiale alla mano, bisognerà quindi cogliere l’attimo per fotografarlo, prima che continui il suo viaggio nell’universo.

http://video.leggo.it/index.jsp?videoId=26068&sectionId=51&t=occhio-al-meteorite-che-sfiora-la-terra

fonti internet, cortesia terrarealtimeblogspoot



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

UMMO SIGN
04 Mar 2014 12:39 pm
UMMO SIGN

"SEGNI DI UMMO"


UFO CON IL SIMBOLO H

UNO DEI PIU ' COMPLETI E INTRIGANTI AVVISTAMENTI
UFO CON IL CELEBRE SIMBOLO H NELLA PANCIA ,EBBE
LUOGO NEI CIELI SPAGNOLI NEL LUGLIO DEL I985.
LA QUALITA' PROFESSIONALE DEI TESTIMONI, TUTTO UN EQUIPAGGIO DELLA COMPAGNIA  IBERIA, NON DA LUOGO A DUBBI. IL COMANDANTE DI QUEL 727,CARLOS
GARCIA RODRIGO, UNO SPERIMENTATO PILOTA CON DIECIMILA ORE DI VOLO E CINQUE ANNI NELLE FORZE AEREE, RIVELO' L'INCONTRO A J.J.BENITEZ.

Nota di ufoweb2012: questo avvistamento di un ufo enorme, tre o quattro volte un Jumbo, con il simbolo H di Ummo, dimostra indubbiamente che tali ufo con questo simbolo esistono realmente!Noi, d'altronde, non ne' abbiamo mai dubitato in alcun modo! I nostri signori di Ummo devono essere molto potenti per avere dei mezzi simili. Come abbiamo ribadito altre volte, devono essere molto piu' potenti di quelllo che sembra e d'altronde in oltre 40 anni non li hanno mai presi, nonostante li abbiano cercati da tutte le parti!


Teruel, julio de 1985  Teruel, luglio del 1985
 

Uno de los más completos e intrigantes avistamientos OVNI con el célebre símbolo H en la panza tuvo lugar en los cielos españoles en julio de 1985. La calidad profesional de los testigos -toda una tripulación de la compañía Iberia- no deja lugar a dudas. El comandante de aquel 727, Carlos García Rodrigo, un experimentado piloto, con dieciséis mil horas de vuelo y cinco años en las Fuerzas Aéreas, relató así el encuentro a J. J. Benítez:

Era una mañana preciosa. Cielo azul, sin una sola nube. Hacíamos un puente aéreo Barcelona-Madrid. Fue el IB-1331. Volábamos relajados, sin ninguna preocupación. Altitud establecida:29.000 pies. Y a eso de las 13:45 horas, sobre Maella (Teruel), en la lejanía y a unos quince grados por encima de la visual, apareció algo similar a una lenteja. Tenía un color titanio.

Pero aquello no era un avión. La “lenteja” fue tomando una clara forma esférica. “Eso no es un avión, debe ser un globo sonda”. Y empezamos a prestarle toda nuestra atención. Entonces, conforme nos fuimos acercando, vimos con claridad que “aquello” era totalmente esférico y de un color algo más oscuro que el aluminio.

Decidí comunicarlo al Control Barcelona. La verdad es que era enorme y podía constituir un riesgo potencial para la navegación.

Barcelona respondió “Negativo, no tenemos nada”. Aquello se encontraba muy alto. Calculamos unos veinticinco mil o treinta mil metros. Barcelona nos aconsejó que lo notificáramos a Control Madrid.

“Negativo -replicó Madrid-, no tenemos nada reportado”. Era extraño. Madrid debería haberlo registrado. Mi avión aparecía en el radar. “Llame usted a los militares y que rastreen la zona…”.

Nos comunicamos entonces con Zaragoza y les advertimos de la presencia de aquel o

bjeto. Total, que nos fuimos aproximando y “aquello” siguió “creciendo y creciendo”. En mi opinión, se hallaba estacionario o casi. En esos momentos se presentaba como una gran pelota metálica. Como podrás imaginar, el ambiente en cabina se fue caldeando. “Aquello” no era normal. Y descubrimos que no era un globo sonda. Carecía del típico instrumental que suele colgar de esos artefactos. Pero, entonces, ¿qué era?

Llamé de nuevo al radar militar de Calatayud (“Siesta”), pero la respuesta fue igualmente negativa. No tenían nada en pantalla. En eso, entró en la frecuencia otro colega: un avión que volaba de Valencia a Madrid. Y comunicó: “Afirmativo. Nosotros también lo vemos. Tenéis un objeto ahí arriba… Lo tengo a la vista y le confirmo que no es un globo sonda”.

Entonces decidí llamar al resto de los tripulantes. Todos pasaron por cabina, confirmando nuestras impresiones: era una esfera, no tenía alas ni timón, era enorme y de color oscuro. En total, nueve testigos.

Era como tres o cuatro veces un Jumbo. Y nos fuimos deslizando por debajo de aquella “cosa”. Permanecía quieta, majestuosa. El sol, en el cenit (eran las doce, hora solar), iluminaba el casquete superior de la esfera. El inferior, obviamente, aparecía más oscuro. Y nos colocamos bajo “aquello”.

Llamamos nuevamente a Madrid y a los militares. Confirmamos la posición y les anunciamos que lo teníamos en nuestra vertical. Respuesta negativa. El objeto seguía sin ser detectado en los radares…

Uno de los más completos e intrigantes avistamientos OVNI con el célebre símbolo H en la panza tuvo lugar en los cielos españoles en julio de 1985.Toda la tripulación del vuelo IB-1331 pudo observar la inmensa esfera metálica con el símbolo de la H en la panza.

Conforme pasábamos por debajo, todos lo contemplamos por las trampillas superiores de la cabina. Y la tensión se multiplicó al descubrir aquel signo en la parte inferior de la esfera. Ya no tuvimos duda. “Aquello” era algo anormal. En la panza, por llamarlo así, apareció una especie de “H”, con otro palo vertical en el centro. Era algo descarado, en negro y resaltando con absoluta nitidez.

En ese instante me asusté.¿Un campo de energía? ¿Podía afectar al avión? Aquella “cosa” gigantesca, inmóvil en el cielo, tenía que sustentarse de alguna forma. Afortunadamente el instrumental no se vio afectado en ningún momento. No tuvimos problemas.

¿Qué podía ser aquella “H”? No lo sé. Quizá unas compuertas cerradas. Quizá una marca o una protuberancia pintada en negro. Lo que estaba claro es que era algo artificial y perfectamente definido. A pesar del sombreado de esa zona, se distinguía con absoluta claridad.

Recuerdo que dije: “Madrid, reporto fenómeno OVNI. Tome usted nota. Voy a hacer un informe oficial…

Y así lo hice. Una copia fue para la compañía Iberia y otra para Aviación Civil. Todo esto, naturalmente, quedó grabado en las respectivas torres de control y estaciones de radar con las que establecimos contacto.

Una esfera metálica. De eso no hay duda. De haber sido un globo estratosférico, habríamos apreciado las típicas deformaciones en las paredes. Además, como te digo, “aquello” no era elíptico. Era una esfera perfecta. Activé el radar del avión pero, al igual que “Siesta” y Madrid, no captó nada. Según mis cálculos, la observación pudo durar alrededor de siete u ocho minutos. Es decir, durante algo más de cien kilómetros. Jamás lo olvidaré…

Fonti: internet, cortesia Castorluxserias.blogspot




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 Prossime >>

Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments