UFOWEB2012

UFOWEB2012
» Home
» Forum
» Blog
» Video
» Immagini
» Contact
CONTENUTI
LINKS
» Banners/Affiliazioni
» Siti Amici


















   
News
Cerca





    

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

 




Segnala ad un Amico!
Tuo Nome

Tua Email

Nome Amico

Email Amico


Leggi e/o Firma il nostro Guestbook!

Partecipa al nostro Forum


 











 






 










Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Tool per traduzioni di pagine web
  
  




           
PER TRADURRE GLI
ARTICOLI IN SPAGNO-
LO SELEZIONA ITALIAN
NEL RIQUADRO SOTTO.
 






 



 










Large Visitor Globe









TRADUCI GLI   ARTICOLI IN
SPAGNOLO NEL RIQUADRO
SOPRA IMPOSTANDO SU
ITALIAN. VALE PER ALTRE LINGUE.

AVVISO AGLI UTENTI:
SITO INTERNAZIONALE
MULTILINGUE. ARTICOLI
E NOTIZIE SONO  NELLE
LINGUE ORIGINALI STRA-
NIERE. PER MOTIVI DI TEM-   PO E LOGISTICI, NON
SI FANNO TRADUZIONI
SE NON IN CASI PARTICO-
LARI.. USARE I TRADUTT O-
RI  NEL SITO E PIENAMEN-
TE ACCESSIBILI.
 
By intopic.it

NEWS UFO E ARGOMENTI
AFFINI.. CLICCA SUL LINK
SOPRA PER ACCEDERE.









AREA BANNER
BENVENUTO SU UFOWEB2012
Questo Ť il sito del Circolo ## specializzato in UFO..... In questo sito troverai informazioni, news, immagini e video sugli UFO.


NEWS
14 Mar 2019 10:30 am
Davvero gli alieni sono pi√¹ vicini?
Il National Geographic invita a prepararsi culturalmente all'esistenza di altre forme di vita. Ma l'astrofisico Bianco invita a un bagno di realt√†: ¬«Il problema resta la comunicazione¬».

    Stefano Ferrio

Correlati

    SpaceTalk racconta i segreti dell'universo
    La Nasa vuole tornare sulla Luna entro il 2028
    Scoperte su Marte le tracce di 24 laghi di acqua liquida
    Il rover Opportunity della Nasa compie 15 anni su Marte

 

Gli alieni sono pi√¹ vicini. Non √¨ questione di astronavi, ma di teoria scientifica. Il che √¨ emozione molto pi√¹ forte di qualsiasi effetto speciale. A suscitarla sono le quattro parole ¬«We are not alone¬» ‚€“ noi non siamo soli - campeggianti sulla copertina di National Geographic edizione americana, numero di marzo 2019. Pubblicate in 4 milioni di copie, che quasi raddoppiano considerando le successive edizioni ‚€œlocali‚€Ě destinate a 40 Paesi, Italia compresa, sono parole scritte per segnare un‚€™epoca, il momento in cui, attraverso le pagine di un autorevole magazine generalista come il National, la scienza comunica ufficialmente all‚€™umanit√† di prepararsi, almeno culturalmente, agli Incontri ravvicinati del terzo tipo, i contatti diretti con gli extraterrestri profetizzati 42 anni fa nel film di Steven Spielberg.
00:00
/
 

¬«In effetti, le recenti scoperte astronomiche in tema di esopianeti hanno moltiplicato in modo notevole le possibilit√† di vita intelligente nell‚€™universo¬». Senza bisogno di leggere il lungo articolo di Jamie Shrieve, l‚€™astrofisico Giuseppe Bianco, direttore del Centro di Geodesia spaziale di Matera, avvalora i presupposti su cui questa cover story si basa, ovvero l‚€™accresciuta capacit√† scientifica di monitorare, nei sistemi stellari confinanti con il nostro, la reale esistenza di esopianeti, come vengono definiti i pianeti orbitanti attorno a stelle analoghe al Sole.

LEGGI ANCHE: SpaceTalk racconta i segreti dell'universo

¬«Grazie a tecnologie sempre pi√¹ potenti e definite¬», spiega Bianco a Lettera43.it, ¬«ora sappiamo come la struttura del sistema solare valga per miliardi di altri insiemi, formati da una stella e dai pianeti che le orbitano intorno. Se questi ultimi sono caratterizzati da una massa solida, dalla presenza di acqua e dalla giusta distanza rispetto al loro Sole, si producono premesse simili a quelle da cui ha preso forma la vita sulla nostra Terra¬».

LEGGI ANCHE: Stephen Hawking, le teorie con cui ha rivoluzionato l'astrofisica
Esistenza Alieni National Geographic
La copertina di marzo 2019 del National Geographic dedicata all'esistenza di forme di vita aliena.

Oltre 4 mila sono gli esopianieti monitorati negli ultimi anni grazie a telescopi lanciati nello spazio per giovarsi di un‚€™osservazione pi√¹ nitida e accurata rispetto a quella schermata dall‚€™atmosfera terrestre. Formidabile √¨ stato in tal senso il contributo offerto per nove anni dal Kepler della Nasa, la cui missione, esauritasi pochi mesi fa, trova ora seguito in Tess, il nuovo Planets Hunter telescopico a cui si deve l‚€™identificazione di un immenso esopianeta, grande 23 volte la Terra, orbitante nella costellazione del Reticolo.

Ma, come racconta National Geographic, la Nasa deve guardarsi dalla concorrenza di soggetti privati del calibro di Yuri Milner, filantropo russo pronto a rastrellare i 100 milioni di dollari necessari al finanziamento di Breakthrough Starshot. Ideato da un team di cui faceva parte anche il grande fisico inglese Stephen Hawking, scomparso un anno fa, si tratta di un progetto di esplorazione della costellazione pi√¹ vicina al sistema solare, Alpha Centauri, la cui distanza, di oltre quattro anni luce, verrebbe coperta da minuscole sonde in grado di viaggiare a 60 mila km al secondo, cos√¬ da garantire un viaggio andata e ritorno di circa 20 anni.

LEGGI ANCHE: La Nasa vuole tornare sulla Luna entro il 2028
IL PROBLEMA √ą LA COMUNICAZIONE

Di fronte a tanta esuberanza, il professor Bianco raccomanda un bagno di realismo. ¬«Perch√© il problema resta quello dei mezzi di comunicazione¬», conclude. ¬«Se altre forme di vita intelligente esistono, l‚€™ipotesi di un contatto pu√² essere fortemente limitata dalla distanza che ci separa da loro: milioni, miliardi di anni luce. Scoprire che nell‚€™universo c‚€™√¨ qualcun altro che non incontreremo mai, pu√² farci sentire ancora pi√¹ soli¬».https://www.lettera43.it/it/articoli/scienza-e-tech/2019/03/11/esistenza-alieni-national-geographic/229910/

 OSSERVAZIONI DEL CENTRO R: abbiamo ribadito diverse volte, che non e' determinante scoprire civilta' o segnali alieni che distano  continaia di anni luce.. Avremmo conferma che esitono, ma di concreto non vi sarebbe alcuna possibilita' di cambiamento planeatario o di evoluzione migliore. Solo se si rilevano le presenze aliene nei pressi della  Terra o sulla Terra stessa, anche se essi sono qui'in segreto e da molto tempo.,. ci sarebbero poi possibilta di cambiamenti  futuri. Gli Et, devono essere qui' in ogni caso!  Ha ragione l'astronomo sopra: sapere di Et che stanno a centinaia di anni luce, ci farebbe sentire ancora piu' soli e distanti da loro.  Come detto  prima gli Et devono essere  qui'! Centro R.




Da Amministratore Discuti sul Forum

{comment}
Name:
E-mail: (optional)
Smile: smile wink wassat tongue laughing sad angry crying 

| Forget Me
Content Management Powered by CuteNews
LINGUAGGI
English French German Spanish Portuguese Japan Russia Nederlands Chinese Arabic Korean


UFOWEB2012

SONDAGGI
Partecipa al Sondaggio!
Gli UFO sono?
Risultati


Il miglior programma sugli UFO?
VOYAGER
MISTERO
ATLANTIDE
YOUTUBE
  
pollcode.com free polls
Origine del mistero di Ummo?
extraterrestre
terrestre
agenti sconosciuti
non saprei
  
pollcode.com free polls


CHE SUCCEDE NEL 2012?
CATASTROFI NATURALI
APOCALISSE
INTERVENTO ALIENO
NON SUCCEDE NULLA
  
pollcode.com free polls

LINKS


2011 UFOWEB2012. Powered by UMMO
All Right Reserved.
Related logos, characters and names are trademarks of respective Developments