UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo è il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


UN COMPUTER DI 2000 ANNI FA!
12 Dec 2013 08:12 pm
  

Spiegato il funzionamento del meccanismo di Antikythera, il computer di 2 mila anni fa

12 dic 2013 - Il meccanismo di Antikythera è uno dei dispositivi meccanici più sorprendenti provenienti dal mondo antico. Per decenni, gli scienziati hanno utilizzato tutta la tecnologia disponibile per cercare di decifrarne il funzionamento. Tuttavia, a causa della sua complessità, il suo vero scopo è rimasto avvolto nel mistero. Ma negli ultimi anni, un certo numero di scienziati sembra aver risolto il mistero sul funzionamento e l’utilizzo del dispositivo.


meccanismo-antikythera

Se oggi siamo in possesso del meccanismo di Antikythera, dobbiamo ringraziare due tempeste separate da circa 2 mila anni.

La prima tempesta, avvenuta intorno al 65 a.C., che ha distrutto la nave romana su cui viaggiava il meccanismo, affondandola vicino l’isola di Antikythera, tra la Grecia continentale e Creta.

La seconda, invece, avvenuta nel 1900, la quale costrinse alcuni pescatori di spugne a riparare nei pressi dell’isola, dove hanno poi scoperto il relitto della nave romana. Ciò porto alla prima grande spedizione archeologica nella zona.

Oltre alle preziose sculture e altre opere d’arte saccheggiate dai rimani, gli archeologi subacquei trovarono uno strano grumo di bronzo, in seguito denominato “Meccanismo di Antikythera”. All’esame, il grumo di bronzo si è rivelato essere un complesso assemblaggio di ingranaggi, un dispositivo meccanico totalmente sconosciuto nella civiltà greca.

Come riporta l’articolo pubblicato da Irish Times, dai segni zodiacali incisi sulla parte esterna, gli sconcertati archeologi ipotizzarono che fosse uno strumento per l’osservazione astronomica piuttosto che per la navigazione. Diverse tecniche di datazione hanno stabilito che il meccanismo è antico di almeno 2 mila anni.

Peter Lynch, professore di meteorologia presso l’University College di Dublino, ha spiegato quello che doveva essere il funzionamento della macchina. Il meccanismo veniva azionato da una maniglia collegata ad un sistema di oltre 30 ruote dentate. Utilizzando le moderne tecniche di imaging, è possibile contare i denti delle ruote, vedere chiaramente la cremagliera e i rapporti tra i vari ingranaggi, dettaglio che permette di capire quale sia stata la funzione originaria del meccanismo.

Gli ingranaggi sono stati accoppiati ai puntatori posti sulla parte anteriore e posteriore del meccanismo, i quali mostrano la posizione del Sole, della Luna e dei pianeti mentre si muovono attraverso lo zodiaco. Un braccio estendibile con un perno segue una scalanatura a spirale, in maniera molto simile ad un giradischi. Una piccola sfera, metà bianco e metà nero, indicava le fasi della Luna.

Ciò che impressiona di questo stupefacente meccanismo è la sua impressionante precisione nel prevedere le eclissi solari e lunari. I Babilonesi avevano compreso che se si osserva un’eclissi lunare, un altro evento simile si verifica 223 lune piene più tardi. Questo periodo dura circa 19 anni ed è conosciuto come il Ciclo di Saros. Per implementare il ciclo all’interno del meccanismo è stato eseguito un complesso ragionamento matematico e un sofisticato intervento tecnologico.

Il meccanismo è talmente preciso che potrebbe fornire le previsioni accurate delle eclissi per diversi decenni a venire. Sorprendentemente, il dispositivo comprendeva anche un quadrante concepito per indicare quale dei giochi ellenici avrebbe avuto luogo ogni anno, comprese le Olimpiadi che si verificavano ogni quattro anni.

Derek de Solla Price, che ha analizzato il meccanismo nel 1960, ebbe a dire che la sua scoperta è stata come trovare un motore a scoppio nella tomba di Tutankhamon. Il meccanismo di Antikythera ha rivoluzionato il modo di intendere l’eredità scientifica dei Greci. Ciò dimostrerebbe che gli ellenici erano in grado di concepire e sviluppare meccanismi complessi, simili agli orologi comparsi in Europa solo nel Medioevo.

E’ incredibile pensare a quanti ricercatori ci sono voluti per svelare i segreti di un oggetto tanto antico e tanto complesso. Al momento, solo un piccolo ingranaggio su 30 rimane senza spiegazione e si spera che ulteriori studi possano gettare luce sul suo funzionamento.

Eppure, il Meccanismo di Antikythera, oltre all’enigma sul suo funzionamento, conserva ancora un altro mistero: perchè è l’unico oggetto nel suo genere finora scoperto? Se i Greci erano in grado di progettarli, perchè non ne sono mai stati trovarti altri?

Fonte:http://www.ilnavigatorecurioso.it/2013/12/11/ecco-spiegato-il-funzionamento-del-meccanismo-di-antikythera-il-computer-antico-di-2-mila-anni-fa/

fonti internet,cortesia terrerealtimeblogsppotit

NOTA DI COMMENTO: ci sarebbe da chiedersi se questo meccanismo straordinario del passato, non abbia di fatto  una origine aliena  o che comunque la sua realizzazione non sia altro che il frutto di conoscenze extraterrestri contattati in un lontano passato remoto. Ufoweb2012



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ALIENI CURANO...
12 Dec 2013 12:00 pm

mercoledì dicembre 11, 2013 16:01

Alieni CURANO quattro bambini malati terminali di cancro

Posted by Tanja

 
ufo

Andorra, Spagna – alieni spaziali stanno comparendo nelle stanze di degenza per i bambini che muoiono, gli sfiorano la fronte – e arriva la guarigione di un cancro terminale!

Questo è il rapporto incredibile da 14 medici altamente rispettati e membri dello staff Pirenei Hospital de Los Ninos che hanno visto gli extraterrestri alieni di 1,5 metri di altezza, utilizzando il loro “potere” in quattro bambini con malattie terminali (in un mese)

“Non potevo credere ai miei occhi”, ha detto l’infermiera Lupe Montoya, che stava lavorando nella fascia notturna al reparto oncologia pediatrica durante la prima visita degli alieni.

“Stavo compilando rapporti quando alzai gli occhi e vidi due piccole creature come si muovono verso di me lungo il corridoio. All’inizio ho pensato che due dei ragazzi erano fuori dai letti, così mi alzai per riportarli alle loro camere.

“Ma quando mi avvicinai, vidi che non erano umani. Erano di un colore brunastro con grandi teste e grandi occhi a mandorla. Non assomigliano a qualcosa che è su questo pianeta

“Ho avuto paura perché sembravano così strano. Ma allo stesso tempo ho sentito un gentile, amorevole
intelligenza in quegli occhi strani.”

Infermiera Montoya dice che le creature entrarono nella stanza di Juan Lopez (7 anni), per cui si aspettava
di morire di leucemia entro una settimana. Ha allertato le guardie di sicurezza e ha chiesto per il dottore
Tomas Ruiz che stava prendendo cura di un altro paziente.

“Quando siamo entrati nella stanza del piccolo Juan essa era immersa in una luce dorata brillante,” dice il Dott. Ruiz. “Gli alieni erano in piedi accanto al suo letto. Sembrava che ci fosse un legame mistico tra di loro e il ragazzo.

“Uno degli esseri toccò dolcemente la fronte di Juan con il suo lungo dito e lui fu subito circondato da
un’aura luminosa.”

Quando gli alieni hanno lasciato l’ospedale, i medici hanno fatto una radiografia e John è stato esaminato.
Era completamente privo di cancro “.

Da quella sera, Maria Munoz, 9, Anita Pena, 8, e Hector Gomez, 9 – tutti diagnosticati come terminali – sono anche stati curati dalle creature dello spazio. E 14 membri dello staff hanno visto gli esseri di eseguire i miracoli.

“C’è un modello in queste visite, dice il dottor Ruiz.” Esse si verificano sempre intorno 01:00, gli alieni
arrivano sempre in coppia e guariscono sempre con un tocco alla fronte. ”

Dr. Dego Garcia, famoso metafisico che si sta occupando di avvistamenti alieni per 30 anni, dice che i
Pirenei sono stati a lungo conosciuto per un sacco di attività UFO.

“Abbiamo sempre creduto che quando finalmente gli alieni si rivelano la Terra sarà in questo settore.

“Forse hanno cominciato a presentarsi con questo gesto di buona volontà stupefacente.

http://www.textfiles.com/ufo/UFOBBS/1000/1074.ufo

Traduzione Tanja per il risveglio di una Dea

I video sono in lingua portoghese

 

 

 

http://arquivoconfidencial.blogspot.ch/2005/11/aliengenas-curam-quatro-crianas-de.html

download (22)
 fonti internet,cortesia risvegliodiunaidea.alterviatorg



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

CINA NELLO SPAZIO!
11 Dec 2013 10:15 am

Chang’e-3 Arriva con Successo in Orbita Lunare

11 dic 2013 - Sinus Iridum, destinazione del lander Chang’e-3, della Cina
Dopo il lancio perfetto avvenuto pochi giorni fa, la missione cinese Chang’e-3, che porta il nome mitologico della dea cinese della Luna, è entrata con successo in orbita lunare. Tanto orgoglio e felicità nel paese asiatico per la buona riuscita di questa prima fase complicata della missione, che però è solo all’inizio. Nei prossimi giorni, l’orbiter scenderà in orbite sempre più basse, fino ad atterrare in una regione chiamata Sinus Iridum del Mare Imbrium.

Un aggiornamento molto utile, dato dall’agenzia stampa Xinhua, è che l’allunaggio è previsto per la data del 14 Dicembre, tra le ore 15:22 e le ore 15:35 UTC. Il rover dovrebbe essere rilasciato lo stesso giorno, tra le ore 20:38 e 22:21 UTC.

Parte del poster rilasciato durante la conferenza stampa, che mostra l’atterraggio sulla Luna. Credit: Xinhua

Il rover scatterà le prime immagini dopo alcune prove per verificare che tutti i suoi sistemi sono in regola. Se la missione riuscirà, sarà un grandissimo traguardo per la Cina, che arriva pochi giorni dopo che l’India ha segnato un grande punto a sua volta, riuscendo a spedire per la prima volta una sonda nello spazio interplanetario, in direzione Marte (impresa mai riuscita all’India). Tutti questi grandi e rapidi passi avanti stanno avvenendo all’ombra dei giganti storici dell’esplorazione spaziale, da cui arriverà forse una risposta? Molto del pubblico americano ed europeo ha iniziato a chiedere ai propri governatori o parlamentari di investire maggiormente nell’esplorazione spaziale.

  fonti internet, cortesia terrarealtime

 NOTA  DI COMMENTO:E cosi' la Cina fa un' altro passo in avanti come potenza planetaria e anche spaziale! Ma la Luna e' anche una zona off limits per gli alieni. E' sotto il loro controllo da tempo, ed e' per questo che gli USA mon ci sono piu' andati! UFOWEB2012



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

NASA! SU MARTE ERA POSSIBILE LA VITA.
09 Dec 2013 08:00 pm

NASA: Su Marte era possibile la vita

I risultati delle analisi del suolo di Marte condotte dal robot “Curiosity” della NASA dimostrano che sul pianeta rosso era possibile la vita. Secondo i dati pubblicati su “Science”, il cratere Gale dove è giunta “Curiosity” nel 2012, era un grande lago, abitabile da batteri molto semplici, capaci di trarre energia dai minerali, datati 4,1 miliardi di anni fa.

E’ la prima volta che su Marte vengono trovati carbonio, idrogeno, zolfo, azoto e fosforo, fondamentali per la vita. Sulla Terra batteri simili vivono nelle grotte e nelle sorgenti idrotermali. John Grotzinger, del “California Institute of Technology”, ha dichiarato “L’acqua è la condizione senza la quale non potrebbe esistere la vita come la conosciamo, ma da sola non basta perché ci sia un ambiente favorevole alla vita. Oltre all’acqua, serve una fonte di energia che alimenti il metabolismo dei microrganismi, come carbonio, idrogeno, zolfo, azoto e fosforo. Ora non ci sono più dubbi: su Marte c’era tutto ciò”.


Read more: http://maxsomagazine.blogspot.com/2013/12/nasa-su-marte-era-possibile-la-vita.html#ixzz2n0dVEhBj
fonti internet, cortesia maxomagazine.blogsppot.it




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

NEWS
09 Dec 2013 07:58 pm
     Rai          NASA: SU MARTE ERA    
POSSIBILE LA VITA


I risultati delle analisi del suolo del
Pianeta Rosso condotte dal robot Curio-
sity della Nasa dimostrano che su Marte
era possibile la vita. Secondo i dati
pubblicati su "Science",il cratere Gale
dove è giunta Curiosity nel 2012,era un
grande lago, abitabile da batteri molto
semplici, capaci di trarre energia dai
minerali, datati 4,1 mld di anni fa.

E' la prima volta che su Marte vengono
trovati carbonio,idrogeno,zolfo,azoto e
fosforo,fondamentali per la vita. Sulla
Terra batteri simili vivono nelle grot-
te e nelle sorgenti indrotermali. La
prossima fase dell'attività di Curio-
sity "potrebbe confermare che su Marte
c'era la vita",affermano gli scienziati

DA TELEVIDEO RAI
 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

IL PIANETA CHE NON...
09 Dec 2013 03:43 pm

Usa, scoperto il pianeta che non dovrebbe esistere: Hd 106906b

9 dic 2013 - New York, 6 dic. - Sfida tutte le teorie sulla formazione dei pianeti. È la forza di una scoperta che si catapulta nell'universo astronomico infrangendone ogni certezza, poiché narra di un mondo improbabile. Si chiama HD 106906b il pianeta extrasolare che non dovrebbe esistere e che pure è stato individuato da Vanessa Bailey, giovane laureata dell'Università dell'Arizona, e dal team da lei guidato.


Determinanti, nella scoperta, sono state le immagini super accurate a infrarossi raccolte dal telescopio Magellan, installato in Cile. È dotato del sistema di ottica adattiva MAgAO, sviluppato in uno sforzo congiunto da INAF e Osservatorio Astronomico di Arcetri, vicino a Firenze, in collaborazione con l'Università dell'Arizona e i partner industriali italiani Microgate e ADS International.

Undici volte la massa di Giove, una temperatura di 1.500 gradi centigradi, il bizzarro pianeta orbita attorno alla sua stella madre a una distanza sbalorditiva, 650 volte superiore a quella tra la Terra e il Sole. Il corpo celeste ha appena 13 milioni di anni di vita - la Terra è vecchia quattro miliardi e mezzo - e brilla ancora grazie al calore residuo della sua formazione.

Si ritiene che i pianeti vicini alle loro stelle come il nostro si siano formati accrescendo materia da piccole strutture rocciose, presenti nel disco protoplanetario di gas e polveri che circondava la stella in formazione: tuttavia questo processo si compie in un lasso di tempo troppo lungo per poter dare vita a pianeti talmente grandi e lontani come HD 106906 b.


 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

GLI UFOLOGI...
07 Dec 2013 02:48 pm

Gli ufologi: “I governi nascondono verità indicibili e gli alieni temono il razzismo umano”

Nei giorni scorsi s'è tenuto il convegno d'ufologia, durante il quale gli esperti hanno confermato l'esistenza di alieni e di piani segreti dei governi.

-Redazione- Si è tenuto, nei giorni scorsi, a Roma, il XII convegno d'ufologia, organizzato dal Centro ufologico nazionale, dal titolo "Cambio di paradigma in merito alla vita aliena e al problema Ufo".

L'appuntamento, come ovvio, ha richiamato studiosi e curiosi, che si sono recati presso la Sala Convegni Villa Maria per ascoltare le parole delle decine di esperti, giunti da tutto il mondo, che si sono alternati sul palco per raccontare il proprio punto di vista riguardo la vita nell'universo.

Secondo alcuni di loro, chi continua imperterrito a negare l'esistenza degli alieni, nonostante i "dati inopinabili" che possediamo, dovrebbe semplicemente "svegliarsi" e, in questo modo, riconoscere anche le "verità indicibili, tenute nascoste dai governi", nonché "i piani segreti del Pentagono per far fronte a una ipotetica invasione aliena”. Un'invasione che potrebbe non essere così remota, secondo gli studiosi: gli extraterrestri, infatti, a loro dire, sarebbero già tra noi ma, semplicemente, non si paleserebbero per timore di esser vittime di razzismo.

fonti internet, cortesia  articolotre.com




Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ACQUA SU 5 PIANETI ALIENI!
07 Dec 2013 12:11 pm

Hubble scopre acqua su 5 pianeti alieni

7 dic 2013 - ROMA - Il Telescopio Spaziale Hubble ha scoperto segnali di acqua nell'atmosfera di 5 pianeti al di fuori del Sistema Solare.
Due studi hanno dimostrato che i pianeti, conosciuti come WASP-17b, HD209458b, WASP-12b, WASP-19b e XO-1b, sono caldi mondi gassosi delle dimensioni di Giove che difficilmente possono ospitare la vita come noi la conosciamo.


Ma secondo i ricercatori trovare l'acqua nelle loro atmosfere segna un passo avanti nella ricerca di pianeti lontani che possono essere in grado di sostenere la vita aliena.
I due gruppi di ricerca hanno utilizzato la potente Wide Field Camera 3 di Hubble che misura la luce nel vicino infrarosso. 

hubble scopre acqua pianeti alieni

Gli scienziati hanno aspettato fino a quando ogni pianeta era in procinto di passare davanti alla sua stella per poi indirizzare Hubble nella loro direzione. 
Poiché le molecole di acqua assorbono determinate lunghezze d'onda, gli scienziati hanno potuto rilevare la presenza di vapore acqueo durante il transito del pianeta davanti il suo sole. 

hubble scopre acqua pianeti alieni

Le atmosfere di tutti e cinque i pianeti hanno mostrato segni di acqua, con le firme più forti presenti nell'aria di WASP-17b e HD209458b.

"Rilevare effettivamente l'atmosfera di un pianeta extrasolare è straordinariamente difficile. Ma siamo riusciti a tirare fuori un segnale molto chiaro, ed è l'acqua", ha dichiarato Drake Deming dell'Università del Maryland, autore principale di uno dei due studi.



Si pensa che l'acqua sia un costituente comune delle atmosfere degli esopianeti ed è stata trovata nell' aria di diversi altri mondi lontani. 
Ma il nuovo lavoro segna la prima volta che gli scienziati hanno misurato e confrontato i profili della sostanza in dettaglio in più mondi alieni.

I segnali di acqua erano meno intensi di quanto previsto, probabilmente perché i cinque caldi pianeti gioviani sono circondati da un velo di polvere.

hubble scopre acqua pianeti alieni

Hubble è abbastanza forte per vedere solo i segni di vapore acqueo sui pianeti giganti gassosi, ma Deming ha affermato che il successore di Hubble, il James Webb Telescope, previsto per il lancio nel 2018, sarà abbastanza forte da trovare segnali di acqua nelle atmosfere dei più piccoli pianeti rocciosi come la Terra.

La caccia alla vita nello Spazio è solo all'inizio.
   



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

MANCA POCO...!
06 Dec 2013 02:20 pm
 
I passi in avanti fatti dalla scienza hanno convinto gli esperti di UFO e vita extra terrestre: siamo vicini al punto di svolta. 

New York (WSI) - Durante un recente incontro presso il Comitato di Scienze alla Camera Usa si è discusso della possibilità dell'esistenza di vita extraterreste e la conclusione a cui gli esperti presenti sono arrivati è che si tratta orma solo di una questione di tempo prima che l'uomo possa entrare in contatto con altre forme di vita.
A farne un resoconto è stata Al Jazeera.
Sara Seager, professoressa e fisica presso il Massachussetts Institute of Technology, ha dichiarato: "Abbiamo la certezza che esistono altri pianeti e stelle e in più abbiamo identificato parecchi pianeti dove è possibile che vi sia vita" .

"Siamo giunti a un momento unico per la razza umana: per la prima volta siamo riusciti a lanciare qualcosa - la navicella Voyager - fuori dal nostro Sistema Solare. Si tratta di un ulteriore passo per scoprire nuove forme di vita intelligente".

Mary A. Voytek, scienziata e astrobiologa della NASA ha invece dichiarato: "Le prime forme di vita che incontreremo non saranno intelligenti e si tratterà sicuramente dei microbi, poiché ve ne sono già parecchie e di diverso tipo".

 
fonti internet.cortesia la perfetta letizia.com



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

ACQUA SU VENERE...
30 Nov 2013 09:13 pm

Acqua su Venere: la Nasa ne vuol sapere di più

La Nasa ha lanciato una nuova sonda per analizzare l'atmosfera di Venere e scoprire così se sul pianeta esista acqua in abbondanza, come ipotizzano.



venere-Redazione- E' trascorsa appena una settimana dal lancio di Maven, la nuova sonda che fra nove mesi si troverà ad orbitare attorno al Pianeta Rosso, ma la Nasa non si accontenta: nella serata di lunedì, infatti ha  mandato in orbita un altro razzo, chiamato Venus Spectral Rocket, partito dalla base di White Sands con il fine di esplorare l'atmosfera di Venere.

VeSpR, come si chiama in codice, altro non è che un sistema a due fasi, che combina un missile Terrier e un razzo Black Brant Mk1, all'interno del quale è stato installato un telescopio. Questa sonda, però si differenzia nettamente da Maven per la propria posizione: resterà infatti sopra la Terra e analizzerà l'atmosfera venusiana tramite i raggi ultravioletti emessi dal pianeta: in questo modo, finalmente, i ricercatori avranno la possibilità di ricostruire la storia del corpo celeste.

I rilevamenti di questo genere, infatti, fino a questo momento erano risultati impossibili: gli strumenti a terra non si rivelavano sufficienti in quanto la nostra atmosfera assorbe quasi tutti i raggi UV provenienti dallo spazio. Lanciando la sonda a 110 chilometri d'altezza, laddove lo strato dell'atmosfera è sottile, invece, le possibilità di catturare gli ultravioletti sono decisamente più concrete e sarà dunque possibile procedere con le analisi.

L'intento della Nasa è quello di scoprire se su Venere possa esistere acqua. D'altra parte, sanno perfettamente che nell'atmosfera del pianeta essa è presente, ma vogliono appurare se sulla superficie del pianeta possano esistere fiumi, laghi o addirittura oceani, sottoforma di ghiaccio. E la chiave sta tutta lì: nella quantità di idrogeno e deuterio rimasta intrappolata nell'atmosfera, che, a contatto con l'ossigeno, forma appunto l'acqua.

Nota di commento: ci eravamo sempre chiesti come mai tanto interesse per il pianeta Marte, mentre Venere veniva completamente eluso e ignorato.  Con questo, sembra che ora si cambi strada. A questo riguardo, ci sarebbe da ricordare certe dichiarazioni fatte a suo tempo da parte di certi contattati dagli ET, i quali, affermavano che su Venere vi era vita e anche vita intelligente...e se mai fosse cosi'!  Ufoweb2012



 

 fonti internet, cortesia articolitre.com

 
 

 



Da Amministratore - Commenta News (0) Discuti sul Forum

<< Precedenti 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 Prossime >>

Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments